Ros Forniture Alberghiere
Rotari
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
venerdì 22 marzo 2019 | aggiornato alle 13:19 | 58116 articoli in archivio
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Troppi turisti? Matera fa i conti
con la “fama” da Capitale europea

Primo Piano del 04 dicembre 2018 | 12:34

Metti una città a caccia di rilancio. Metti un riconoscimento, fortemente voluto - e meritatamente riconosciuto - ed ecco che come per magia la fama inizia a montare. Il tam tam è incessante al punto che adesso il giocattolo rischia addirittura di rompersi. Benvenuti a Matera, Capitale europea 2019 della Cultura.

La città della Basilicata è ormai pronta a raccogliere il testimone, insieme alla bulgara Plovdiv, e a diventare il centro continentale di riferimento per la Cultura, 15 anni dopo Genova, l’ultima italiana a fregiarsi di questo titolo. Non senza qualche rischio, legato soprattutto alla gestione dei flussi dei turisti, che già da tempo hanno iniziato ad affollare la città dei sassi.

(Troppi turisti? Matera fa i conti con la fama da Capitale europea)

Da risorsa cercata per anni a problema: com’è successo per Venezia, Firenze, la Liguria Dolomiti e, all’estero, Barcellona, anche Matera si ritrova ora a fare i conti con un numero di visitatori superiore alle attese. A dirlo è il sindaco della città, Raffaello De Ruggieri, in un’intervista a una giornalista del New York Times, in visita nella città per raccontarne il fenomeno, a meno di un mese dall’inizio del 2019.

Non una chiusura totale, ben inteso, come invece il giornale americano avrebbe voluto far credere, ma la presa di coscienza di una questione che in questi ultimi tempi si è fatta sempre più pressante: «Il mio era un ragionamento più articolato - ha precisato il primo cittadino di Matera alla Gazzetta del Mezzogiorno - ho detto solo che la città non può essere occupata dal turismo, perché il turismo non può essere la panacea per la nostra città».

(Troppi turisti? Matera fa i conti con la fama da Capitale europea)

Comunque vada, secondo De Ruggieri, il settore non può rappresentare più del 30% del Prodotto interno lordo cittadino e questo significa che la città non può lasciarsi distrarre dal turismo mordi e fuggi. Perché qualche remora su coloro che arrivano a Matera, il sindaco ce l’ha, e non la nasconde: «Sono contro il turismo del vedere - ha aggiunto - qui a Matera abbiamo valori storici millenari che non possono essere immortalati nel turismo di una giornata».

In altre parole, il turismo di oggi deve essere soprattutto un’occasione per la città dei sassi, di costruirsi il futuro, anche perché il 2019 passerà in fretta: «Per questo - ha concluso il sindaco - stiamo lavorando anche su altri fronti. Stiamo costruendo il parco tematico della storia dell’uomo, che racchiude storia, civiltà contadina, monumenti e scienza, un progetto che punta a sensibilizzare le comunità locali ai valori della partecipazione e dell’appartenenza».

Turisti benvenuti, ma solo se davvero consapevoli, dunque. Sembra questa la richiesta del sindaco di Matera a poche settimane dall’incoronazione a Capitale europea della cultura.

turismo tourism Matera Capitale europea sindaco Italia cultura Venezia turismo di massa Raffaello De Ruggieri


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Sky
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548