ABBONAMENTI
 
Castel Firmian
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 19 settembre 2020 | aggiornato alle 21:18 | 67855 articoli in archivio
Castel Firmian
Ros Forniture Alberghiere

Quando è meglio allenarsi?
Al mattino o in pausa pranzo

Quando è meglio allenarsi? 
Al mattino o in pausa pranzo
Quando è meglio allenarsi? Al mattino o in pausa pranzo
Pubblicato il 23 luglio 2018 | 12:35

Allenarsi per mantenersi in forma è una tendenza che, fortunatamente, sta prendendo sempre più piede. Il tempo però è poco e le teorie tante con la domanda che è sempre la stessa: quando allenarsi?.

Qualcuno corre, pedala, nuota all’alba, qualcun altro lo fa nelle pause pranzo mentre altri scelgono la sera, finito il lavoro. Qualcuno deve accontentarsi dei weekend. Ma c’è un momento in cui allenarsi è più efficace? Ha risposto Daniela Lucini, responsabile di medicina dell’esercizio di Humanitas in un articolo pubblicato su Humanitasalute che qui riportiamo
integralmente.

(Quando è meglio allenarsi? Al mattino o in pausa pranzo)


Nessuna evidenza scientifica suggerisce l’ora migliore per fare sport. Non ci sono infatti prove attendibili che suggeriscano che in determinate ore del giorno si bruciano più calorie, ma è vero che l’orario scelto può avere degli effetti sul nostro corpo. La cosa più importante, secondo gli esperti, è scegliere un momento della giornata e non cambiarlo, in modo che fare esercizio diventi un’abitudine costante.

È bene seguire l’orologio corporeo che abbiamo sin dalla nascita e che non può essere modificato. Il nostro ritmo circadiano determina se siamo più nottambuli o più mattiniero e questo dato è da registrare per quello che è: c’è poco che possiamo fare per alterarlo. Il ritmo circadiano è influenzato dalla rotazione terrestre ed è in grado di influenzare le funzioni vitali come la pressione sanguigna, la temperatura corporea, i livelli ormonali e la frequenza cardiaca, che svolgono un ruolo molto importante nella preparazione del corpo per l’esercizio.

È importante dunque scegliere il momento in cui ci sentiamo meglio, anche se ci sono altri fattori che non possiamo evitare di considerare, come gli orari di lavoro e gli impegni famigliari. Se l’allenamento non è particolarmente intenso o di tipo agonistico, ma è qualcosa che facciamo con piacere e divertimento, qualsiasi orario va bene. L’importante è non farlo quando si è troppo stanchi.

Se si hanno problemi di costanza, scegliere la mattina come momento per allenarsi potrebbe essere l’ideale. Le ricerche suggeriscono infatti che le persone che si allenano al mattino tendono a rispettare l’impegno preso con il proprio corpo e a non saltare l’appuntamento con la palestra. Allenarsi la mattina significa infatti non lasciare che altre preoccupazioni, imprevisti o ritardi possano interferire con il momento che si è deciso di dedicare allo sport. Se ci si allena al mattino, quando la temperatura corporea è più bassa, è bene concedere più tempo alla fase del riscaldamento.

Quando l’insonnia interferisce con l’intenzione di fare sport alla mattina l’unico modo per arrivare pieni di energia è quello di mettere in atto tutti gli accorgimenti utili a rilassarsi prima di andare a dormire. Fra cui evitare di fare sport a tarda sera o mangiare troppo tardi, entrambe attività che aumentano la frequenza cardiaca e la temperatura corporea.

La mattina resta il momento ideale ma non tutti hanno la fortuna di poter conciliare attività fisica ed esigenze lavorative. Un altro ottimo momento è quello della pausa pranzo. Aiuta infatti a rilassarsi e a svuotare la mente. Se non troviamo tempo in questi due momenti della giornata, tenersi attivi dopo il lavoro o nelle ore serali è comunque meglio che non fare nulla.
 
Alzarsi presto e fare esercizi fisici resta molto spesso solo una buona intenzione. Ecco perché è più facile che si decida di allenarsi dopo il lavoro. Per alcune persone l’ora di pranzo è il momento migliore per esercitarsi, specialmente se i colleghi ci tengono compagnia. Basta pranzare dopo l’allenamento. Dopo un pasto il sangue che avrebbe bisogno di fluire nei muscoli sotto sforzo, si dirige tutto verso l’apparato digerente: dopo un pasto abbondante è necessario aspettare fino a 90 minuti prima di allenarsi.

L’ideale è provare vari momenti della giornata, tenendo in considerazione tutti i fattori e decidendo qual è davvero il momento migliore nella nostra giornata. Il fine deve essere quello di trovare un momento da dedicare costantemente all’esercizio fisico, che deve diventare parte integrante della nostra routine quotidiana. Stabilita un’abitudine, modificare orari, luoghi e attività potrà aiutare a non mollare, continuando ad allenarsi con costanza. Quando si è ancora nella fase in cui l’esercizio deve essere inserito nella nostra routine però è meglio non modificare i nostri programmi.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


salute health benessere iat italiaatavola Humanitas salute medicina stile di vita sport allenamento mattino pausa pranzo lavoro pasto

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®