Rotari
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 31 marzo 2020 | aggiornato alle 22:04| 64490 articoli in archivio
Rotari
Rational

Alma, 8 studenti coreani diplomati
al joint program "Il Cuoco"

Alma, 8 studenti coreani diplomati 
al joint program
Alma, 8 studenti coreani diplomati al joint program "Il Cuoco"
Pubblicato il 28 aprile 2016 | 15:56

Alla 15ª edizione del corso creato ad hoc per studenti coreani, otto i diplomati, di cui 4 con un punteggio superiore al 95 su 100. Jieun Baek, una degli allievi, continuerà a lavorare in Italia al ristorante Da Vittorio

Si è conclusa la 15ª edizione del joint program "Alma - Il Cuoco Italian culinary institute" di Seoul: il corso che la scuola internazionale di cucina italiana ha studiato ad hoc per gli studenti in arrivo dalla Corea del Sud. Il percorso formativo degli allievi asiatici ha una durata complessiva di un anno, tra fase residenziale a Colorno (Pr), arricchita da visite didattiche ad alcune delle più rinomate realtà enogastronomiche del nostro Paese, e dal lungo periodo di stage (nove mesi e due esperienze in due diverse strutture in Italia).



I diplomati della 15ª edizione del joint program Alma - Il Cuoco sono otto: ben quattro di loro hanno totalizzato un punteggio superiore a 95/100, a testimonianza dell’elevato grado di preparazione dei ragazzi che arrivano a Colorno dalla Corea del Sud. Da segnalare, in particolare, il caso di Jieun Baek: per la giovane cuoca sudcoreana l’esperienza italiana è destinata a proseguire. Jieun, infatti, è stata assunta presso il Ristorante “Da Vittorio”: a Brusaporto, in uno degli otto ristoranti italiani che possono fregiarsi di tre Stelle Michelin, sotto la guida dei fratelli Cerea, la Baek avrà la possibilità di perfezionare ulteriormente la sua conoscenza della cucina italiana.



A giudicare i candidati sudcoreani è stata una commissione composta da docenti Alma, coordinati dallo chef Marco Soldati, e da chef stellati: Giuliano Baldessarri, Ristorante “Aqua Crua” a Barbarano Vicentino (Vi); Alessandro Breda, Ristorante “Gellius” a Oderzo (Tv); Francesco Paonessa, Ristorante “Al Capriolo” a Vodo di Cadore (Bl); Nicola Portinari, Ristorante “La Peca” a Lonigo (Vi).



Dall’avvio della collaborazione nel 2005 con Il Cuoco Italian culinary institute, sono circa 200 gli studenti sudcoreani che si sono diplomati in Alma. Tra loro - tutti hanno usato un nome italiano durante la loro permanenza in Italia - c’è chi è diventato ambasciatore dell’alta cucina italiana nel Paese d’origine, trasformandosi a sua volta in docente de Il Cuoco, come Maria, o aprendo un locale proprio, come Fabio, che con la moglie pasticcera, formatasi negli Usa, ha avviato a Seoul il Ristorante “Molto Bene”, menzionato spesso da tv e magazine di cucina. Lo stesso ha fatto Gino, con la “Trattoria Gino”, dove realizza piatti della tradizione italiana, favorendo l’importazione di prodotti d’eccellenza dall’Italia.



Per informazioni: www.alma.scuolacucina.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Alma Italian culinary institute di Seoul Scuola internazionale di cucina italiana Corea del Sud Da Vittorio Marco Soldati Ristorante Molto Bene Trattoria Gino

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Surl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®