Allegrini
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 11 luglio 2020 | aggiornato alle 12:20| 66668 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Tasse troppo alte e Ryanair non ci sta!
Taglia 16 rotte e chiude due basi

Tasse troppo alte e Ryanair non ci sta! 
Taglia 16 rotte e chiude due basi
Tasse troppo alte e Ryanair non ci sta! Taglia 16 rotte e chiude due basi
Pubblicato il 03 febbraio 2016 | 15:25

Dopo la decisione del governo di aumentare le tasse aeroportuali, Ryanair ha annunciato la chiusura di due basi (Alghero e Pescara), in compenso saranno potenziate le rotte su Roma, Malpensa e Orio al Serio

Ryanair si scaglia contro l'aumento delle tariffe aeroportuali deciso dal governo e, come conseguenza dei nuovi rincari, si vede “costretta” a chiudere, entro la fine dell'anno, le sue basi di Alghero e Pescara, a tagliare 16 rotte e a chiudere tutti i voli di Crotone, a partire dal prossimo mese di ottobre. Saranno invece potenziate le rotte su Roma Fiumicino, Milano e Orio al Serio (Bg). Ad annunciare la decisione è stato il chief commercial officer, David O'Brien nel corso di una conferenza stampa a Roma.



«Quale compagnia aerea più grande in Italia - ha dichiarato O'Brien in una conferenza stampa a Roma - volando su 26 aeroporti e trasportando 27 milioni di clienti all'anno da e per l'Italia, a Ryanair non è stata lasciata altra scelta se non quella di chiudere due delle sue 15 basi italiane e spostare il suoi aeromobili, piloti ed equipaggi, verso paesi con costi più bassi per il turismo. Interromperemo anche tutti i nostri voli all'aeroporto di Crotone e saremo costretti a effettuare ulteriori tagli alle rotte sui nostri aeroporti italiani».

Nel mirino della compagnia aerea low cost irlandese «l'illogica decisione del governo italiano di aumentare ancora le tasse municipali, danneggiando il turismo italiano, il traffico e i posti di lavoro». Secondo una prima stima, la decisione di Ryanair determinerebbe la perdita di 600 posti di lavoro. «Il governo italiano - ha detto O'Brien - ha aumentato le tasse di circa il 40% da 6 a 9 euro, per ciascun passeggero in partenza dall'Italia dal 1° gennaio di quest'anno per sussidiare il fondo per la cassa integrazione degli ex piloti Alitalia».

Di qui la decisione inevitabile, per Ryanair, di spostare aeromobili e posti di lavoro fuori dall'Italia verso altre basi Ryanair in Spagna, Grecia e Portogallo dove, spiega il manager della compagnia, non vengono addebitate tali tasse per passeggero; chiudere le sue basi di Alghero e Pescara e cancellare tutti i voli da Crotone a partire da ottobre; tagliare il traffico da e verso aeroporti italiani e spostare la capacità dagli aeroporti regionali a Roma e Milano, sono le uniche soluzioni di “salvataggio” per la compagnia.

In una dichiarazione separata Ryanair ha fatto sapere che per l’inverno 2016 aggiungerà quattro nuove rotte da Roma Fiumicino e Roma Ciampino: per Sofia, Bulgaria, per Norimberga, Germania, per Praga, Repubblica Ceca, e per l’isola di Lanzarote nelle Canarie. Ha anche annunciato nuovi collegamenti invernali per Alicante, East Midlands, Malaga e Trapani e più voli per Atene, Bari, Berlino, Bruxelles, Budapest, Edimburgo e Manchester che, si legge nel comunicato stampa, «permetteranno di trasportare oltre 9 milioni di clienti all’anno e sosterranno 6.900 posti di lavoro presso gli aeroporti romani di Ciampino e Fiumicino».

Si amplia il ventaglio delle rotte anche a Milano, a Malpensa infatti saranno quattro i nuovi voli diretti a Catania, Bruxelles, Sofia e Gran Canaria, a Orio al Serio cinque: Amburgo, Norimberga, Praga, Timisoara e Danzica. Con questo maggior ventaglio di offerte da Orio al Serio e da Malpensa, Ryanair mira a trasportare nel 2016 oltre 10,6 milioni di passeggeri in Italia, di cui 9,3 dallo scalo bergamasco e 1,3 milioni dallo scalo milanese.

L’annuncio è stato accompagnato da un’altra notizia, il calo delle tariffe che, ha detto il direttore commerciale della compagnia David O'Brien «diminuiranno del 6% nel prossimo trimestre» anche grazie al calo del prezzo del petrolio che permetterà risparmi nell'ordine di 430 milioni di euro a livello di gruppo.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Ryanair tasse aeroportuali aeroporto Alghero aeroporto Pescara tagli personale turismo compagnia low cost

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®