Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
mercoledì 18 luglio 2018 | aggiornato alle 22:30 | 54911 articoli in archivio
HOME     TURISMO     TERRITORIO

Nel Veronese riapre l'Ossario di Custoza
Il Risorgimento promuove il territorio

Pubblicato il 23 giugno 2018 | 12:34

Un belvedere mozzafiato e un pezzo di storia del Risorgimento custodito in un monumento unico nel suo genere. Siamo nel Veronese, dove l’Ossario di Custoza ora si svela al pubblico in una veste completamente rinnovata .

Ciò che lo distingue da altri ossari italiani di natura militare è la disposizione che è stata data ai crani e alle ossa esposte, a “diretto contatto diretto” con il visitatore che produce un forte impatto emotivo. Posto sul monte Belvedere, l’Ossario, con i suoi 40 metri d’altezza, svetta sul territorio circostante, mostrando la sua forza e il suo commovente significato.

(Nel Veronese riapre l'Ossario di Custoza Il Risorgimento promuove il territorio)

Con la sua inconfondibile struttura piramidale, questo luogo racconta come l'Italia - alla fine dell’800 - sia riuscita a dare vita a un luogo di grande suggestione dedicato alla storie e alla memoria dei fondamentali eventi militari: in questo angolo delle colline moreniche a sud del lago di Garda sono conservati 1800 teschi di soldati provenienti da diversi stati europei e di religioni differenti, che combatterono tra il 1848 e il 1866 durante la prima e terza Guerra d'indipendenza.

Si sale, tornando "alla vita", al ballatoio, che concede uno sguardo panoramico a 360° su quello che fu il campo di battaglia, su Custoza e i suoi dintorni, ricordandoci quanto questo sia un territorio tutto da scoprire, dalla natura incontaminata e dalle produzioni enogastronomiche di altissima qualità.

Dagli anni 2000, il compendio dell’Ossario e il colle che lo ospita sono stati oggetto di una rinnovata attenzione che ha portato, a partire dal 2016 (anno del centocinquantenario della battaglia del 1866), alla realizzazione del progetto museale.

Annessa all’Ossario vi è una costruzione civile, voluta all’epoca come residenza del custode del complesso, che svolse questa funzione sino al 2010. I piccoli locali al suo interno sono stati, ora, rivisti per ospitare le nuove sale museali previste nel progetto. Il visitatore si sposta tra le stanze e gli spazi dell’edificio come tra altrettante “stazioni”, tra i volti e i nomi, i tempi e i luoghi della battaglia.

Ad attendere il visitatore in due sale della Casa del Custode, sono alcuni testimoni diretti delle storie che vi si raccontano. E sono le loro voci e la loro presenza fisica a suscitare emozioni: due generali, un giovane ufficiale destinato a diventare uno degli scrittori più amati dell’Italia post-risorgimentale, un prete di campagna, un influente teorico dell’architettura. Sono loro che accompagnano, come vere e proprie guide, alla scoperta dei fatti e delle circostanze.

Ossario Custoza Risorgimento turismo territorio guerra guerra dindipendenza iat italia a tavola


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Sky
Tomatopiu
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548