ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 19 settembre 2020 | aggiornato alle 20:58 | 67855 articoli in archivio
Castel Firmian
Ros Forniture Alberghiere

Passeggiare dopo i pasti e bere molto
per evitare indigestioni e gonfiore

Passeggiare dopo i pasti e bere molto 
per evitare indigestioni e gonfiore
Passeggiare dopo i pasti e bere molto per evitare indigestioni e gonfiore
Pubblicato il 30 dicembre 2016 | 11:40

Otto consigli degli esperti per evitare indigestioni e sensazioni di gonfiore. Mangiare lentamente, passeggiare dopo i pasti, limitare alcolici, dolci e frutta secca, bere molto e sfatare il mito del digiuno pre festivo

Tra pranzi natalizi e cenoni di Capodanno lo stomaco è messo a dura prova. La golosità e i piatti iper calorici fanno gola, ma una volta che ci si alza da tavola bisogna fare i conti con la digestione. Tra le conseguenze più comuni e fastidiose, c’è lo spiacevole senso di gonfiore. Ma esistono alcuni accorgimenti da adottare per non rovinarsi le feste. Riportiamo il parere di Manuela Pastore, dietista clinico della direzione sanitaria dell’Istituto clinico Humanitas, in un articolo tratto per intero da Humanitasalute.

Mangiare piano camminare dopo pasti così aiuta digestione abbuffate


Pancia gonfia, senso di peso, digestione lunga sono alcuni degli effetti indesiderati delle abbuffate di Natale e Capodanno. «Un pasto come quello del pranzo di Natale o del cenone di Capodanno - spiega Manuela Pastore, dietista clinico della direzione sanitaria dell’Istituto clinico Humanitas - è una prova impegnativa per il nostro apparato digerente. Adottare tutto l’anno una dieta variata, sana e ricca di fibra, compatibilmente con la propria tolleranza, senza dimenticare di fare movimento con regolarità in base alle nostre caratteristiche, ci porta in forma alle feste così il nostro apparato digerente può affrontare meglio le abbuffate delle feste. Infatti, se non è certo un giorno di stravizi a rovinarci la linea, con alcuni consigli è possibile godere delle prelibatezze del Natale senza avere pancia gonfia o spiacevoli disturbi digestivi».

  1. No al digiuno della vigilia: inutile saltare il pasto il 23 dicembre per abbuffarsi nella cena della Vigilia o al pranzo di Natale, e neppure saltare il pranzo alla vigilia del Capodanno. Il digiuno il giorno prima ci farebbe arrivare affamati e pronti, inevitabilmente, ad assalire stuzzichini e antipasti, spesso molto calorici e grassi. Con un inizio così tutte le altre portate possono solo peggiorare la situazione, anche se vengono diluite in diverse ore, e appesantire da subito il lavoro dell’intestino.
  2. Bocconi piccoli e mangiare lentamente: mangiare tanto e velocemente sono i presupposti per gonfiarsi e affaticare la digestione. Per evitare la pancia gonfia, meglio fare bocconi piccoli, masticare bene e mangiare lentamente, prendendosi del tempo, almeno a Natale, tra una portata e l’altra e chiedendo piccole porzioni, senza esagerare nelle quantità. Questo aiuta a limitare la fermentazione degli alimenti oltre a permettere di servirsi di tutte le pietanze e gustare ancor di più tutte le prelibatezze tipiche di questi pranzi.
  3. Moderazione con gli alcolici: oltre al numero di bicchieri di vino a pasto, è bene limitare i brindisi ed evitare digestivi e superalcolici a fine pasto perché aumentano molto l’apporto calorico dei pranzi delle feste oltre ad affaticare il fegato.
  4. Dolci sì, ma gli avanzi solo a colazione: dulcis in fundo in tutti i sensi, i dolci della tradizione natalizia sono un ulteriore “mattoncino” da digerire perché ricchissimi di grassi e zuccheri che fermentano molto facilmente. Una fettina piccola di panettone, pandoro o di qualunque altro dolce di cui la tradizione natalizia italiana è ricca va bene a fine pranzo, ma gli eventuali avanzi solo a colazione nei giorni successivi, se proprio non se ne può fare a meno.
  5. Meglio evitare frutta secca e cioccolatini: oltre ad aumentare notevolmente l’apporto calorico dell’interno pranzo affaticando ulteriormente la digestione, frutta secca, frutta essiccata e cioccolatini sono come le ciliegie e cioè “una tira l’altra”. Difficile smettere se sono sulla tavola: meglio evitare.
  6. Acqua per limitare la ritenzione idrica: tipica delle feste, causata dagli stravizi del periodo di Natale, la ritenzione idrica che provoca in molti un fastidioso gonfiore può essere limitata bevendo molta acqua o tisane.
  7. Passeggiare aiuta l’intestino: alzarsi dal tavolo per camminare un po’, aiuta sia la digestione sia permette di smaltire calorie e liquidi. L’ideale è una bella e lunga passeggiata fuori casa per allontanarsi dalle fonti di calore.
  8. The day after: è consigliabile evitare il digiuno il giorno dopo o saltare il pasto serale del giorno di Natale: meglio un pasto leggero con passati di verdure, zuppe di legumi o minestroni perché aiutano a disintossicarsi.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


pancia gonfia digestione abbuffata pranzo di Natale cena di Capodanno consiglio pranzo cena digiuno Humanitas

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®