Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 10 luglio 2020 | aggiornato alle 08:41| 66643 articoli in archivio
Allegrini
Molino Quaglia
HOME     SALUTE     STILE DI VITA

Mal d'orecchi quando si viaggia in aereo
Per ridurlo, masticare una gomma

Mal d'orecchi quando si viaggia in aereo 
Per ridurlo, masticare una gomma
Mal d'orecchi quando si viaggia in aereo Per ridurlo, masticare una gomma
Pubblicato il 19 agosto 2017 | 11:12

Tra chi viaggia molto spesso e chi per la prima volta sale in aereo, è diffuso il distrubo del mal d'orecchi, particolarmente fastidioso in fase di atterraggio. Tra i rimedi: gomma da masticare o un antidolorifico

Con la testa fra le nuvole... può risentirne l’udito. Durante un viaggio in aereo, infatti, capita spesso di avvertire una sensazione di ovattamento all’orecchio, un leggero calo dell’udito, un fastidio o anche un po’ di dolore. È il mal d’orecchi da aereo, un disturbo che può durare anche qualche ora dopo aver messo i piedi per terra. Quali accorgimenti si possono mettere in pratica per evitarlo? L’abbiamo chiesto al dottor Stefano Miceli, otorinolaringoiatra di Humanitas.

Mal d'orecchi quando si viaggia in aereo Per ridurlo, masticare una gomma

Il mal d’orecchi (chiamato anche barotrauma) può colpire solo un orecchio o entrambi e si manifesta più di frequente nelle fasi conclusive di un volo aereo. A causarlo è un disequilibrio tra il livello della pressione dell’aria nell’orecchio medio e quello nello spazio in cui ci si trova.

All’atterraggio può capitare che, specie sa la cabina dell’aereo non sia ben pressurizzata o se il soggetto abbia un po’ di semplice raffreddore, la pressione dell’aria nell’aereo aumenti velocemente e la tuba di Eustachio (il condotto che collega l’orecchio medio alla rinofaringe dove viene regolata la pressione nel cavo del timpano) non riesca a reagire prontamente a questo sbalzo pressorio; si crea quindi una pressione negativa nel cavo del timpano che genera una retrazione della membrana timpanica da cui deriva il senso di ovattamento e il dolore.

Dottor Miceli, cosa si può fare in fase di atterraggio per combattere il mal d’orecchi?
Sicuramente un accorgimento utile è quello di masticare una gomma per stimolare l’apertura e la chiusura della tuba di Eustachio in modo da poter pareggiare i livelli pressori tra l’orecchio medio e l’ambiente esterno. Nel caso in cui il soggetto sia affetto da raffreddore, al momento del viaggio aereo è utile assumere, prima o subito dopo l’atterraggio, un antidolorifico, tipo paracetamolo, per ridurre il fastidio e aspettare il tempo necessario che l’orecchio si liberi per effetto della normalizzazione della pressione ambientale.

Perché masticare aiuta?
Il masticare aiuta perché la contrazione dei muscoli della masticazione fa aprire e chiudere la tuba di Eustachio e ciò permette il passaggio di aria nell’orecchio medio compensando l’aumento della pressione esterna.

Se un soggetto presenta qualche disturbo all’orecchio deve stare particolarmente attento?
Assolutamente no. Gli unici accorgimenti da seguire sono di masticare la gomma, di assumere del paracetamolo in caso di dolore e di aspettare la naturale risoluzione del fenomeno, che di solito avviene nel giro di qualche ora.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


salute aereo mal di orecchie viaggio aereo humanitas esperto medico otorinolaringoiatra Stefano Miceli tuba di Eustachio

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®