Allegrini
Molino Quaglia
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 02 luglio 2020 | aggiornato alle 08:48| 66499 articoli in archivio
Allegrini
Rational
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Centinaio e il futuro dell'hotellerie
tra classificazione e lotta all'abusivismo

Centinaio e il futuro dell'hotellerie 
tra classificazione e lotta all'abusivismo
Centinaio e il futuro dell'hotellerie tra classificazione e lotta all'abusivismo
Pubblicato il 11 giugno 2018 | 16:01

Il ministro alle Politiche agricole e al Turismo Centinaio è partito forte. Al Corriere della Sera ha parlato di classificazione alberghiera e di altri temi caldi del settore accolti con piacere da Confindustria Alberghi.

Parametri diversi e controlli più specifici rientrano proprio nel tema della classificazione alberghiera ed è su questo che si è soffermato il presidente di Confindustria Alberghi Giorgio Palmucci: «Da un lato - ha detto - l’esigenza di attualizzare la classificazione sia in termini di parametri che di controlli. Un aspetto certamente importante che ci permette di sollecitare il Ministro su un ulteriore tema di assoluta rilevanza per il settore, quello del tax credit riqualificazione, uno strumento di grande utilità volto a supportare le aziende che devono poter concorrere con un’offerta capace di rispondere alle esigenze di mercato. Nell’ultima tornata le risorse disponibili sono andate esaurite in 12 secondi con 864 domande soddisfatte ed altre 1.486 che sono rimaste senza risposta».

(Il futuro degli alberghi tra classificazione e lotta all'abusivismo insieme a Centinaio)

Un’idea buona e apprezzata, ma che di certo va migliorata per un salto di qualità: «In questi anni - ha proseguito Palmucci - abbiamo assistito all’allargamento della tipologia di beneficiari, senza però prevedere un incremento delle risorse disponibili. Una beffa per quanti stanno lavorando seriamente per la crescita del settore».

Palmucci si è poi soffermato sul delicato settore dell’online, sempre più sfuggente e in cerca di regolamentazione. La presenza in rete di strutture che si pubblicizzano on line sulla base di classificazioni “auto attribuite”, in molti casi senza neppure essere di tipo alberghiero, è un problema che affligge il prodotto turistico italiano già da tempo.

Giorgio Palmucci (Centinaio e il futuro dell'hotellerie tra classificazione e lotta all'abusivismo)
Giorgio Palmucci

Una situazione che inquina il mercato e condiziona la trasparenza dell’offerta che costituisce un prerequisito per la competitività del nostro Paese. Un danno che si riverbera sull’intero settore ogni qual volta le attese di un cliente vengono disattese e non trovano un adeguato riscontro nella realtà».
 
In conclusione il presidente di Confindustria Alberghi ha sottolineato che «l’offerta di accomodation è sempre più articolata e, oltre alle strutture ricettive di tipo alberghiero, ce ne sono molte altre che nascono sulla base di presupposti diversi. Soluzioni legittime e importanti per soddisfare le diverse richieste del mercato, ma che devono essere veicolate all’utente finale con la massima chiarezza e trasparenza. Il cliente deve poter scegliere con consapevolezza per godere a pieno dell’ospitalità italiana in tutte le sue diverse declinazioni. Conosciamo la complessità di rapportarsi con le grandi realtà dell’online, ma siamo certi che il Ministro Centinaio vorrà fare sentire la sua voce».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Confindustria Alberghi turismo albergo hotel Gian Marco Centinaio Giorgio Palmucci abusivismo Italia Governo ministro

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Orobica Pesca
Sofidel Papernet
Allegrini
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®