Sofidel Papernet
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 10 luglio 2020 | aggiornato alle 11:59| 66648 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Molino Quaglia
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Gli studenti non dormono abbastanza
La soluzione? Nuovi orari a scuola!

Gli studenti non dormono abbastanza 
La soluzione? Nuovi orari a scuola!
Gli studenti non dormono abbastanza La soluzione? Nuovi orari a scuola!
Pubblicato il 19 agosto 2015 | 12:02

La scuola inizia troppo presto, e influenza negativamente i bioritmi di bambini e adolescenti. Gli scienziati americani dei Cdc ritengono opportuno ritardare l’orario d’inizio delle lezioni per la salute dei ragazzi

Una corsa a ostacoli quotidiana fra tazze di latte da ingollare, doccia, vestiti e zaini da preparare al volo per arrivare in tempo in classe. A meno di un mese dalla ripresa delle lezioni, però, quest'anno gli studenti italiani più dormiglioni trovano degli inattesi alleati Oltreoceano: gli scienziati dei Centers for disease control and prevention (Cdc) Usa. Gli esperti nei giorni scorsi hanno sollevato una polemica negli States, affermando che la scuola - la cui ripresa è alle porte - inizia troppo presto per i bioritmi di bambini e soprattutto adolescenti.



In questo modo i ragazzi non riescono ad accumulare il necessario quantitativo di riposo - 8,5-9,5 ore a notte - e rischiano non solo di incappare in una serie di problemi di salute, ma anche di inanellare brutti voti. Gli esperti hanno esaminato i dati del dipartimento dell'educazione Usa (relativi al 2011-12), e spiegano che meno di una scuola secondaria di primo e di secondo grado su cinque inizia dopo le 8.30. In media il portone si apre alle 8.03. Ebbene, secondo l'American Academy of Pediatrics in questo modo gli studenti, specie i più grandicelli - che in genere vanno a letto più tardi - non riescono a dormire a sufficienza. «Un problema comune fra gli studenti delle superiori, associato - rilevano i Cdc - a diversi problemi per la salute: dal sovrappeso al consumo di alcol, fino al fumo. E anche a una scarsa performance accademica».

Gli scienziati hanno esaminato 39.700 scuole pubbliche (medie e licei) americane: in media l'inizio delle lezioni è alle 8.03. Gli adolescenti che non dormono abbastanza finiscono - avvertono i ricercatori - per accumulare peso, non fare abbastanza attività fisica, soffrire di sintomi depressivi e adottare abitudini insidiose (alcol, fumo e abuso di sostanze), accumulando brutti voti a scuola. La ricetta per evitare tutti questi problemi è semplice, almeno all'apparenza: gli adolescenti dovrebbero poter riposare circa 8,5-9,5 ore a notte, per migliorare salute, qualità della vita e voti in pagella.

Come fare? Tutti gli adulti possono giocare un ruolo importante: i primi sono i genitori. Gli esperti dei Cdc li invitano a fissare orari regolari per andare a letto e svegliarsi al mattino, senza troppe alterazioni nei fine settimana: «Un aspetto raccomandato per tutti: bambini, adolescenti e adulti». Se i ragazzi hanno un orario da rispettare, finiscono di sicuro «per dormire più a lungo rispetto ai coetanei» liberi di andare a nanna quando vogliono. È bene poi ridurre la luce in cameretta di sera e di notte, anche quella dei dispositivi elettronici come pc, telefonini e tablet: disturba il sonno. Anche l'uso della tecnologia è nemico di Morfeo, dopo una certa ora. L'invito ai genitori è quello di bandire i telefonini la sera e di toglierli dalla cameretta. Ma anche di rivolgersi ai dirigenti scolastici locali per sollecitare un “ritardo” nell'avvio delle lezioni.

Ritardare la campanella, però, può non essere semplice. Sicuramente gli ostacoli più gettonati saranno di tipo organizzativo, ma anche relativi ai costi dei trasporti scolastici, ammettono i Cdc. I benefici di un risveglio ritardato però sono chiari. E anche i medici possono fare la propria parte, dicono i Cdc: è importante che educhino i propri pazienti adolescenti e i loro genitori, informandoli sull'importanza del sonno e sui fattori che possono contribuire a ridurlo troppo, specie fra i teenager. Perfino i presidi dovrebbero leggere di più: sono invitati a consultare i testi e le ultime ricerche su sonno, orario delle lezioni e salute degli studenti. «Una buona igiene del sonno, combinata con un inizio delle lezioni» più comodo, «permetterà agli adolescenti di essere più sani e di ottenere risultati migliori», assicurano gli studiosi. Chissà se questa autorevole posizione basterà a rivoluzionare gli orari scolastici.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


scuola orario sonno salute sovrappeso

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®