Sofidel Papernet
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 04 luglio 2020 | aggiornato alle 16:26| 66549 articoli in archivio
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Turismo medicale, l’Italia zoppica
Arrivano 5mila stranieri all’anno

Turismo medicale, l’Italia zoppica 
Arrivano 5mila stranieri all’anno
Turismo medicale, l’Italia zoppica Arrivano 5mila stranieri all’anno
Pubblicato il 13 febbraio 2018 | 10:24

Per 5mila stranieri che arrivano in Italia per curare la propria salute ce ne sono 200mila che emigrano all’estero, per risparmiare. È quello che si chiama turismo medicale che muove milioni di persone nel mondo.

I dati sono emersi nel corso di un convegno organizzato alla Bit da Intercare, la prima Fiera e Congresso internazionale di turismo medicale, dal titolo “Turismo medicale: una risorsa strategica per il sistema turistico e sanitario italiano”. Le persone che escono dal proprio Paese per curarsi sono 14 milioni - di età compresa tra i 45 e i 64 anni - il 70% lo fa per cure estetiche, riabilitative, per migliorare il proprio stato psicofisico, ad esempio con un soggiorno alle terme.

(Turismo medicale, l’Italia zoppica Arrivano 5mila stranieri all’anno)

Secondo le stime dell’Osservatorio Ocps-Sda Bocconi il turismo medicale genera nel Paese un valore pari a 2 miliardi di euro (che potrebbero raddoppiare implementando l’offerta) ma il saldo, come abbiamo visto, è ancora assai negativo. I 5mila stranieri arrivati in Italia provengono principalmente da Paesi benestanti come Paesi Arabi, Russia, Svizzera e Balcani. Perché arrivano in Italia? Sono spinti dalla ricerca di trattamenti ad alto tasso di specializzazione in neurologia, cardiochirurgia, oncologia. Al contrario i 200mila italiani che che sconfinano lo fanno per benessere cercando prevalentemente prestazioni meno care in chirurgia dentale, estetica e ricostitutiva, trapianto dei capelli.

«La posta in palio è alta - afferma Alessandro Santambrogio, cofondatore e direttore marketing di Intercare - il costo sempre minore del trasporto aereo ha notevolmente migliorato l’accessibilità alle cure, soprattutto per pazienti che provengono da Paesi con sistemi sanitari carenti o che hanno lunghe liste di attesa. Questo fattore, unito alla disponibilità sempre maggiore di informazioni sul web, traina la crescita di un comparto che, in poco tempo, ha raggiunto valori considerevoli e continua a crescere a ritmo sostenuto».

Una ricerca della Commissione trasporti e turismo dell’Unione europea, della scorsa estate, ha fatto il punto sul fenomeno: all’interno dei 28 stati dell’Unione sono stati registrati 56 milioni di arrivi nazionali e poco più di 5 milioni internazionali. Di questi, il 4,3% era legato a motivi di salute (quasi il 6% degli arrivi nazionali e poco più dell’1% di quelli internazionali), con un valore globale di 47 miliardi di euro, il 4,6% del fatturato dell’intero comparto turistico europeo. Più elevata l’incidenza della salute nella motivazione dei viaggi in entrata da paesi extra Ue, che arriva al 6% del totale.

Le motivazioni principali che spingono a spostarsi per curarsi sono rappresentate dal costo del trattamento, da lunghe liste di attesa, dalla ricerca di specialisti di alto livello o terapie non disponibili o non accessibili nel proprio Paese, per esempio, per normative legali. Il Turismo medicale si può dividere in tre categorie principali: Health (trattamenti salva vita o per prolungarla), Care (riabilitazione o chirurgia estetica); Wellness (miglioramento dello stato psicofisico generale come le terme). I 5mila pazienti arrivati in Italia nel 2015, hanno speso mediamente pro capite da 20 a 70mila euro per le terapie. I principali ospedali italiani per numero di pazienti trattati provenienti dall’estero: Ieo Istituto europeo di oncologia: 1.300 con crescita del 30%; Gruppo San Donato, 870, +10%; Humanitas, mille, +20%; Gruppo Centro di Medicina, 370, +15%.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo turismo medicale Italia estero straniero viaggio salute cura benessere Bit Alessandro Santambrogio

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®