Allegrini
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
mercoledì 08 luglio 2020 | aggiornato alle 05:40| 66594 articoli in archivio
Allegrini
Rational
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Incrementare la cultura dell’ospitalità
Tra gli obiettivi del sindaco di Bergamo

Incrementare la cultura dell’ospitalità 
Tra gli obiettivi del sindaco di Bergamo
Incrementare la cultura dell’ospitalità Tra gli obiettivi del sindaco di Bergamo
Pubblicato il 25 settembre 2015 | 17:52

Accrescere la cultura dell'ospitalità a Bergamo, che storicamente non ha vocazione turistica, è la scommessa lanciata dal sindaco Giorgio Gori al Ministro Franceschini durante la fiera No Frills. Una sfida per l’Italia

In occasione la fiera No Frills, l'evento dedicato al settore del turismo (a Bergamo il 25 e 26 settembre), con ospite il ministro della Cultura e del turismo Dario Franceschini (nella foto in basso a destra), il sindaco di Bergamo Giorgio Gori (nella foto in basso a sinistra) ha avanzato una serie di proposte interessanti che mettono al centro, in maniera inedita, Bergamo, la sua città. Inedita perché storicamente Bergamo non ha vocazione turistica, tuttavia è un esempio per le città, investendo nel territorio, sperimentando buone pratiche e nuove tecnologie per promuoverlo. «Far crescere la cultura dell'ospitalità - dichiara Gori - grazie al tema della formazione, delle scuole, dell'investimento sul capitale umano. Perché contano le persone».



Significativo il commento sui trasporti: «Investire sulla mobilità integrata: non basta l'alta velocità, serve una rete di interconnessione perché la rete regionale dei trasporti è rimasta al palo. È un aspetto strategico su cui ci piacerebbe vedere investimenti da parte del governo. Ogni anno i nostri operatori pagano 800 milioni di euro di provvigioni alle agenzie online per la vendita dei servizi turistici. Bisogna lanciare una piattaforma di commercializzazione diretta dei nostri servizi. Infine, è il momento di condividere le strategie per i prossimi anni: credo che Bergamo possa qualificarsi nel panorama italiano e possa ospitare gli stati generali del turismo italiano».

Dario FranceschiniDal canto suo Franceschini ci tiene a rimarcare il lavoro fatto negli ultimi mesi e i risultati raccolti sul territorio nazionale. «L'estate ha dimostrato agli scettici le potenzialità enormi che abbiamo: sono dati straordinari di crescita in tutti i settori. È un'iniezione di fiducia. In Italia l'incrocio tra cultura e turismo è inestricabile. Non possiamo andare avanti per compartimenti stagni. Dobbiamo evitare il sovraffollamento in luoghi che non possono reggere numeri infiniti, penso a Roma, Venezia e Firenze. Allo stesso tempo serve promuovere quelle città che non hanno ancora attratto il turismo internazionale. Se facciamo sistema possiamo fare passi straordinari. Altro che classifiche: non c'è nessun competitivo con noi».

Giorgio GoriAnche Gori non è stato da meno, rimarcando i numeri ottenuti da Visit Bergamo, il sito lanciato a fine aprile per promuovere il territorio con una visione più aperta e collaborativa che in passato. «Bergamo ha scoperto da poco la sua valenza turistica - spiega il primo cittadino - forse perché nel passato ha potuto contare su altre leve. Oggi il turismo è prospettiva di lavoro molto serio e il lavoro che abbiamo fatto, grazie anche ad Expo, ha portato risultati. Voglio citare soltanto il lancio del brand “Visit Bergamo”. È un sito costruito sui migliori esempi internazionali che ha triplicato gli utenti unici al giorno. A proposito di stranieri, il Wi Fi con cui illuminiamo i percorsi turistici, ha raggiunto 52mila utenti registrati. La presenza sui social network: abbiamo moltiplicato per sette i like su Facebook. I risultati li vedete passeggiando per città alta, meta di flussi turistici molto significativi. Se lo può fare Bergamo lo può fare l'Italia».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Giorgio Gori Dario Franceschini cultura turismo No Frills Bergamo

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®