Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 05 luglio 2020 | aggiornato alle 12:05| 66553 articoli in archivio
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Pranzo sano, caffè amaro e passeggiata
I segreti per una digestione corretta

Pranzo sano, caffè amaro e passeggiata 
I segreti per una digestione corretta
Pranzo sano, caffè amaro e passeggiata I segreti per una digestione corretta
Pubblicato il 08 novembre 2016 | 15:23

Per una buona digestione è importante adottare alcuni accorgimenti, come evitare a pranzo carne o formaggi grassi, stare attenti allo stress e all'ansia, e dopo pasto bere un caffè senza o con poco zucchero

Una corretta postura durante i pasti, una passeggiata immediatamente dopo, un caffè rigorosamente non troppo zuccherato, e ancora uno stato d'animo rilassato, influiscono positivamente sulla digestione. Ne parla Beatrice Salvioli, gastroenterologa in Humanitas, in un articolo pubblicato sul settimanale Viversani e Belli, riportato di seguito e tratto per intero da Humanitasalute.




Posizione corretta a tavola
Occorre consumare i pasti seduti e con la schiena ben diritta. Se si mangia stando curvi sul piatto si comprime il diaframma che, premendo su stomaco e polmoni, può influenzare la funzionalità dell’apparato digerente, rendendo difficile la digestione.

«Ma anche chi soffre di scoliosi o cifosi - precisa la dottoressa Salvioli - ha spesso problemi digestivi, poiché i disallineamenti della colonna vertebrale possono creare tensioni sia fisiche sia fisiologiche, che si ripercuotono anche sugli organi viscerali, come il tratto gastrointestinale, causando la perdita della fisiologica motilità».

Gli stati d’animo influiscono sulla digestione
Ansia, agitazione, preoccupazioni e arrabbiature possono influire sui processi digestivi, perché le emozioni «innescano meccanismi involontari di difesa - spiega la dottoressa Salvioli - tra cui l’affanno, che blocca il respiro all’altezza del diaframma e ostacola l’espansione dello stomaco e il buon funzionamento dei visceri».

Inoltre, «le tensioni che si generano quando si è alterati o si ha paura - continua la specialista - favoriscono la produzione degli ormoni dello stress (come il cortisolo) che, insieme a varie particelle che stimolano l’innervazione dei visceri, rallentano lo svuotamento dello stomaco e velocizzano la motilità dell’intestino».

Se ci si trova in questi stati d’animo, prima di mangiare occorre ritrovare la calma, per esempio, facendo una passeggiata all’aria aperta.

Una passeggiata dopo pranzo
Oggi giorno molte persone, per ottimizzare il poco tempo a disposizione, consumano pranzi veloci e sbrigano alcune commissioni nella pausa. Nulla di più sbagliato per una buona digestione, che richiede, invece, la calma. Una passeggiata dopo i pasti favorisce il processo digestivo poiché, mantenendo la posizione eretta, lo stomaco si svuota più velocemente.

La camminata veloce, invece, è sconsigliata perché richiede un maggiore apporto di sangue e ossigeno alle gambe, togliendolo allo stomaco. Quest’ultimo senza le risorse necessarie non riesce a lavorare bene e si avverte una sensazione di pesantezza.

Bagno caldo dopo i pasti?
Tutti sanno che non bisogna bagnarsi con l’acqua fredda dopo i pasti, perché si può incorrere addirittura in una congestione. Anche un bagno caldo è controindicato, poiché la posizione nella vasca non favorisce il transito del cibo. La cosa migliore, se non se ne può fare a meno, è fare una doccia, che obbliga a una posizione eretta, ma sempre in un ambiente riscaldato.

I cibi difficili da digerire
Le proteine di origine animale, quali i formaggi grassi e la carne, rallentano la digestione, perché richiedono tempi lunghi per essere digerite. «Il consiglio - aggiunge l'esperta - è quello di non consumare questi cibi la sera, ma piuttosto a pranzo».

Da evitare anche le bibite gassate dopo un pasto abbondante. Il caffè, se non troppo zuccherato e non a digiuno, assunto nelle giuste dosi ha degli effetti benefici sull’apparato digerente. Infine, contrariamente a quanto si pensa, i cibi fritti non fanno male, a patto che si usi olio extra vergine di oliva e che quest’ultimo non venga riutilizzato più volte.

Gli integratori alimentari dopo i pasti
Gli integratori alimentari e i prodotti a base di erbe possono dare bruciore di stomaco. Questo non solo perché ciascuno può fare più o meno fatica a digerire alcune sostanze, ma soprattutto perché le capsule a volte non sono ben formulate. Infatti si tratta di involucri di gelatina che dovrebbero sciogliersi, in base alle diverse esigenze, nello stomaco o nell’intestino. Se si sciolgono troppo presto si può avvertire una sensazione di peso sullo stomaco. Il consiglio è quello di assumerli dopo i pasti.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Beatrice Salvioli Humanitas salute digestione postura ansia stress passeggiata congestione carne formaggio grasso

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®