Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 15 dicembre 2019 | aggiornato alle 15:33| 62568 articoli in archivio
HOME     SALUTE     MEDICINA

Poche armi contro il raffreddore
Ecco perché serve la prevenzione

Poche armi contro il raffreddore 
Ecco perché serve la prevenzione
Poche armi contro il raffreddore Ecco perché serve la prevenzione
Pubblicato il 03 dicembre 2019 | 14:43

È tra le infezioni virali più diffuse e ogni anno, con l’arrivo della stagione fredda, coglie di sorpresa il sistema immunitario di milioni di persone. Per curarlo c’è poco da fare, se non aspettare che passi.

Il raffreddore non è una malattia pericolosa, a meno che non si presenti in presenza di altre patologie, tuttavia non esistono cure efficaci per guarire, prima che faccia il suo normale decorso. Ne ha parlato Giovanni Colombo, otorinolaringoiatra di Humanitas in un articolo apparso su Humanitasalute, che pubblichiamo di seguito.

Il raffreddore è una delle infezioni più diffuse in assoluto (Poche armi contro il raffreddoreEcco perché serve la prevenzione)
Il raffreddore è una delle infezioni più diffuse in assoluto


Il rhinovirus si diffonde attraverso un contagio che di solito avviene stando a stretto contatto con una persona raffreddata. Le minuscole gocce d’acqua che si trovano nell’aria infatti sono sufficienti a scatenare l’infiammazione che segue nel corpo in seguito alla propagazione del virus. Molti virus del raffreddore inoltre resistono fino a 18 ore fuori da un organismo, quindi un ambiente può restare infetto per lungo tempo, mentre in media una persona raffreddata è più contagiosa nei primi tre giorni in cui sviluppa la sintomatologia.
 
Quando si parla di raffreddore è bene cercare di capire come facilitare la guarigione più che di vera e propria cura. Trattandosi di un virus e non di un batterio infatti gli antibiotici non hanno alcun effetto, mentre i comuni antinfiammatori, come dice lo stesso nome di questa categoria di farmaci, non possono fare altro che alleviare i sintomi dell’infiammazione. L’unica strategia sensata possibile è quindi quella di aspettare. Ciò però non significa che dovremmo continuare a fare quello che facciamo sempre. Uscire, frequentando magari ambienti affollati, non aiuta il sistema immunitario a combattere il virus che, d’altro canto, circola più facilmente contagiando nuovi soggetti sani.

Il riposo e l’isolamento sono invece il miglior modo per aiutare il corpo a guarire, evitando che il virus mieta altre “vittime”. Chi è raffreddato dovrebbe quindi lavorare da casa, evitare i luoghi affollati come i mezzi pubblici, tossire e starnutire portando alla bocca la parte interna dell’articolazione del gomito e non le mani. Chi non è raffreddato invece dovrebbe lavarsi spesso le mani, evitare di toccarsi di continuo la faccia e areare spesso i locali in cui si trova.
Da piccoli il sistema immunitario non ha ancora “memoria” di molte infezioni, quindi non sempre reagisce con prontezza, soprattutto nel caso di infezioni di tipo virale. Per questo motivo i bambini si ammalano più spesso. Inoltre, frequentando ambienti comunitari come asili e scuole è più facile trasmettersi il rhinovirus solo, banalmente, giocando.
 
Secondo le evidenze scientifiche odierne, probiotici, vitamine e integratori per “potenziare le difese immunitarie” in arrivo della stagione fredda non portano a particolari benefici per non raffreddarsi. Quello che invece resta valido è che un organismo in salute, con un apparato gastrointestinale non infiammato e non sottoposto allo stress ha meno probabilità di ammalarsi. Nei bambini l’igiene delle mani e la pulizia dei giocattoli può prevenire alcune infezioni.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


salute health benessere raffreddore virus infezione virale humanitasalute naso sternuto otorinolaringoiatra humanitas Giovanni Colombo

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).