Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 09 agosto 2022 | aggiornato alle 16:01 | 86820 articoli in archivio

Tiramisù senza glutine

Un classico della cucina italiana ora accessibile anche ai celiaci.

 
25 giugno 2020 | 10:28

Tiramisù senza glutine

Un classico della cucina italiana ora accessibile anche ai celiaci.

25 giugno 2020 | 10:28
 

Il tiramisù è una vera e propria pietra miliare della cucina italiana: si direbbe che non ci sia famiglia che non l’abbia preparato, e poi gustato, in compagnia di amici, parenti o - perché no - in giornate solitarie, per “tirar su” il morale. Lo sprint del caffè, unito all’avvolgente cremosità della crema al mascarpone, crea un connubio diventato proverbiale, tra i più apprezzati dagli italiani. La ricetta tradizionale è una sola, semplice ed immediata, a base di savoiardi imbevuti di caffè, mascarpone zucchero e uova - con una spolverata di cacao finale - ma sui menu dei ristoranti e online si trovano un’infinità di varianti, tutte golosissime: dal tiramisù al cioccolato al tiramisù al tè verde, da quello alla frutta alla versione vegana.

Tra le molte offerte si trova finalmente anche una versione adatta alle persone intolleranti al glutine: a lungo si è pensato, infatti, che coloro che sono costretti a mangiare gluten free dovessero rinunciare a tale prelibatezza, ma non è così. Per rimediare a questo inconveniente basterà usare ingredienti senza glutine, sostituendo i savoiardi con dei biscotti friabili privi di farina di frumento: con dei biscotti di grano saraceno, ad esempio, si può realizzare un delizioso tiramisù gluten free, basta solo verificare che tra gli ingredienti non contengano altre farine (e in particolare farine a base di grano). Anche i biscotti di farina di riso sono un’ottima soluzione ma, rispetto ad altri tipi di frollini, assorbono i liquidi con maggior facilità (sono i tipici biscotti “da inzuppare”) e quindi bisogna maneggiarli con cautela nel momento in cui si imbevono di caffè.

Se non trovate in commercio una soluzione che vi soddisfi - ma sarà arduo, perché ormai esistono ditte specializzate in prodotti senza glutine che mettono a disposizione dell’acquirente anche una versione gluten free dei savoiardi - potete realizzare autonomamente dei biscotti con farine prive di glutine, in modo tale da essere certi di avere un prodotto di qualità adatto ai celiaci. Servite il vostro tiramisù a fine pasto o come energetica merenda: con questa ricetta nessuno dovrà rinunciare al piacere di un buon dessert al cucchiaio!

Tiramisù senza glutine

Tiramisù senza glutine

Ingredienti (per 4-6 persone)
200 g di biscotti di grano saraceno (o altri biscotti gluten free), 350 ml di caffè, 250 g di mascarpone, 3 uova, 75 g di zucchero semolato, 15 g di cacao amaro in polvere (assicurarsi che non contenga glutine)

Preparazione
Per realizzare il tiramisù gluten free, occorre iniziare con la preparazione del caffè: bisognerà infatti mettere sul fuoco la moka per diverse volte, in base alla capienza della stessa, per avere una quantità di caffè adeguata (circa 350 ml). Mettere il caffè a raffreddare in un piatto fondo, in modo che, quando si inzupperanno i biscotti, quest’ultimi non si sfaldino al contatto con il caffè caldo. Prima ancora di mettere il caffè sul fornello, tirare fuori dal frigo il mascarpone, in modo da poterlo utilizzare a temperatura ambiente.

Nel frattempo, dividere i tuorli dagli albumi e sbattere i tre tuorli insieme allo zucchero. Si consiglia l’uso delle fruste elettriche, in modo da ottenere in breve tempo una consistenza cremosa; appena saranno ben amalgamati e lo zucchero si sarà completamente sciolto, aggiungere il mascarpone a temperatura ambiente (se è ancora freddo, intiepidirlo un po’ rimescolandolo con un cucchiaio) incorporandolo gradualmente e mescolando con cura, finché non si otterrà un composto omogeneo.

A parte, sbattere gli albumi con le fruste elettriche finché non saranno montati a neve ben ferma; poi, un cucchiaio alla volta, incorporarli alla crema di mascarpone, mescolando sempre dal basso verso l’alto e delicatamente, in modo da non smontarli.

Prendere un contenitore ampio, come una pirofila o una vaschetta d’alluminio, e realizzare un primo strato di biscotti: prima di disporli sulla base del contenitore, immergerli velocemente nel caffè, rigirandoli un paio di volte e facendoli sgocciolare qualche secondo sul piatto di caffè, in modo che non trattengano troppo liquido. Regolare “l’inzuppo” del biscotto in base alla loro consistenza: non devono disfarsi sotto al peso della crema, ma, d’altra parte, non devono rimanere nemmeno croccanti.

Dopo aver disposto un primo strato di biscotti, ricoprire con uno strato di crema alto almeno un centimetro. Ripetere l’operazione, alternando uno strato di biscotti inzuppati e uno di crema, fino all’esaurimento degli ingredienti, ma concludendo con uno strato di crema al mascarpone. Lasciar riposare in frigo per un paio d’ore e, appena prima di servire, spolverizzare la superficie con un pizzico di cacao amaro.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali