Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 24 settembre 2022 | aggiornato alle 19:04| 88077 articoli in archivio

Quei grappoli a terra tra i vigneti... e non è colpa della grandine

È la tecnica suggerita dall'enologo trentino Goffredo Pasolli, responsabile tecnico di Maso Poli, la tenuta fiore all'occhiello della famiglia Togn. L'accorgimento favorisce una maturazione più omogenea dei grappoli

di Giuseppe Casagrande
 
17 agosto 2022 | 16:50

Quei grappoli a terra tra i vigneti... e non è colpa della grandine

È la tecnica suggerita dall'enologo trentino Goffredo Pasolli, responsabile tecnico di Maso Poli, la tenuta fiore all'occhiello della famiglia Togn. L'accorgimento favorisce una maturazione più omogenea dei grappoli

di Giuseppe Casagrande
17 agosto 2022 | 16:50
 

La vendemmia 2022, anticipata di almeno due settimane rispetto al calendario canonico, da questa settimana in Trentino entrerà nel pieno della raccolta (almeno in fondovalle); in particolare nei vigneti di Chardonnay base spumante. E da qualche giorno in alcuni vigneti si notano alcuni grappoli a terra. Colpa della grandine? No, si tratta dell'innovativa tecnica utilizzata da Maso Poli, la tenuta fiore all'occhiello della famiglia Togn, un accorgimento che ha uno scopo ben preciso, favorire la maturazione omogenea dei grappoli.

Tenuta Maso Poli (Foto sito Maso Poli) Quei grappoli a terra tra i vigneti... e non è colpa della grandine

Tenuta Maso Poli (Foto sito Maso Poli)

La vendemmia in Trentino e la tecnica dei grappoli a terra di Maso Poli

Via via che i giorni passeranno la vendemmia salirà di quota per la raccolta dello Chardonnay di alta collina e tra qualche settimana sarà la volta del Pinot Nero, sempre a base spumante.

Per quanto riguarda le altre varietà a bacca rossa (Merlot, Cabernet, Marzemino, Teroldego, Lagrein) da qualche giorno in alcuni vigneti si notano alcuni grappoli a terra.

Colpa della grandine? No, per fortuna quest'anno i vigneti del Trentino (almeno finora) sono stati risparmiati da questa calamità. Quei grappoli a terra sono il risultato di una scelta precisa in campagna: il diradamento con il taglio della parte terminale del grappolo che avviene al momento della "invaiatura" quando cioè i grappoli cambiano colore. L'accorgimento ha lo scopo di favorire una maturazione più omogenea dei grappoli, il che garantirà una qualità superiore della vendemmia. Un tempo i contadini avrebbe gridato allo scandalo. Oggi non più.

DolceVita

Maso Poli (Pressano), una splendida balconata sulla Valdadige

Da tempo questa tecnica innovativa rientra tra gli accorgimenti prevendemmiali messi in atto da molte aziende. Tra queste citiamo Maso Poli (sita a Pressano), l'azienda agricola fiore all'occhiello della famiglia Togn, proprietaria anche dell'azienda vitivinicola Gaierhof di Roveré della Luna. Del taglio della parte terminale del grappolo ne è fermamente convinto Goffredo Pasolli, presidente dell'Associazione Enologi Enotecnici del Trentino Alto Adige, responsabile di produzione della tenuta Maso Poli, un vecchio "maso" del 1700 recentemente ristrutturato nel rispetto del paesaggio, ma con una nuova interpretazione architettonica della struttura. La tenuta, circondata da 15 ettari di terreno, 10 dei quali vitati, s'affaccia sulla Valdadige e sulla Piana Rotaliana da una posizione ideale per l'altitudine, la composizione del terreno e l'esposizione al sole al riparo dai venti freddi.

La filosofia di Maso Poli: «Dare anima al vino»

«Dare un'anima al vino, renderlo unico, irripetibile e intimamente legato al suo territorio»: sono queste le motivazioni e la filosofia di Maso Poli. Tutta l'attività dell'azienda agricola è dedicata alla coltivazione della vite che è concentrata solo su alcuni vitigni autoctoni e tipici, in base a parametri rigorosi che implicano selezione e ricerca costante per ottenere la massima qualità possibile in campagna prima e in cantina poi. Durante tutte le fasi di vinificazione Maso Poli attua un felice connubio di tecniche tradizionali e metodologie moderne. E il risultato lo si ritrova poi nel bicchiere. In alto i calici. Prosit.

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       


Hotel - Fiera Bolzano 2022