ABBONAMENTI
Rotari
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 01 marzo 2021 | aggiornato alle 12:19| 72628 articoli in archivio
di Marco Di Giovanni
Marco Di Giovanni
Marco Di Giovanni
di Marco Di Giovanni

Quando le Stelle tramontano è TikTok a insegnarci (di nuovo) come mangiare

Quando le Stelle tramontano è TikTok a insegnarci (di nuovo) come mangiare
Quando le Stelle tramontano è TikTok a insegnarci (di nuovo) come mangiare
Primo Piano del 30 dicembre 2020 | 08:29

La Michelin perde autorevolezza da anni, così come le altre guide, e i cuochi, i locali e i brand si fanno forti di altri strumenti, specialmente online. L'ultimo è il social network TikTok. Pensiamo al trend "whipped coffee", o alle ricette brevi che, secondo gli analisti, portano a visibilità e al pienone dei ristoranti.

È stata una spinta iniziata già anni fa: da una parte una discesa costante della credibilità delle guide di settore. La Michelin, in primis, che seppur mantenga tutta la sua autorevolezza vede celebri cuochi da tutto il mondo pronti a "riconsegnare le stelle". Per non parlare del costante ignorare da parte della "Rossa" le pizzerie italiane, una mancanza fuor di ogni dubbio condizionata dal timore di un'ascesa italiana che minacci il primato francese. E dall'altra parte? Un nuovo fronte di comunicazione, che dopo Instagram sta osservando la scalata di TikTok. Incredibile come un social possa in qualche modo re-insegnarci a mangiare, vediamo come.

Quando le stelle tramontano è TikTok a dirci come mangiare

TikTok è un fenomeno ormai diffuso in tutto il mondo (tanto da aver scatenato un confronto internazionale tra Cina e Usa sull'uso dei dati sensibili dei suoi utenti). Il suo algoritmo ben strutturato suggerisce all'utente contenuti veramente rilevanti e rende virali video di diverso genere. Rende virali le challenge che vengono lanciate, riprese poi da tantissimi giovani (e non solo) nei loro singoli "post". Per intenderci: cercate un video di cibo e TikTok comincerà a sommergervi di migliaia di contenuti attorno alla tematica scelta.

Come pensare che questo non abbia delle conseguenze? Un esempio su tutti: il whipped coffee. Si tratta di una speciale crema di caffè, la cui ricetta spopola tra i video di TikTok, che nel 2020 è stata "sperimentata", pensate un po', dal 25% degli italiani. E il 53% di questi si dice intenzionato a non privarsene nemmeno nel 2021: è nato un vero e proprio trend, un'abitudine possiamo dire, grazie alla diffusione mediante il social network. La stessa situazione per i beyond burger: googlare questo nuovo prodotto inserendo nel campo di ricerca "TikTok" mostrerà l'infinità di risultati che vengono condivisi, tra scatti, assaggi e preparazioni di questa fake meat che ha incontrato il gusto del 22,5% degli intervistati in un sondaggio Deliveroo e rimarrà nelle tendenze del 2021 per il 45% dei coinvolti nel sondaggio stesso.

E proprio perché i più furbi le opportunità le sanno cogliere, dell'audience di TikTok ne hanno subito approfittato grandi catene come McDonald's e Burger King. Loro diverse challenge che hanno coinvolto moltissimi utenti per farli andare nei loro punti vendita. E il successo assicurato, effettivamente, è arrivato.

Da qui, come potevano molti chef non approfittare di questa opportunità? Prendiamo il caso di Bruno Barbieri. Il cuoco già pluristellato ha scalato le vette del social per aver affettato una carota sulle note di "Carote, carote, carote". Senza prendere casi di volti televisivi già famosi, tanti ristoranti "più piccoli" puntano sul traffico organico e sull'influencer marketing.

Per quanto riguarda gli chef, da sempre alla ricerca di premi e riconoscimenti per ottenere maggiore visibilità, il trend ora è quello di crearsi un personaggio sul social cinese. Lo conferma Alessio Atria, Mr. Tik Tok, interpellato da Dailyfood.it: «Alcuni chef hanno creato il personaggio grazie a TikTok e alla visibilità organica. In molti sono riusciti a riadattare le ricette in 30 secondi, massimo un minuto, ottenendo un successo strepitoso. Obiettivi: più notorietà, più traffico sulle altre piattaforme, montetizzazione e da lì collaborazioni con brand per sponsorizzate e, come ultima conseguenza, ristoranti sold out».

E dopo tutto, ci chiediamo, non è proprio questo lo scopo di entrare nelle Guide di settore? Ricevere sufficienti riconoscimenti per richiamare un pubblico desidoroso di assaggiare la propria cucina?

© Riproduzione riservata


“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


horeca ristorante guida Michelin pizzerie autorita settore Instagram TikTok Tik Tok social media whipped coffee beyond burger McDonalds Burger King challenge ricetta monetizzazione sponsorizzata sold out Bruno Barbieri Alessio Atria

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Surl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®