Allegrini
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 12 luglio 2020 | aggiornato alle 15:32| 66673 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

L'eredità di Expo 2015 ad Ancona
Una nuova accoglienza per i turisti

L'eredità di Expo 2015 ad Ancona 
Una nuova accoglienza per i turisti
L'eredità di Expo 2015 ad Ancona Una nuova accoglienza per i turisti
Primo Piano del 03 novembre 2015 | 16:46

Sperimentato con successo il presidio diffuso “Ancona e il suo territorio”, un laboratorio a cielo aperto e progetto multicentrico “guest oriented”. Il primo frutto concreto che il semestre di Expo 2015 lascia all'Italia. Un patrimonio di esperienze che traccia una prospettiva stimolante per il “dopo Expo”

Accogliere il turista, o meglio l'ospite, nel dopo Esposizione universale non sarà più la stessa cosa! Un riposizionamento culturale veramente epocale, un autentico switch, si è innescato in alcuni territori dalla sfida di Expo 2015. È il “caso” di Ancona e del suo territorio, che escono dal “semestre” con l'esperienza di un vero e proprio laboratorio a cielo aperto. Sono oltre 285mila le persone “intercettate” dal Presidio diffuso “Ancona e il suo territorio”, promosso da Camera di Commercio di Ancona e Marchet-Azienda speciale per l’internazionalizzazione, in linea con l’intento della Regione Marche di creare, in occasione nel semestre di Expo 2015, una rete coordinata di hub informativi e di accoglienza sull’intero ambito regionale.



Il presidio diffuso si è configurato come un innovativo contenitore di marketing territoriale, rivolto tanto all’ospite “business” così come a quello “leisure”, sviluppato attraverso la realizzazione di postazioni mobili allestite in occasione di eventi altamente caratterizzanti per il territorio, nonché di quattro punti informativi fissi collocati in punti nevralgici delle città di Ancona, Fabriano, Senigallia. Complessivamente sono state ben 21 le iniziative inserite nel circuito che, oltre alle già citate località, ha visto protagonisti anche i comuni di Castelfidardo ed Agugliano, il territorio dei Castelli di Jesi e la Riviera del Cònero. Grande attenzione riservata anche al b2b, con quattro incoming destinati ad operatori provenienti da oltre 24 Paesi, mirati a settori che caratterizzano fortemente l’economia provinciale, quali: agroalimentare, vino, turismo e attività portuali.



Un progetto multicentrico e “guest oriented”, in quanto concepito non per attendere l’ospite ma, al contrario, per accoglierlo attivamente nei luoghi e nelle situazioni dove si registrano i maggiori flussi in entrata. Il presidio diffuso ha coinvolto comunità e protagonisti del territorio, in rete con gli altri Presidi istituiti dalla Regione Marche in occasione dell’Esposizione universale. Di fatto, un patrimonio di esperienze che traccia una prospettiva stimolante per il “dopo Expo 2015”, in tema di competitività e promozione integrata del comprensorio provinciale. Sei mesi di “test sul campo” per saggiare e capitalizzare le capacità di networking del territorio e rendere protagonisti gli attori pubblico-privati della comunità provinciale, con una forte tematizzazione sui drivers indicati dalla Regione Marche per il Presidio anconetano: “Macro Regione Adriatico-Ionica” e “Blue economy”.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Ancona presidio diffuso Expo 2015 Marchet Macro Regione Adriatico Ionica Blue economy turismo

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®