Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 16 novembre 2019 | aggiornato alle 22:48| 62052 articoli in archivio
Rational
Pentole Agnelli
HOME     TURISMO     TERRITORIO

No ai panini da casa e prezzi alti
I lidi salentini sotto accusa

No ai panini da casa e prezzi alti 
I lidi salentini sotto accusa
No ai panini da casa e prezzi alti I lidi salentini sotto accusa
Pubblicato il 20 agosto 2019 | 10:26

La Puglia, con le spiagge del Salento su tutte, sta vivendo un boom di turismo storico favorito dalle bellezze paesaggistiche, ma anche dallo stile di vita e da un costo della vita basso. Ma qualcosa sta cambiando.

In questa estate 2019 - che ha visto ancora un’ondata di turisti scegliere le coste pugliesi per le principali vacanze dell’anno - gli stabilimenti balneari del Salento sono stati messi sotto accusa per via di una particolare politica che impedisce ai turisti di portare sotto l’ombrellone pranzi al sacco costringendoli, di fatto, a scegliere il ristorante della spiaggia per mangiare. Se fino a questo punto la scelta potrebbe essere riconducibile, ipotizziamo, al decoro della spiaggia stessa con la riduzione dei rifiuti, il ragionamento cade nel momento in cui i prezzi dei ristoranti sono alti, troppo alti.

(No ai panini da casa e prezzi alti I lidi salentini sotto accusa)
Polemica sulle spiagge del Salento

Via dunque alla polemica e alle lamentele che corrono, manco a dirlo, soprattutto sui social. Era accaduto già a fine luglio nella zona di Leuca, poi a Otranto sulla costa Adriatica e - in ultimo - l’episodio dell’ultimo fine settimana in un lido di Torre Lapillo, a nord di Porto Cesareo. Una famiglia è stata invitata dai gestori a non mangiare in spiaggia cibo preparato da fuori lo stabilimento. La famiglia si reca dunque al ristorante della spiaggia, ordina due friselle e si vede recapitare un conto da 30 euro. Questa la versione delle presunte “vittime”.

Giuseppe Mancarella, responsabile provinciale di Cna Balneatori, reagisce: «Abbiamo sprecato tempo e denaro per portare il turismo ad alto livello e adesso una polemica estiva può far crollare tutto. In qualsiasi parte d'Italia se si entra in un locale si guardano i prezzi: ogni partita Iva è libera di vendere come vuole, l'importante è che ci sia un listino chiaro e che si paghino le tasse. Non si può condannare nessuno per questo».

Diverso il discorso sul divieto di mangiare cibo proprio in spiaggia. «Non c’è nessuna proibizione in proposito, ma occorre sempre comportarsi in maniera educata e corretta. Un conto è il panino, un altro la teglia con il pranzo preparato a casa. Ci sono questioni di immagine e problemi igienico-sanitari. Qualsiasi cosa cade sulla sabbia potrebbe portare parassiti. Non vedo problemi con il panino, la frutta, una bottiglietta d'acqua». Il presidente di Federbalneari, Mauro Della Valle taglia corto: «Ogni estate c’è la questione della frisella o della fetta di anguria pagate troppo. Credo sempre che ci sia un punto di equilibrio: al lido in questione anche gli ombrelloni hanno un loro prezzo sopra la media. Forse non ci sono stati i toni giusti per segnalare il divieto di consumare il panino sotto l’ombrellone. Per noi vale quello che dice l'ordinanza regionale e la legge sulla plastic free approvata di recente. In spiaggia purtroppo non si possono introdurre cibi nelle plastiche o in contenitori in vetro. Si possono portare i panini, ma occorre buon senso anche degli utenti. Nessuno dovrebbe essere fiscale da impedire di consumare un panino, ma l'utente dovrebbe comprendere che dietro un lido c'è un'azienda».

Come sempre il buonsenso e la capacità di andare incontro alle esigenze di ognuno nel rispetto di tutto sono gli ingredienti necessari per costruire la ricetta della buona convivenza. Di certo bisognerebbe stare molto attenti a non rovinare un business così importante per la regione Puglia e per tutta l’Italia, non alzando i prezzi sconsideratamente e non pretendendo di mangiare e servirsi a prezzi stracciati. Di mezzo c’è sempre la questione (sacra) della qualità.

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


turismo tourism panini lido lidi salentini salento spiaggia puglia stabilimento balneare pranzo al sacco prezzi alti accusa polemica torre lapillo leuca frise giuseppe mancarella mauro della valle

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).