Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 07 aprile 2020 | aggiornato alle 22:50| 64707 articoli in archivio

Nuova sede e 30 anni di lavoro
per la Scuola Cordon Bleu di Firenze

Nuova sede e 30 anni di lavoro 
per la Scuola Cordon Bleu di Firenze
Nuova sede e 30 anni di lavoro per la Scuola Cordon Bleu di Firenze
Pubblicato il 23 febbraio 2015 | 18:42

La Scuola di Arte Culinaria guidata da Cristina Blasi e Gabriella Mari festeggia il 30° anniversario. Nuova la location, 450 mq all’interno di uno splendido palazzo fiorentino del ‘500, ricco di fascino e di storia

Quest’anno la Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu di Firenze compie 30 anni di attività e vanta di essere la più antica scuola di cucina in Toscana ancora attiva. È capitanata da sempre da Cristina Blasi (nella foto, a sinistra) e Gabriella Mari (nella foto, a destra), due spiriti molto diversi tra loro ma che si completano al meglio con grande complicità. Oltre ad essere due pilastri della docenza, insieme gestiscono la direzione della scuola. Entrambe sono insegnanti diplomate alla Scuola Cordon Bleu di Roma, membri della Commanderie des Cordons Bleus de France, sommelier, assaggiatrici di olio extravergine di oliva e molto altro. Cristina e Gabriella, grazie all’energia e alla determinazione di chi crede nei propri sogni, hanno trasformato una passione in un impegno serio e professionale, quindi in un vero e proprio business, visto il riscontro positivo di pubblico a livello sia italiano che straniero.



Per festeggiare in grande questo speciale compleanno c’è stato un cambio di location, da via di Mezzo a via Giusti, a due passi da piazza D’Azeglio. Siamo in Palazzo Panciatichi Ximenex, ben 450 mq di scuola all’interno di uno splendido palazzo fiorentino del ‘500, ricco di fascino e di storia. Questo nuovo spazio è grande, accogliente e ben strutturato: tre aule didattiche, tre cucine rinnovate e arricchite da attrezzature professionali di ultima generazione sempre aggiornate, oltre ad una biblioteca tematica a disposizione degli studenti.

«Dopo 30 anni di attività - spiega Cristina Blasi - abbiamo deciso di attivare un nuovo corso accademico di tre anni e di incrementare i corsi professionali, pur continuando con i nostri corsi amatoriali, per questo abbiamo dovuto necessariamente ampliare gli spazi e abbiamo aperto una nuova sede in un palazzo storico nel centro città. Ora abbiamo 3 cucine, e molti studenti divisi in base al livello di preparazione: 20 gli iscritti al primo anno del corso accademico, 8 al secondo anno, 12 al corso professionale e 12-14 per ogni corso amatoriale».

da sinistra: Cristina Blasi e Gabriella Mari
Nella foto, da sinistra: Cristina Blasi e Gabriella Mari

«Il nostro metodo d’insegnamento è lo stesso da 30 anni - afferma Gabriella Mari - e si distingue dalla classica “postazione” utilizzata nei vari corsi di cucina. Gli allievi si dispongono intorno a noi, spieghiamo loro le tecniche e le teorie principali, dopodiché ognuno mette in pratica degli insegnamenti che noi riteniamo fondamentali dal punto di vista didattico. Alla fine i risultati sono molto soddisfacente e spesso i nostri studenti svolgono un periodo di stage in ristoranti prestigiosi, anche stellati».

La Scuola Cordon Bleu continua a differenziarsi dalle “neonate” scuole di cucina e a riscuotere un importante successo; il segreto è che Cordon Bleu rimane un “classico” nel tempo! Insomma non invecchia mai, non passa mai di moda, come il colore blu: non a caso è il colore che caratterizza il marchio e la grafica della scuola. Cristina e Gabriella diversificano i corsi per vari livelli di utenza e soprattutto non abbandonano la tradizione e mantengono i grandi classici come il corso base di Cucina Generale, Alta Cucina e Pasticceria, che sono arrivati con grande entusiasmo alla sessantesima edizione. Oltre al programma professionale di Cucina Italiana e al nuovo professionale di Pasticceria Italiana, la scuola propone il corso post diploma triennale, ovvero l’European Bachelor in Arti della Cucina Italiana, equivalente ad una laurea triennale, per una formazione che dà diritto a crediti universitari Ects.



Il livello accademico dunque abbraccia varie discipline, il nucleo è l’insegnamento della materia base “cucina” e intorno ad essa tutte quelle materie che la supportano e la arricchiscono, tra cui: storia dell’alimentazione e delle varie cucine del mondo (in primis quella italiana), cucina etnica (iraniana, indiana, cinese, mediorientale, magrebina, latina, kosher, ecc.) scienze della nutrizione, merciologia, composizione dei menù, marketing, cioccolato, pasticceria, formaggi e scienza casearia, sicurezza e igiene del processo di produzione alimentare, food costing, mise en place e molto altro. Infine, sono proposti molti altri corsi mirati ad insegnare come cucinare determinate ricette sia dolci che salate, dunque puri corsi di cucina, così da approfondire temi specifici in un tempo limitato. Tutti i corsi si possono tenere anche in inglese e in francese.

Il filo conduttore, sia dei corsi accademici che amatoriali, è quello di insegnare la cucina come cultura, come una cosa che si ha dentro e che si sente l’istinto di far emergere. Cristina e Gabriella credono nel principio “cucinare è un’arte”, che come tutte le forme artistiche emoziona profondamente sia chi la esegue che chi la vive, dunque sia chi cucina che chi assaggia. Non è in secondo piano il supporto scientifico e tecnico a tutte le preparazioni. Il target è trasversale, da casalinghe a giovani ragazzi, da manager a uomini pensionati, per chi si avvicina alla cucina per passione o per farla diventare una professione. È innegabile che il principale valore aggiunto di questa scuola fiorentina è certamente l’unione di due grandi professioniste.



Cristina, vulcanica e scoppiettante, è la massima esperta di pasticceria e del lato visual della cucina (decorazione, presentazione piatti, uso di attrezzature speciali). Inoltre segue con interesse l’evoluzione della cucina e delle nuove tecniche. Mentre Gabriella è specializzata in piatti tradizionali, carne, pasta, panificazione, sono i suoi pilastri. Ai suoi allievi trasmette la passione per la storia della cucina, per la cultura della tavola ma anche la parte scientifica. È lei il riferimento per i corsi sviluppati per il pubblico straniero. In tutto ciò, nonostante cambiamenti ed evoluzioni, il Cordon Bleu di Firenze ha mantenuto saldo il principio di puntare alle cose concrete, senza perdersi negli “effetti speciali”. In due parole? Molto arrosto e poco fumo! Questa è la filosofia delle due patron.


Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu
via Giusti 7 - 50121 Firenze
Tel e fax 055 2345468 / 055 2260228
www.cordonbleu-it.com
info@cordonbleu-it.com - professionale@scuoladiarteculinaria.com

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Cordon Bleu Scuola di Arte Culinaria Cristina Blasi Gabriella Mari nuova sede Palazzo Panciatichi Ximenex Firenze cucina professionale cucina amatoriale corso professionale

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®