Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 15 novembre 2019 | aggiornato alle 11:34| 62030 articoli in archivio
Rational
Pentole Agnelli
HOME     VINO     AZIENDE e CANTINE

Librandi, ricerca e territorio
per valorizzare i vitigni autoctoni

Librandi, ricerca e territorio 
per valorizzare i vitigni autoctoni
Librandi, ricerca e territorio per valorizzare i vitigni autoctoni
Pubblicato il 09 novembre 2018 | 10:14

Per anni l'azienda si è impegnata nello studio approfondito delle varietà della Calabria, con un chiaro scopo in mente: valorizzare il patrimonio vitivinicolo regionale in Italia e nel mondo.

Per Librandi amore per il territorio significa investimento di energie nei vitigni autoctoni. Un investimento che «prima di noi in Calabria non c'è mai stato», ha spiegato Nicodemo Librandi, socio e fondatore dell'azienda insieme a suo fratello Antonio. Si comincia nel 1993, con il primo campo sperimentale, poi, nel 1997, l’acquisto dell’azienda Rosaneti, dove vengono impiantati, tra gli altri, Magliocco, Mantonico, Gaglioppo e Greco Bianco. La ricerca a questo punto si amplia, tanto che nel 2000 nasce un campo sperimentale di confronto tra presunti cloni di 25 varietà autoctone.

(Librandi, ricerca e territorio per valorizzare i vitigni autoctoni)

Già con una base solida sulla quale lavorare, Nicodemo Librandi con Davide De Santis e Attilio Scienza continuarono il percorso intrapreso, attraversando la Regione da Nord a Sud, collezionando materiale che dal 2003 è stato impiantato in un nuovo campo sperimentale dalla caratteristica forma a spirale. Si contano ad oggi, in questo cosiddetto giardino varietale della vite, ben 198 varietà recuperate. «Tra queste varietà sono stati individuati 78 gruppi unici di cui le altre rappresentano dei biotipi con caratteristiche distintive».

Su queste varietà sono stati avviati studi sul DNA, ricerche storiche, bibliografiche e ampelografiche, un’analisi virologica e uno studio enologico molto articolato. Il risultato è stato pubblicato su un volume, “Il Gaglioppo e i suoi fratelli”, che ad oggi è strumento divulgativo di straordinario impatto. Volumi dello stesso genere si sono susseguiti, definendo le caratteristiche di altri vitigni e della viti-enologia del territorio. Il lavoro di selezione clonale ha condotto invece nel 2014 all’iscrizione nel Registro nazionale delle varietà di vite dei primi cloni di tre varietà importanti del territorio: precisamente 4 cloni di Gaglioppo, 4 di Magliocco e 2 di Pecorello.

Nicodemo Librandi (Librandi, ricerca e territorio per valorizzare i vitigni autoctoni)
Nicodemo Librandi

Campi sperimentali e conseguenti studi - dall’analisi della caratterizzazione agronomica ed enologica di vitigni autoctoni fino alla realizzazione di un campo di omologazione per la selezione clonale con cloni risanati di varietà minori calabresi - hanno avuto e hanno tuttora lo scopo di migliorare la qualità del vino calabrese e la garanzia del suo valore nel mondo. Un impegno nella ricerca dovuto ad un intuito di base: «Per un'area piccola come il territorio di Cirò - ha concluso Nicodemo Librandi - l'unica arma che potevamo impugnare per competere sul mercato nazionale era valorizzare, studiandolo, il nostro patrimonio vitivinicolo. Le ricerche sono iniziate con lo scopo di differenziarci e di difenderci dalla globalizzazione del vino; la risposta dei consumatori è stata a dir poco sorprendente, basta pensare all'apprezzamento collettivo per un vino come il Duca Sanfelice».

Per informazioni: www.librandi.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


vitigno autoctono vite vigneto Nicodemo Librandi Librandi Calabria ricerca Attilio Scienza Registro nazionale garanzia valore vino wine cantina iat italiaatavola

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).