Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 12 luglio 2020 | aggiornato alle 15:59| 66674 articoli in archivio
Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Nuove regole per entrare in polizia
La massa grassa conta più dell'altezza

Nuove regole per entrare in polizia 
La massa grassa conta più dell'altezza
Nuove regole per entrare in polizia La massa grassa conta più dell'altezza
Pubblicato il 03 agosto 2015 | 12:40

Massa grassa, forza muscolare e metabolismo sono i nuovi requisiti che sostituiscono quello dell’altezza come criterio per entrare a far parte delle forze dell’ordine, secondo il nuovo regolamento approvato dal Governo

Addio allo stereotipo del poliziotto grasso che mangia ciambelle in servizio. Il Consiglio dei ministri, su proposta del premier Matteo Renzi, ha approvato un nuovo regolamento sui requisiti fisici per entrare a far parte delle forze dell’ordine. Esce dalla finestra la regola dell’altezza minima, per far entrare dalla porta quella della, per così dire, “prestanza fisica”. La percentuale di massa grassa sostituisce quindi il requisito dei centimetri d'altezza. Ad esempio, se prima, per entrare in polizia, serviva un’altezza di 165 cm per gli uomini e 161 per le donne, il nuovo regolamento obbliga invece a prendere in considerazione una serie di percentuali: la massa grassa, la forza muscolare e il metabolismo. Sicuramente si tratta di un concetto inedito.



Il regolamento, in base alla legge approvata a gennaio, cancella l’altezza e inserisce “composizione corporea, forza muscolare e massa metabolicamente attiva”, che costituiranno “l’imprescindibile idoneità” fisica di militari e poliziotti. Come misurare però quest’ultima? Nel seguente modo. La percentuale di massa grassa dovrà essere non inferiore al 7 e non superiore al 22% per gli uomini; per le donne, il range andrà dal 12 al 30%. Poi c’è la forza muscolare: almeno 40 kg per gli uomini e 20 per le donne. Infine, si considererà la massa metabolicamente attiva, misurata in percentuale di massa magra teorica presente nell’organismo: non inferiore al 40% per i maschi ed al 28% per le femmine. Ma, se qualcuno potrà coronare il proprio sogno, alcuni dei diretti interessati non sono granché convinti della bontà di questa trovata.

«Sembra un’escamotage per rimediare all’errore di abolire l’altezza come requisito fisico - è il commento di Gianni Tonelli, segretario nazionale del Sap (Sindacato autonomo di polizia) - l’unico che secondo noi andava mantenuto, perché come fa un poliziotto alto un metro e 55, mettiamo, a inseguire un energumeno di un metro e 85?». 

Era comunque da tempo che si voleva abolire il requisito dell’altezza, anche a seguito di una serie di sentenze della magistratura. Ma qualcuno si chiede se il criterio del “grasso” non sia altrettanto discriminante. «Diciamo che aver annullato il parametro dell’altezza per introdurre quello della massa grassa o della forza muscolare, come se si fosse in una palestra di body building , non mi pare un passo in avanti ma uno indietro sul fronte del politicamente corretto», è la riflessione di Daniele Tissone, segretario generale del Silp-Cgil.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


salute peso forma forze dell'ordine massa grassa metabolismo forza muscolare

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®