Allegrini
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 03 luglio 2020 | aggiornato alle 22:09| 66544 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

A Capodanno con naso e bocca coperti
per evitare il fumo “passivo” dei botti

A Capodanno con naso e bocca coperti
per evitare il fumo “passivo” dei botti
A Capodanno con naso e bocca coperti per evitare il fumo “passivo” dei botti
Pubblicato il 29 dicembre 2016 | 12:17

La tradizione dei fuochi d’artificio nell’ultima notte dell’anno nasconde alcune insidie tra cui quella dell’inalazione del fumo prodotto dai botti i quali, inoltre, causano un aumento vertiginoso delle polveri sottili

Pare che quest’anno molte città rinunceranno a sparare i fuochi d’artificio per salutare il vecchio anno e accogliere quello nuovo, ma qualcuno non rinuncerà sicuramente. Dunque, per chi si troverà nei pressi di uno spettacolo fatto di fuochi e botti è consigliabile coprirsi naso e bocca per non respirare i fumi emessi che risultano tossici. Riportiamo di seguito alcuni consigli tratti per intero da un articolo di Humanitasalute.it.

Capodanno naso bocca coperti evitare il fumo passivo botti


«Anziani e bambini - spiega Antonio Voza, responsabile di pronto soccorso dell’ospedale Humanitas - oltre a chi è affetto da patologie di tipo respiratorio come l’asma, per esempio, dovrebbero evitare di respirare il fumo dei botti di Capodanno soprattutto se, insieme ai botti sono presenti anche fuochi colorati. Infatti, questo genere di botti di Capodanno, come per esempio fuochi d’artificio o i cosiddetti razzi, possono provocare problemi alla respirazione se inalati a causa del fumo saturo di microscopiche particelle di metalli polverizzati con cui si preparano i botti colorati».

«Problema poco conosciuto - prosegue Voza - gli spettacoli con i botti di Capodanno inducono un aumento vertiginoso delle polveri sottili nell’aria che superano abbondantemente il valore limite tollerato. Le sostanze così rilasciate nell’aria, che diventa densa e talvolta irrespirabile anche per chi non soffre di patologie respiratorie, aumentano la concentrazione di polveri come stronzio, bario, rame, alluminio, titanio e ferro che possono provocare irritazione delle alte vie respiratorie, indurre crisi asmatiche in chi soffre di asma, e difficoltà respiratorie in anziani e bambini. Per questo motivo, anche se gli effetti di saturazione dell’aria dovuti alle polveri dei metalli si riscontrano a circa venti minuti dall’esplosione, se si desidera assistere agli spettacoli pirotecnici dei fuochi di Capodanno, è raccomandabile coprire bocca e naso con una semplice sciarpa o un fazzoletto ed evitare di esporsi al “fumo di Capodanno” per tempi prolungati».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


fuochi d'artificio botti naso bocca asma Humanitas Capodanno

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®