Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 10 dicembre 2022  | aggiornato alle 04:13 | 90127 articoli in archivio

Il cinghiale, le mandorle e gli scalogni

Ricetta di Alessandro Gavagna, socio Euro-Toques Italia e cuoco della Trattoria Al Cacciatore de La Subida, 1 stella Michelin, a Cormons, in provincia di Gorizia.

di Alessandro Gavagna
 
22 dicembre 2020 | 12:39

Il cinghiale, le mandorle e gli scalogni

Ricetta di Alessandro Gavagna, socio Euro-Toques Italia e cuoco della Trattoria Al Cacciatore de La Subida, 1 stella Michelin, a Cormons, in provincia di Gorizia.

di Alessandro Gavagna
22 dicembre 2020 | 12:39
 

Il cinghiale, le mandorle e gli scalogni

Ingredienti (per 4 persone): 800 g di sella di cinghiale, 100 g di farina di mais (per la polenta), 50 g di mandorle affettate, 160 g di burro, 20 piccoli scalogni, mezzo bicchiere di aceto, timo, maggiorana, sale, pepe

Preparazione: con la farina di mais preparare la polenta. Il giorno prima disossare la sella di cinghiale e pulire accuratamente le nervature e le pellicine. Marinare la carne con maggiorana, timo e pepe nero di mulinello. Spellare gli scalogni, sciacquarli in acqua corrente e cucinarli in abbondante acqua con aceto, tostare le mandorle affettate in forno. Rosolare il lombo nel burro a fiamma vivace insieme agli scalogni, voltandola in modo che risulti uniformemente dorata. Cuocere la carne per alcuni minuti, salare e lasciare riposare. La carne dovrà rimanere morbida e succosa all’interno. Su un piatto piano disporre al centro un cucchiaio di polenta, adagiare alcune fette di carne. Completare con un filo di burro di cottura e guarnire con gli scalogni e le mandorle affettate.


Segui il nostro canale Telegram con tutte le ricette dei grandi chef italiani.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Perrier Jouet