Allegrini
Ros Forniture Alberghiere
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 02 luglio 2020 | aggiornato alle 18:12| 66523 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Molino Quaglia
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Da Locarno a Venezia... navigando
La Darsena come un porto turistico

Da Locarno a Venezia... navigando 
La Darsena come un porto turistico
Da Locarno a Venezia... navigando La Darsena come un porto turistico
Pubblicato il 25 maggio 2016 | 12:13

Rendere la Darsena un canale navigabile non è un'utopia, ma un progetto: necessari ancora 45 milioni di euro. La strada d'acqua collegherebbe la Svizzera con l'Adriatico e potrebbe valorizzare le bellezze del territorio

La Darsena, da luogo ritrovato della città, potrebbe diventare anche un porto turistico, un canale navigabile che funge da punto di approdo e di passaggio da Locarno a Venezia. Diverse opere sono state già fatte per rendere possibile questa non più così utopica ipotesi. Per portare a termine l'ambizioso progetto mancano 45 milioni di euro (su 200 totali stimati del progetto) e alcuni interventi strutturali: questa è la stima dell'associazione Amici dei Navigli, che, incoraggiando l'opera da tempo, sta facendo girare tra i milanesi un manifesto per la raccolta firme.


(Credit: Studio Gabrio Tomelleri)

La strada d'acqua che collega la Svizzera al Mar Adriatico parte da Locarno, passa per Milano e Pavia e giunge a Venezia. È lunga 550 chilometri, attraversa due Paesi, quattro Regioni e oltre 170 Comuni. Se davvero si trasformasse in un percorso navigabile, fungerebbe anche da ben riuscita crociera turistica, ideale per riscoprire bellezze del territorio come i castelli viscontei; e valorizzerebbe ancor di più la Darsena, da oltre un anno restaurata.

Già tante conche di navigazione restaurate, tratti delle sponde del Naviglio grande consolidati e approdi recuperati o costruiti ex novo. Mancano poche opere a questo punto: una nuova conca di navigazione per superare lo sbarramento di Porto della Torre sul fiume Ticino e il restauro delle conche vicine alle centrali idroelettriche di Vizzola e Tornavento per la Locarno-Milano, con un costo di 10 milioni di euro; altri 30 milioni servirebbero per arrivare a Venezia.

Un grande progetto turistico, che, guardando in là, potrebbe trasformarsi anche in un collegamento passeggeri. «L'opera porta occupazione e benessere al territorio - dice Enrico Marcora, uno dei consiglieri di Amici dei Navigli - e valorizza luoghi bellissimi. Il modello sono i canali navigabili francesi: sollecitiamo il governo perché la inserisca nei programmi strategici nazionali». Per il Consorzio Villoresi, gestore dei Navigli, ci sarebbe una prima urgenza: «Riaprire la navigazione - dice il presidente dell'ente, Alessandro Folli - sul Naviglio Pavese. Ci vogliono 8 milioni ed è l'intervento più veloce per guardare avanti e investire sul territorio».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Darsena canale Locarno Venezia crociera Naviglio turismo Enrico Marcora Consorzio Villoresi Alessandro Folli

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Orobica Pesca
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®