Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 03 luglio 2020 | aggiornato alle 11:55| 66529 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Crema solare, consigli per l'uso
per un'abbronzatura sana e sicura

Crema solare, consigli per l'uso 
per un'abbronzatura sana e sicura
Crema solare, consigli per l'uso per un'abbronzatura sana e sicura
Pubblicato il 06 luglio 2016 | 18:38

Evitare scottature causate dal sole significa allontanare il rischio di malattie della pelle. Per farlo, utilizzare spesso la crema solare, spalmarla su tutte le parti del corpo esporte e... non esagerare con il sole!

L'estate è arrivata, gli italiani si riversano in massa lungo le spiagge della Penisola (e non), alcuni nella speranza di divertirsi, altri per rilassarsi, ma un po' tutti vorranno prendere quella giusta tintarella per rincasare abbronzati a dovere. Ma non bisogna mai dimenticare che prendere il sole, senza un'adeguata protezione, può essere nocivo per la pelle, e, a lungo andare, le scottature possono nuocere alla salute del soggetto. Riportiamo di seguito i validi consigli di Antonio Costanzo, direttore dell'unità di Dermatologia dell'ospedale Humanitas, tratti da Humanitasalute.




Sole non nelle ore più calde del giorno, crema solare ogni due ore e alto fattore di protezione se si hanno tanti nei. Così l’abbronzatura è sana e sicura! Siamo ormai nella fase in cui gli orli delle gonne salgono sopra il ginocchio, i progetti per l’estate prendono forma e, per chi non ci ha già pensato, arriva il “demone” della prova costume. Milioni di italiani si riversano in massa al mare, sulle spiagge della Penisola e non solo: tempo di bagni, di relax e di “tintarella”.

Il sole però, lo sappiamo, può essere molto pericoloso: le scottature, oltre ad essere fastidiose, nel tempo possono diventare un fattore di rischio anche per la salute. Quanto è pericolosa l’abbronzatura? C’è un modo corretto per stare al sole? Lo abbiamo chiesto al professor Antonio Costanzo, direttore dell’unità di Dermatologia dell’ospedale Humanitas e docente di Humanitas University.

Professore, abbronzarsi è pericoloso per la salute?
A condizione di sapere quali siano i comportamento corretti da tenere, assolutamente no. Prendere il sole, di per sé, fa bene alla salute, perché permette all’organismo di assorbire vitamina D, ed all’umore, perché favorisce la produzione ed il rilascio di endorfine. Come per la maggior parte delle cose, però, quando non si rispettano le regole, si rischia di fare danni irreparabili. L’esposizione al sole deve essere limitata, in particolar modo per bambini ed anziani, alle ore meno calde della giornata.

Il colorito sano che caratterizza le persone che seguono questa semplice regola è un segno di buona salute; al contrario, chi ricerca a tutti i costi una abbronzatura “estrema” e di conseguenza innaturale, anche al prezzo di rimanere al sole per molte ore di fila e di scottarsi, farà sicuramente dei danni alla propria pelle e, negli anni, anche alla propria salute. È infatti dimostrato che le scottature rimediate, e specialmente quelle che si sono verificate in giovane età, aumentano significativamente la probabilità di sviluppare il melanoma e gli altri tumori della pelle.

I consigli per un’abbronzatura sicura:
  • Utilizzare spesso le creme solari, da riapplicare ogni due ore circa;
  • Coprire con la crema solare tutte le parti del corpo esposte;
  • Non esagerare con il sole, cercando di rimanere all’ombra almeno nelle ore centrali della giornata;
  • Specialmente per chi ha la pelle molto chiara e ha molti nei, è importante scegliere un fattore di protezione alto, anche perché i parametri sui quali i produttori si basano per valutare il fattore di protezione sono basati su un utilizzo molto abbondante della crema stessa.

«Se è utilizzata in maniera intelligente - continua Antonio Costanzo - la crema solare può essere un grande aiuto. Il problema è che la maggior parte delle persone che ne fanno uso non lo fa in modo proprio: la si utilizza saltuariamente, si usa un fattore di protezione troppo basso o, peggio ancora, la crema solare costituisce un alibi per rimanere esposti alla luce del sole per tutto il giorno. Le creme in commercio, quasi tutte di buona qualità, sono uno strumento utile per contrastare il fotoinvecchiamento (l’invecchiamento visibile della pelle); alcune delle più “teconologiche” contengono addirittura enzimi in grado di riparare il danno genetico indotto dalle radiazioni solari».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


crema solare sole estate abbronzatura vacanza pelle neo tumore tintarella protezione Antonio Costanzo Humanitas salute

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®