Sofidel Papernet
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 14 luglio 2020 | aggiornato alle 12:51| 66708 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Pattinare aiuta la coordinazione
Ma attenzione ai traumi da caduta

Pattinare aiuta la coordinazione 
Ma attenzione ai traumi da caduta
Pattinare aiuta la coordinazione Ma attenzione ai traumi da caduta
Pubblicato il 03 gennaio 2017 | 10:17

Il pattinaggio è un grande classico del periodo invernale. Uno sport che allena i muscoli delle gambe e migliora la coordinazione. Ai meno esperti si consiglia il casco per proteggere la testa in eventuali cadute

La pista di pattinaggio è sempre una delle attrazioni più gettonate nel periodo invernale. Che sia in piazza, nei centri commerciali o su un lago ghiacciato pattinare, soprattutto in compagnia, diverte e dà sensazioni piacevoli oltre ad essere comunque uno sport e quindi capace, magari, di smaltire qualche abbuffata di troppo. Come tutti gli sport però può provocare infortuni anche seri se non si prendono le giuste precauzioni, a maggior ragione quando si ha a che fare con una superficie dura come il ghiaccio. Quali rischi corre il pattinatore? Come prevenire spiacevoli incidenti? La risposta è fornita da Piero Volpi, responsabile di Ortopedia del ginocchio e traumatologia dello sport dell’ospedale Humanitas in un articolo di Humanitasalute che riportiamo integralmente.

Pattinare sviluppa muscoli e coordinazione attenzione a traumi da caduta


Distese di ghiaccio su cui pattinare, ma anche divertirsi. Con le vacanze invernali i centri commerciali e le piazze di diverse città diventano delle piccole arene con le piste da pattinaggio, piene di luci e pronte a riempirsi di voci e risate. Gruppi di amici che si inseguono, bambini mano nella mano con i genitori e qualcuno già più avvezzo alle piroette.

Per chi non ha mai messo i piedi nei pattini il rischio di caduta è dietro l’angolo, ma anche la possibilità di subire il fascino di questa attività tra il ludico e lo sportivo e, perché no, farla diventare una costante tutto l’anno, indipendentemente dal Natale.

Quali sono i possibili benefici per una persona che vuole approfittare di queste piste estemporanee durante il periodo natalizio?
Per una persona sedentaria che mette i pattini una volta all’anno e sa pattinare, i vantaggi a livello fisico sono modesti. Certamente è un’attività ricreativa che può distrarre una persona e distogliere la sua attenzione dai pensieri della vita quotidiana; ma l’effetto “anti stress” è legato all’esperienza inusuale più che al pattinare in sé.

Con il pattinaggio migliorano equilibrio e coordinazione. Se invece una persona è mediamente allenata, si mantiene attiva durante tutto l’anno, magari facendo jogging o andando in bici - e sa come usare i pattini - passare qualche ora su una pista di ghiaccio può inserirsi dignitosamente in questa routine. Pattinare è infatti un’attività aerobica che impegna l’apparato cardiorespiratorio anche se il dispendio di energie dipende dalla velocità e intensità dell’esercizio.

I benefici a livello fisico sono naturalmente maggiori se il pattinaggio esce dai circuiti ludici del Natale e diventa un’attività costante tutti i mesi: «Una condizione imprescindibile per poter praticare pattinaggio è la disponibilità degli impianti. Detto ciò - continua il dottor Volpi - sicuramente il pattinaggio impegna e tonifica la muscolatura delle gambe. Inoltre permette di migliorare l’equilibrio e le cosiddette qualità coordinative, soprattutto se si pattina sul ghiaccio e non sulla pista».

«Essendo uno sport piuttosto tecnico sarà necessario prendere delle lezioni dapprincipio e imparare a padroneggiare la tecnica. In questo modo si potrà sfruttare il potenziale del pattinaggio e beneficiarne dal punto di vista fisico. Non dimentichiamo l’importanza del riscaldamento prima di entrare in pista per migliorare la flessibilità e la forza muscolare con esercizi di stretching».

Per il “pattinatore della domenica”, invece, cosa consiglia?
Se è totalmente digiuno di pattinaggio il consiglio è di usare la massima prudenza. Per testare le sue capacità nel tenersi in equilibrio sui pattini può cominciare sostenendosi sulla balaustra, mentre per i più piccoli - per i quali raccomando l’uso del casco - ci si potrà affidare alla presenza di un adulto. Per chi riesce già a muoversi liberamente in pista ma è ancora poco esperto, il consiglio è di non aumentare la velocità: ricordiamo che si pattina su superfici dure e che le cadute possono essere anche piuttosto serie e a carico di molti distretti dell’apparato scheletrico. Per questi motivi è preferibile che una persona un po’ più in là con gli anni, con maggiori difficoltà a mantenersi in equilibrio, non s’improvvisi pattinatore.


© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


pattinaggio muscoli coordinazione casco trauma caduta Humanitas Piero Volpi salute

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®