Rational
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
domenica 17 novembre 2019 | aggiornato alle 06:15| 62052 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     TURISMO     TERRITORIO

Cronaca nera, abusi e vandalismi
A Roma il turismo cola a picco

Cronaca nera, abusi e vandalismi 
A Roma il turismo cola a picco
Cronaca nera, abusi e vandalismi A Roma il turismo cola a picco
Primo Piano del 31 luglio 2019 | 10:28

La Capitale, sfregiata da comportamenti poco virtuosi della politica e dei turisti e sporcata dal problema rifiuti, rischia di mettere a repentaglio anche un florido salvadanaio rimpolpato dai turisti. Al momento non ci sono numeri certi preoccupanti, ma è chiaro che la qualità dei viaggiatori sta scendendo sempre più in basso e i residenti lo sanno.

Tanti sono stati negli ultimi anni gli episodi gravi che hanno coinvolto cittadini stranieri sul territorio di Roma. Gli ultimi due in ordine di tempo sono stati l'uccisione del Carabinieri Mario Cerciello Rego da parte di un ragazzo americano e il 18enne francese Martin Tronchon caduto dal parapetto sulla banchina vicino a Ponte Mazzini. Ma andando indietro i "fattacci" hanno anche coinvolto le tifoserie di squadre straniere in trasferta a Roma che non hanno tardato a deturpare alcuni monumenti storici della Capitale. E ancora, la showgirl Valeria Marini alla quale poco più di due settimane fa è stata inflitta una multa da 550 euro più Daspo per essere stata colta immersa nella Barcaccia dalla Polizia Locale (stava girando il video del suo nuovo singolo).

Roma deve fare i conti con una qualità del turismo sempre più bassa (Cronaca nera, abusi e vandalismi A Roma il turismo cola a picco)
Roma deve fare i conti con una qualità del turismo sempre più bassa

I residenti, quelli che vivono Roma tutti i giorni, già vessati dalle numerose problematiche che si trovano a dover affrontare quotidianamente si ritrovano a dover sopportare anche questo tipo di problematiche causate dai turisti. Un problema rilanciato oggi dal Corriere della Sera che ha interpellato Luciano Sbraga di Fipe per inquadrare la situazione: «Dal nostro punto di vista - spiega - c’è un fenomeno pesante di mala movida e abuso di alcolici. Senza controlli e un efficace potere di deterrenza, le regole servono a poco. Perché i pubblici esercizi, bar e ristoranti, sono sottoposti al Tuel e possono incorrere in sanzioni penali, mentre alimentari e laboratori artigianali tutt’al più rischiano un provvedimento amministrativo?». Ne consegue una «concorrenza al ribasso»: quella guerra dei prezzi che abbassa notevolmente la qualità dell'offerta, favorendo anche l'accesso dei minorenni al consumo di alcol. «Negli Usa - chiude Sbraga - si può bere dai 21 anni in su, in Inghilterra soltanto in certi posti. È ovvio che Roma venga scambiata per il paese dei balocchi, dove tutto è lecito, e la situazione sfugga di mano».

(Cronaca nera, abusi e vandalismi A Roma il turismo cola a picco)
Luciano Sbraga (foto: Lavoro Lazio)

Lo stesso Corriere ha anche ascoltato la voce degli albergatori tramite Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi, che si è concentrato sulla piaga delle case vacanza e degli affiti senza regole: «All’estero la normativa è molto più stringente. New York ha vietato gli affitti brevi fino a 30 giorni, da noi non si è visto nulla e addirittura i colossi della sharing economy pensano di fare ricorso al Tar per non pagare le tasse in Italia». Valter Giammaria (Confesercenti) si concentra su un altro aspetto: «Manca una politica turistica che sappia diversificare l’offerta, per invertire il trend e innalzare il livello. Da quanto a Roma non si organizzano grandi eventi? Al contrario, per controbilanciare il low cost bisognerebbe spingere sul congressuale, il fieristico, inventarsi pacchetti legati allo shopping e all’enogastronomia».

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo tourism turiti turista roma capitale carabiniere uccisione cola a picco abusi vandalismi cronaca nera mario cerciello rega

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

08/08/2019 12:02:29
2) Il giornalismo ha bisogno di prove!!
Come fate a sapere che non l'avrebbe fatto a casa sua? Oh lo so, un giornalismo facile che vi fa concludere che siccome aveva 19 anni ed era un turista di un altro paese, questo era il comportamento che ci si aspettava! Spero che tu cercate il resto dei vostri articoli con maggiore profondità!


quindi il ragazzo per lei sarebbe stato un indisciplinato cronico che sale sui monumenti o sui luoghi a rischio anche a casa sua? Ma andiamo, lei sta facendo inutili polemiche per difendere l’indifendibile. I comportamenti scorretti e da maleducati vanno sanzionati. Punto e basta.

red
Sylvie Geal

04/08/2019 17:01:40
1) Giornalismo facile???!!!
Sono una parente di Martin Tronchon. Sì, a volte le persone nei vostri articoli hanno parenti che hanno anche sentimenti. Non si può semplicemente mettere l'assassinio di un poliziotto e la caduta accidentale di un giovane promettente sulla stessa barca. Basta con il giornalismo facile. Il mio parente amava l'Italia ed era quello che chiunque considererebbe un turista rispettoso.


I due episodi non erano sulla stessa barca, rappresentando gli apici di un vasto range di comportamenti scorretti o criminali. È chiaro che bel caso del suo parente c’era un che di accidehtale, ma l’incidente non sarebbe accaduto se il giovane non si fosse trovato in un luogo dove non avrebbe dovuto essere. E a casa sua probabilmente non lo avrebbe mai fatto!
red
Sylvie Geal


ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).