Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 30 novembre 2021 | aggiornato alle 01:03 | 79851 articoli in archivio

La mobilità elettrica nei vigneti: così l'enoturismo sarà più green

L’esempio d’eccellenza arriva con l’accordo tra il Consorzio di Tutela del Vino Morellino di Scansano Docg ed Enel X e promuove best practice relative alla circular economy sul territorio. Un modo per incrementare la sostenibilità di tutto ciò che ruota attorno alla filiera del vino, tra cui il turismo

di Emanuele Bottiroli
04 aprile 2021 | 05:00

La mobilità elettrica nei vigneti: così l'enoturismo sarà più green

L’esempio d’eccellenza arriva con l’accordo tra il Consorzio di Tutela del Vino Morellino di Scansano Docg ed Enel X e promuove best practice relative alla circular economy sul territorio. Un modo per incrementare la sostenibilità di tutto ciò che ruota attorno alla filiera del vino, tra cui il turismo

di Emanuele Bottiroli
04 aprile 2021 | 05:00

Idee chiare per la ripartenza post Covid facendo leva sul binomio territorio-sostenibilità nelle terre del Morellino di Scansano Docg. Si punta su una decisa accelerazione lungo la strada che porta alla sostenibilità, all’interno di uno dei territori del vino tra i più sensibili nel Paese riguardo alle tematiche della green economy. È questo l’obiettivo dell’accordo, uno dei primi nel suo genere in Italia, tra il Consorzio a tutela del Vino Morellino di Scansano Docg ed Enel X, la business line globale del Gruppo Enel che offre servizi per accelerare l'innovazione e guidare la transizione energetica. La partnership promuove best practice relative alla circular economy da applicare al territorio e alle attività nei vigneti, ai processi di produzione e alle lavorazioni accessorie che vengono svolte nelle cantine del territorio di produzione del Morellino di Scansano Docg.

Enoturismo all'insegna del green La mobilità elettrica nei vigneti Così l'enoturismo sarà più green

Enoturismo all'insegna del green


La collaborazione è stata presentata durante un evento digitale al quale hanno partecipato Stefania Saccardi, vicepresidente e assessora all’agricoltura della Regione Toscana; Leonardo Marras, assessore all’economia e al turismo della Regione Toscana; Augusto Raggi, responsabile Enel X Italia; Nicola Tagliafierro, responsabile sostenibilità di Enel X; Bernardo Guicciardini Calamai, presidente del Consorzio Tutela Morellino di Scansano; Alessio Durazzi, direttore del Consorzio Tutela Morellino di Scansano; Francesco Palumbo, direttore di Toscana Promozione Turistica.

Progetti di economia circolare

Enel X svilupperà progetti di economia circolare tra le imprese, anche attraverso il coinvolgimento dei Comuni del territorio; realizzerà attività di formazione e sensibilizzazione rivolte alle aziende consorziate sui principi e le opportunità offerte dalla Circulary Economy con focus su energia rinnovabile, efficientamento energetico, energy management; offrirà soluzioni di mobilità elettrica per gli spostamenti nei vigneti e in altri spazi interessati dall’iniziativa.

Vantaggio competitivo per le aziende

Si tratta di attività che si aggiungono al Circular Economy Report, il sistema di analisi ideato da Enel X, che ha l’obiettivo di analizzare lo stato di maturità circolare delle aziende del Consorzio e di individuare gli eventuali gap e le opportunità da cogliere. Grazie a questa analisi verranno individuate ulteriori soluzioni misurabili e concrete che, una volta implementate, permetteranno alle imprese di ottenere un vantaggio competitivo proprio grazie alle numerose opportunità offerte dall'economia circolare.

Mobilità elettrica sul territorio

Enel X avrà anche un ruolo importante nello sviluppo del progetto “Morellino Green”: un percorso di sostenibilità avviato dal Consorzio nel 2019 con l’obiettivo di promuovere e diffondere la mobilità elettrica sul territorio della denominazione, facendo diventare l’area del Morellino una delle prime Docg “EV friendly” d’Italia. Adesso l’obiettivo è di costituire un vero e proprio network di aziende dotate di stazioni di ricarica di Enel X per veicoli elettrici, garantendo una mobilità completamente “green”.

Coniugare economia circolare e produzione di qualità

«Coniugare economia circolare e produzione di qualità è la risposta ideale alle sfide della sostenibilità ambientale che siamo chiamati ad affrontare - ha dichiarato la vicepresidente e assessora all'agroalimentare della Regione Toscana Stefania Saccardi - Questo accordo è un esempio pilota e d’eccellenza che ancora una volta identifica la Toscana terra capace di guardare avanti e lontano, in grado di mettere in campo soluzioni concrete e all’avanguardia attente all’ambiente e all’agrodiversità di cui i vigneti del Morellino di Scansano rappresentano un esemplare di pregio».

Un esempio per altre realtà

«L’accordo è uno spunto importante per la Maremma: una buona pratica di sostenibilità che potrà essere d’esempio per altre realtà – commenta Leonardo Marras, assessore al Turismo della Regione Toscana – Un altro passo sulla strada tracciata già dalla Regione e Toscana Promozione Turistica con il progetto "costa e isole toscane destinazione sostenibile”. L’obiettivo di un turismo sempre più green, attento a preservare e valorizzare le peculiarità naturali dei territori, resta per noi prioritario e oggi dalla provincia di Grosseto lanciamo un bel messaggio anche in vista della stagione che abbiamo davanti. Sarà un’estate ancora complessa, ma che vedrà il primo graduale ritorno dei turisti stranieri e la predilezione, confermata, per mete sostenibili, per vacanze all’insegna della natura, del relax e dell’enogastronomia. Tutti elementi incarnati pienamente dal territorio del Morellino».

«La circular economy è un aspetto fondamentale della strategia di business di Enel X che offre ai partner soluzioni e servizi innovativi per affrontare le principali sfide poste dalla transizione energetica, un processo di cambiamento che interessa anche le attività produttive - ha dichiarato Augusto Raggi, responsabile Enel X Italia - L’accordo con il Consorzio Morellino di Scansano è un chiaro esempio in questa direzione e rappresenta uno dei primi casi concreti di sostenibilità integrata tra aziende e territorio. Un’iniziativa nella quale Enel X gioca un ruolo fondamentale, facendo da guida nel percorso di riutilizzo delle risorse, di efficientamento dei processi di produzione e di elettrificazione dei consumi finali, in un’ottica di sviluppo sostenibile».

La partnership promuove best practice relative alla circular economy La mobilità elettrica nei vigneti L’opportunità in più per le cantine
La partnership promuove best practice relative alla circular economy

L’offerta innovativa e sostenibile della Toscana

«La partnership con Enel X darà uno slancio decisivo al nostro territorio e alle sue cantine, da tempo particolarmente sensibili ai temi della sostenibilità nel suo complesso – commenta Bernardo Guicciardini Calamai, presidente del Consorzio Tutela del Morellino di Scansano Docg - Intendiamo preservare e valorizzare la biodiversità che la nostra denominazione ha la fortuna di custodire e per farlo abbiamo bisogno di strumenti concreti, come quelli che ci fornirà Enel X, che ci consentano di valutare il livello di maturità delle aziende del territorio nei confronti dei temi dell’economia circolare».

«Rigenerazione, sostenibilità e accessibilità sono al centro delle azioni di promozione turistica della Toscana, attraverso un dibattito e un continuo confronto tra le linee guida del turismo in Europa e gli stakeholder territoriali, ha dichiarato Francesco Palumbo, direttore di Toscana Promozione Turistica - Da tempo, con il Progetto "Toscana Costa e Isole sostenibili", che interessa 12 ambiti e 173 comuni, stiamo costruendo l’offerta attraverso soluzioni innovative per i servizi turistici e per il trasporto con una strategia che ci qualifica anche a livello internazionale. L’obiettivo infatti è quello di creare una piattaforma di offerta turistica sostenibile e competitiva, dalla quale sviluppare nuovi messaggi e motivazioni di viaggio. L’accordo di oggi crea una ulteriore consapevolezza diffusa ambientale e genera un virtuoso effetto moltiplicatore di buone pratiche in linea con le attività di promozione e le nuove sfide regionali nell’ambito dell’economia circolare».

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali