ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 26 settembre 2020 | aggiornato alle 08:35 | 67993 articoli in archivio
Rational
Ros Forniture Alberghiere

Dopo un infarto, la dieta col partner
aiuta a guarire meglio e più in fretta

Dopo un infarto, la dieta col partner 
aiuta a guarire meglio e più in fretta
Dopo un infarto, la dieta col partner aiuta a guarire meglio e più in fretta
Pubblicato il 16 settembre 2020 | 16:52

Uno studio condotto per conto della Società Europea di Cardiologia ha rivelato che la maggior parte dei pazienti dimessi fanno fatica a cambiare il loro stile di vita. Farlo insieme al partner può aiutare.

Lo stile di vita sedentario, il fumo, l'alimentazione sbagliata, l'obesità, sono fattori di rischio cardiovascolare a cui bisogna porre riparo, in particolare dopo un evento l'infarto. E motivare i pazienti a cambiare le abitudini non è affatto facile. Lo sostiene Antonio Rebuzzi, professore di Cardiologia Università Cattolica - Policlinico Gemelli Roma in un intervento sul Messaggero. «Lo studio Euroaspire 4 ha rilevato in 24 Paesi, per conto della Società Europea di Cardiologia, i dati dei pazienti a un anno e mezzo da un evento coronarico. Se non profondamente motivati, il 49% di quelli che fumavano prima dell'infarto ha ripreso, il 60% di coloro che non facevano sport ha continuato l'inattività e l'80% degli obesi non è riuscito a perdere dopo il ritorno a casa».

Una dieta sana insieme al partner può aiutare a guarire dopo un infarto - Dopo un infarto, la dieta col partner aiuta a guarire meglio e più in fretta
Una dieta sana insieme al partner può aiutare a guarire dopo un infarto

«Come fare, dunque, ad avere successo nel convincere il paziente? All'ultimo congresso della Società Europea di Cardiologia Lotte Verwely del Dipartimento di Cardiologia dell'Academic Medical Center di Amsterdam ha dato una interessante risposta a questa domanda, dimostrando che quando la coppia si unisce nello sforzo, chi ha avuto un infarto hanno maggiori probabilità di riuscire a cambiare le abitudini. L'analisi - ricorda Rebuzzi - si è concentrata su 411 pazienti a cui sono stati indirizzati programmi di stile di vita per ridurre il peso o incrementare l'attività fisica o per smettere di fumare.

Nella metà dei casi è stato coinvolto, oltre al paziente, anche il partner, che ha anche lui/lei volontariamente modificato le normali abitudini. Rispetto a quelli senza partner, i pazienti in cui il partner era coinvolto avevano più del doppio di probabilità di riuscire a raggiungere l'obiettivo che si erano proposti. Esaminando l'influenza benefica del partner nelle singole aree si è visto che un partner partecipante aiuta maggiormente nella perdita di peso, con un raggiungimento dell'obiettivo in quasi il triplo dei pazienti accompagnati nel sacrificio, rispetto a quelli in cui il partner non era coinvolto».

«Le coppie hanno spesso stili di vita simili e cambiare le abitudini è indubbiamente più difficile se chi ti è accanto continua come prima. Il miglioramento nella cessazione del fumo e nell'incremento dell'attività fisica, pur presente, è stato meno significativo. Questi campi sembrerebbero risentire in maniera minore della presenza di un partner attivo e sarebbero più soggetti a motivazioni o abitudini individuali», conclude Rebuzzi.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


salute health benessere infarto dieta stile di vita partner obesi cardiologo cuore dieta alimentazione Universita Cattolica Policlinico Gemelli Antonio Rebuzzi

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®