Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 19 ottobre 2021 | aggiornato alle 08:16 | 78755 articoli in archivio

Pastiera napoletana

Una ricetta di Rosa Del Gaudo, tra le 10 più cliccate del contest Il Buono di stare in cucina, organizzato da MySocialRecipe.

di Rosa Del Gaudo
18 aprile 2020 | 18:45

Pastiera napoletana

Una ricetta di Rosa Del Gaudo, tra le 10 più cliccate del contest Il Buono di stare in cucina, organizzato da MySocialRecipe.

di Rosa Del Gaudo
18 aprile 2020 | 18:45

Ingredienti (per 8 persone):
Per la base di frolla: 170 g di farina 00, 70 g di burro («anche se mia mamma di solito usava lo strutto»), 1 uovo intero, 70 g di zucchero semolato, 1 pizzico di sale, 1 scorza grattugiata di arancia
Per il ripieno: 200 g di grano Chirico (grano cotto specifico per pastiera), 50 ml di latte intero, 200 g di ricotta vaccina, 2 uova grandi, 200 g di zucchero semolato, 1 fiala di acqua di fiori di arancio, 1 pizzico di cannella in polvere, 1 bustina di vanillina, 70 g di arancia candita

Una ricetta di famiglia - Pastiera napoletana

Una ricetta di famiglia

Tempo di preparazione: 90 minuti

Preparazione: per prima cosa preparare la pasta frolla e metterla in frigo a riposare avvolta nella pellicola. In una pentola scaldare il grano cotto con il latte mescolando bene con una frusta a mano per farlo ammorbidire, quindi fuori dal fuoco aggiungere la ricotta e mescolare. Unire lo zucchero e una per volta le uova, sempre mescolando con la frusta. Il ripieno risulta ancora più cremoso e ben amalgamato se verrà lavorato un po' nella planetaria con la foglia. Per ultimo aggiungere l'acqua di fiori d'arancio, la cannella, la vanillina e i canditi. Tirare fuori la frolla dal frigo e stenderla con il mattarello. Rivestire la teglia con la frolla e riempire con il ripieno. Decorare con le classiche losanghe e infornare a 180°C per un'ora e mezza. Una volta cotta conservare la pastiera in un luogo fresco per un paio di giorni al massimo, ma non metterla in frigorifero, perché il grano diventerebbe duro.

Se si desidera è possibile preparare in casa anche i canditi di arancio procedendo in questo modo: d'inverno scegliere delle arance non trattate, quelle con la buccia spessa (tipo le Navel di Ribera), tenere la buccia e metterla a bagno in acqua per una settimana, cambiando l'acqua due volte al giorno. Dopo una settimana scolare le bucce dell'arancio e pesarle; metterle in una pentola con metà peso di zucchero e lasciarle andare a fuoco lento finché non sono ben caramellate. Quando sono fredde metterle in freezer, si conservano tutto l'anno.

Ispirazione: questa è la ricetta della pastiera napoletana così come mi è stata tramandata da mia mamma, quindi la ricetta tradizionale di famiglia. Nessuna variante è concessa, la Pastiera napoletana è una sola!

La ricetta è la tra le 10 più cliccate del contest online "Il Buono di stare a casa" organizzato dalla piattaforma MySocialRecipe.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali