Molino Quaglia
Rational
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 01 giugno 2020 | aggiornato alle 19:01| 65913 articoli in archivio
HOME     TURISMO     TERRITORIO
di Renato Andreolassi
Renato Andreolassi
Renato Andreolassi
di Renato Andreolassi

Patrimoni Unesco, dieci in Lombardia
Un traino per il turismo post-estate?

Patrimoni Unesco, dieci in Lombardia 
Un traino per il turismo post-estate?
Patrimoni Unesco, dieci in Lombardia Un traino per il turismo post-estate?
Pubblicato il 31 luglio 2017 | 14:32

Con le Mura Venete di Città alta a Bergamo, la Lombardia tocca dieci tra siti archeologici e patrimoni immateriali Unesco. Il punto sta nel fare gioco di squadra per valorizzarli prolungando così la stagione turistica

È la più grande e per molti versi inesplorata miniera d'oro del Nord Italia. Stiamo parlando dei 10 siti archeologi e beni immateriali che l'Unesco ha riconosciuto patrimonio dell'Umanità in Lombardia, il maggior numero fra tutte le regioni. L'ultimo, un mese fa, le Mura Venete della Città Alta di Bergmo; il primo, nei lontani anni '60, le Incisioni Rupestri della Valcamonica. Un scrigno unico a livello storico, turistico e ambientale.

Patrimoni Unesco, dieci in Lombardia Un traino per il turismo post-estate?
foto: Bergamo Sera

La Regione ha stanziato di recente 800mila euro per finanziare 23 progetti per valorizzarli e promuoverli in casa nostra e all'estero. «Energie e risorse concrete - ha detto l'assessore alle Culture, identità ed autonomie Cristina Cappellini - apprezzate dagli operatori culturali e dai territori». Tutto vero, questi sono gioielli di una bellezza unica, partendo appunto dalle incisioni rupestri camune - le prime riconosciute in Italia - che si estendono su un comprensorio di 80 kmq e una superficie di 1.300 kmq con epicentro in quel di Capodiponte, per proseguire con veri e propri capolavori frutto dell'ingegno umano come Sabbioneta e la Mantova dei Gonzaga, i Sacri Monti di Varese, la Ferrovia retica e il trenino rosso del Bernina, il villaggio operaio di Crespi d'Adda, S. Maria delle Grazie a Milano e il Cenacolo Vinciano, il Saper fare Liutario del Cremonese, e ancora il Monastero di S. Giulia e San Salvatore e i Longobardi a Brescia, i siti Palafitticoli dell'Arco alpino e, ultime arrivate, le Mura opere di difesa veneziane di Bergamo costruire fra il XVI e XVII e secolo. Da ricordare, anche a cavallo fra la Lombardia e la Svizzera il monte S.Giorgio.

Fin qui l'elenco dei "gioielli di famiglia" tenuti spesso in cassaforte e sconosciuti ai più. Adesso è giunto davvero il momento di fare gioco di squadra non solo nella stagione estiva. Questi siti, patrimonio dell'Umanità possono rappresentare l'arma in più, l'occasione per prolungare la stagione turistica tutto l'anno partendo dalle scuole. Bisogna però uscire dai piccoli campanilismi, dai finanziamenti una tantum e programmare iniziative a largo raggio coordinate da un unico Ente, come sembra voler fare la Regione. Staremo a vedere.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo Patrimonio Unesco Lombardia Mura Venete citta alta

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®