Molino Quaglia
Rotari
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 29 maggio 2020 | aggiornato alle 20:51| 65863 articoli in archivio
HOME     TURISMO     TERRITORIO
di Leonardo Felician
Leonardo Felician
Leonardo Felician
di Leonardo Felician

Arles, da Van Gogh all'Unesco
Un tuffo nella storia in Provenza

Arles, da Van Gogh all'Unesco 
Un tuffo nella storia in Provenza
Arles, da Van Gogh all'Unesco Un tuffo nella storia in Provenza
Pubblicato il 14 gennaio 2018 | 10:39

Un albergo di charme in una casa del Seicento permette di esplorare Arles, la cittadina provenzale ritratta da van Gogh con un centro storico intatto divenuto dal 1981 Patrimonio dell'Umanità Unesco.

Arles è una cittadina della Provenza centrale di circa 50mila abitanti sul corso del fiume Rodano con un passato glorioso e insigni edifici antichi, medievali e moderni che già nel 1981 le hanno permesso di entrare a far parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco e di fregiarsi del titolo di Ville d'art et d'histoire.

(Arles, da Van Gogh all'Unesco Un tuffo nella storia in Provenza)

Oltre ai prestigiosi monumenti di epoca romana che sopravvivono perfettamente integrati nel pieno del centro cittadino, come i criptoportici, un vasto sistema di gallerie che sostenevano il Foro, dove oggi sorge piazza della Repubblica, centro pulsante della vita cittadina, Arles conserva numerose tracce del periodo romanico, con la cattedrale di Saint-Trophime costruita alla metà del XII secolo, uno dei più begli esempi di stile romanico provenzale fortemente ispirato all’architettura antica: negli anni ’90 la chiesa è stato restaurata con tecniche modernissime che hanno permesso di restituire a colonne e sculture il loro splendore. Nel Medioevo divenne una vera e propria cittadella fortificata e vi furono innalzate quattro torri.

(Arles, da Van Gogh all'Unesco Un tuffo nella storia in Provenza)

Un’altra delle peculiarità di Arles è l'antico ospedale costruito tra il 1573 e il 1680: vi fu ospitato anche Van Gogh che raffigurò il cortile in uno dei suoi celebri quadri. Un altro suo quadro tra i più noti e più amati rappresenta i tavolini del bar che ancor oggi si vede in place de Forum.

(Arles, da Van Gogh all'Unesco Un tuffo nella storia in Provenza)

Per visitare Arles l’Ufficio del Turismo della città ha predisposto due formule a forfait: il Pass Liberté valido un mese permette di visitare 4 monumenti a scelta, un museo-monumento e un museo a scelta, mentre il Pass Avantage, valido 6 mesi, permette di scoprire tutti i monumenti e tutti i musei della città. I ragazzi fino a 18 anni accompagnati da un familiare hanno ingresso gratuito.

(Arles, da Van Gogh all'Unesco Un tuffo nella storia in Provenza)

L’Hôtel de l'Amphithéâtre, di categoria due stelle, è un’antica casa patrizia del Seicento dalla geometria inaspettata, fatta di diverse scale interne, tra cui uno scalone monumentale, con 33 camere e suite tutte diverse, tra cui una suite Belvedere nella torretta, difficile da raggiungere senza ascensore ma in grado di ricompensare gli ospiti con la vista a 360 gradi sui tetti di tutta la citta dà dalle sue otto finestre. Offre un’accoglienza calorosa, un salone per la prima colazione e un piccolo giardino-patio riparato e tranquillo a piano terra.

Per informazioni:
www.arlestourisme.com
www.hotelamphitheatre.fr

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
Abbonati alla rivista cartacea in spedizione postale

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Arles Francia Rodano Provenza Patrimonio Unesco Saint Trophime Van Gogh Hotel de l Amphiteatre

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®
Edizioni Contatto Srl | via Piatti 51 24030 Mozzo (BG) | P.IVA 02990040160 | Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES | Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, GDO, F&B Manager, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. www.italiaatavola.net è strettamente integrato
con tutti i mezzi del network: il magazine mensile cartaceo e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti
ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). ©®