Allegrini
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 09 luglio 2020 | aggiornato alle 23:35| 66643 articoli in archivio
Sofidel Papernet
Ros Forniture Alberghiere
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Bergamo, tassa di soggiorno da Airbnb
versata direttamente al Comune

Bergamo, tassa di soggiorno da Airbnb 
versata direttamente al Comune
Bergamo, tassa di soggiorno da Airbnb versata direttamente al Comune
Primo Piano del 18 aprile 2018 | 10:40

Bergamo riscuoterà direttamente da Airbnb la tassa di soggiorno da giugno. Una novità che porterà 300mila euro in più nelle casse comunali che già incassano 1,3 milioni di euro dal comparto alberghiero ed extralberghiero. Bergamo non è la prima città a godere di questo accordo, già Genova e Milano lo avevano sottoscritto.

A bilancio - alla voce tassa di soggiorno - Palafrizzoni per quest’anno ha previsto un’entrata di 1,3 milioni di euro da. Cifra che a questo punto potrebbe aumentare di almeno 300 mila euro, l’evasione stimata finora per il settore degli affittacamere non professionali registrati su Airbnb, settore in crescita del 36% nell’ultimo anno, con le strutture passate da 514 nel 2017 a 780 nel 2018.

(Patto tra Bergamo e Airbnb Tassa di soggiorno al Comune)

Il regolamento prevede che sarà la piattaforma a riscuotere automaticamente l’imposta al momento della prenotazione e a versarla poi con cadenza trimestrale alle casse comunali. Tassa che - con la novità approvata il 26 marzo scorso in Consiglio comunale - è quantificata nella misura del 5% sul costo del pernottamento (al netto di Iva e di eventuali servizi aggiuntivi) con il limite massimo di 4 euro a persona per pernottamento. «Bergamo - ha ricordato il sindaco Giorgio Gori a L’Eco di Bergamo - sta avendo una crescita turistica significativa, con l’aumento del 40% dei turisti negli ultimi tre anni Una crescita che va di pari passo col cambiamento dei modi della ricettività e dell’accoglienza».

I numeri Airbnb parlano chiaro: attualmente, sono circa 780 gli annunci sul sito legati a Bergamo (+36% rispetto al 2017); 31.300 gli ospiti che nel 2017 hanno soggiornato in città (+52% rispetto all’anno precedente) scegliendo questa sistemazione, per una durata media del soggiorno di 2,5 notti. Nell’ultimo anno, l’utente tipico bergamasco ha condiviso la propria casa per 34 notti, per un ricavo di circa 3.400 euro, forma di integrazione al reddito. Una crescita dell’«accoglienza diffusa» che non è andata a discapito della residenza, ci tiene a sottolineare Gori:
 
«Anzi, in alcune zone di pregio, come Città Alta, la popolazione è aumentata; questo sistema, inoltre, ha permesso di recuperare appartamenti fermi e vuoti, mettendoli a reddito». Ora l’obiettivo è che tutto sia trasparente e rendicontato. «Con questo accordo - fa notare il sindaco - recupereremo l’elusione, con la garanzia che chi affitta queste strutture paghi il piccolo “obolo” che va a beneficio della comunità, perché serve a finanziare iniziative culturali, turistiche e di promozione-comunicazione». Sarebbe opportuno - ha poi concluso Gori - che questo accordo venisse esteso anche fuori dal capoluogo, in quei paesi che operano con Airbnb».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Bergamo Airbnb Tassa di soggiorno Comune turismo alloggio host Giorgio Gori sindaco

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Sky
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®