Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 25 agosto 2019 | aggiornato alle 13:43| 60542 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     TURISMO     TENDENZE e SERVIZI

Venezia, troppi ricorsi al Tar
Slitta a gennaio la tassa di sbarco

Venezia, troppi ricorsi al Tar 
Slitta a gennaio la tassa di sbarco
Venezia, troppi ricorsi al Tar Slitta a gennaio la tassa di sbarco
Primo Piano del 01 luglio 2019 | 18:34

Lo ha deciso lunedì 1° luglio la giunta del capoluogo lagunare. Il contributo sarebbe dovuto scattare il primo settembre prossimo, così come previsto dal Regolamento comunale. Ora il parziale dietrofront. Nel frattempo è arrivato luglio e il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, non ha presentato alcun progetto per il trasferimento delle grandi navi.

Sarà un autunno senza tassa di sbarco per Venezia. Il contributo d’accesso al centro storico del capoluogo lagunare non entrerà in vigore il 1° settembre, come previsto dal Regolamento comunale, ma all’inizio del 2020. La Giunta comunale ha infatti approvato un emendamento alla variazione del bilancio di previsione 2019-2021, con cui si propone di sospendere fino al 31 dicembre l’efficacia del Regolamento comunale che istituisce il contributo (previsto dall’ultima Legge di Bilancio). Le criticità emerse, ma anche i tanti ricorsi al Tar presentati dagli operatori, hanno dunque spinto il Comune di Venezia a fare un parziale dietrofront.

Per gli albergatori, che da sempre osteggiano questa tassa, è una buona notizia. Nei mesi scorsi si era detto contrario alla sua istituzione anche il ministro del Turismo, Gian Marco Centinaio.

La tassa di sbarco è prevista nella Legge di bilancio (Venezia, troppi ricorsi al Tar Slitta a gennaio la tassa di sbarco)
La tassa di sbarco è prevista nella Legge di bilancio

«Una scelta obbligata - ammette l'assessore comunale al Bilancio, Michele Zuin - scaturita a seguito delle interlocuzioni effettuate negli ultimi mesi dall'Amministrazione comunale con tutti i vettori interessati».

Nelle ultime settimane sono infatti emerse "criticità operative e gestionali" nell'applicazione del Regolamento che avrebbero penalizzato tutti i passeggeri, mettendo così a rischio l'applicazione puntuale del tributo e il raggiungimento degli scopi per cui è stato istituito, tra cui in primis la gestione dei flussi turistici. Difficoltà legate soprattutto alle diverse modalità di vendita dei biglietti e a possibili criticità nell'interoperabilità dei sistemi di vendita e prenotazione.

«Inoltre - continua Zuin - alcuni vettori e operatori hanno instaurato dei contenziosi impugnando al Tar il provvedimento evidenziando, tra l'altro, l'impossibilità di adeguare i propri sistemi informativi e operativi in modo coerente entro il termine del primo settembre 2019».

Nel frattempo, precisa l'amministrazione comunale, è già stata individuata la procedura operativa in grado di superare le criticità, che però deve essere oggetto di una "necessaria revisione" del Regolamento. La sospensione fino a fine anno consentirà di rivedere il Regolamento Comunale già a settembre, in tempo utile per la piena applicazione da gennaio.

E con la tassa di sbarco di sbarco, slitta anche il progetto annunciato dal ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, per evitare che in futuro le grandi navi da crociera passino per i canali della laguna. Una soluzione era stata prospettata entro il 30 giugno, ma ad oggi non si è ancora visto nulla.

turismo tourism Venezia ricorsi Tar slitta gennaio tassa di sbarco giunta comunale legge di bilancio assessore al bilancio Michele Zuin regolamento comunale vettori operatori gian marco centinaio albergatori ministro del turismo ministro dei trasporti danilo toninelli grandi navi canali crociera

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato a tutti i mezzi del network: la rivista mensile per la ristorazione Italia a Tavola, la rivista in versione digitale per un pubblico più vasto, le diverse newsletter Italia a Tavola settimanale rivolte ad un pubblico di esperti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza su tutti i principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch)
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato a tutti i mezzi del network: la rivista mensile per la ristorazione Italia a Tavola, la rivista in versione digitale per un pubblico più vasto, le diverse newsletter Italia a Tavola settimanale rivolte ad un pubblico di esperti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza su tutti i principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch)