Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 05 agosto 2021 | aggiornato alle 17:32 | 76994 articoli in archivio

Immagini choc, tasse e nuovi divieti Misure al vaglio contro il tabagismo

L’ultima iniziativa contro il tabagismo viene dal ministero della Salute, che propone l’uso di immagini choc sui pacchetti di sigarette, oltre a una serie di norme, tra cui il divieto di fumare in auto con donne incinte

04 agosto 2015 | 09:37

Immagini choc, tasse e nuovi divieti Misure al vaglio contro il tabagismo

L’ultima iniziativa contro il tabagismo viene dal ministero della Salute, che propone l’uso di immagini choc sui pacchetti di sigarette, oltre a una serie di norme, tra cui il divieto di fumare in auto con donne incinte

04 agosto 2015 | 09:37

Da quando il problema del fumo di sigarette è emerso con prepotenza, sono state molte le iniziative volte a debellarlo. L’ultima arriva dal ministero della Salute, che propone la stampa di immagini choc sui pacchetti di sigarette, insieme ad altre misure anti-fumo su cui sta lavorando. Ma si potrebbe anche aumentare il costo di questi prodotti: una misura che risarcirebbe i costi della sanità per i danni causati dal consumo stesso di sigarette. È ciò che suggerisce Armando Santoro, direttore del Cancer Center di Humanitas e docente di Humanitas University, di cui riportiamo il commento tratto da Humanitasalute.it.




Immagini choc sui pacchetti di sigarette, si tratta di una buona iniziativa?
«È un’eccellente misura: tutto ciò che può contribuire a rendere più efficace la lotta contro il fumo di sigaretta dev’essere sostenuto con favore», dice il professor Armando Santoro. «Solo i numeri dovrebbero spingerci ad appoggiare questo tipo di iniziative: il fumo causa 80mila decessi l’anno ed è il principale fattore di rischio di tumore al polmone».

Come ricorda l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) il fumo è una delle più gravi minacce mai affrontate, causa di 6 milioni di morti l’anno: oltre 5 milioni derivano direttamente dal vizio del fumo mentre oltre 600mila sono risultato del fumo passivo.

«Difficile dire con precisione quanto la decisione di stampare immagini choc sui pacchetti di sigarette potrà essere efficace, individuando ad esempio quante persone avranno smesso di fumare dopo aver visto queste foto. Ma certamente è una misura che va nella giusta direzione», aggiunge il professor Santoro.

La stessa Oms ha validato l’utilità di queste immagini choc nel ridurre il numero di minori che iniziano a fumare. Grafiche e disegni possono convincere chi fuma a proteggere la salute dei non fumatori e aumentare la consapevolezza sui rischi per la salute.

Tra le altre norme anti-fumo al vaglio del ministero della Salute c'è anche la riduzione dello spazio riservato alle marche delle sigarette, il divieto di fumare in auto alla presenza di donne incinte e minori e il no all’aggiunta di aromi al tabacco, come mentolo e vaniglia, per renderlo più gradevole.

Quale sarebbe la misura più efficace per disincentivare l’abitudine del fumo?
«Indubbiamente una fortissima tassazione sui pacchetti di sigarette. Il prezzo dovrebbe raddoppiare - suggerisce lo specialista - soprattutto per allontanare i ragazzi da questo rischio: comprare le sigarette sarebbe molto più difficile. Una misura ampiamente giustificata in termini economici per gli alti costi generati dal fumo di sigaretta che gravano sul sistema sanitario nazionale».

Il Cancer Center è il centro specialistico di Humanitas dedicato alla ricerca e al trattamento dei tumori. Ma non solo. L’istituto è impegnato da sempre nella promozione della cultura della salute e di stili di vita sani per la prevenzione delle principali patologie. Tra le diverse iniziative Smok-ink, un progetto di sensibilizzazione contro il tabagismo che ha coinvolto 500 ragazzi delle scuole medie e superiori. I ragazzi hanno ricevuto tutte le informazioni sui rischi per la salute che il fumo comporta e hanno potuto ammirare un’opera d’arte molto particolare. Una tela di 60 metri dipinta dall’artista Ozmo con 5 litri d’inchiostro ottenuti dalla spremitura di 4mila sigarette.

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali