Ros Forniture Alberghiere
Rotari
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
venerdì 22 marzo 2019 | aggiornato alle 13:47 | 58116 articoli in archivio
HOME     VINO     AZIENDE e CANTINE
di Gabriele Ancona
vicedirettore
di Gabriele Ancona
vicedirettore

L'Abruzzo di Marchesi de' Cordano
Vino di ricerca, tradizione e territorio

Pubblicato il 21 gennaio 2019 | 17:55

Un’azienda giovane, nata nel 2000 a Loreto Aprutino, in provincia di Pescara. Marchesi de’ Cordano è guidata da Francesco D’Onofrio, terza generazione nel mondo del vino, coadiuvato dall’enologo Vittorio Festa .

La superficie vitata si sviluppa su 50 ettari suddivisi in 7 tenute. La produzione si attesta sulle 200mila bottiglie destinate al mercato Horeca, di cui il 70% destinato all’esportazione. Mercati principali Stati Uniti e Germania, in crescita Israele, Cina e i Paesi del nord Europa.

(L'Abruzzo di Marchesi de' Cordano Vino di ricerca, tradizione e territorio)

«Il lavoro - ha spiegato D’Onofrio - si svolge sempre nel costante rispetto della natura e i vini Marchesi de’ Cordano esprimono struttura, personalità e longevità grazie all’interazione tra condizioni pedo-climatiche virtuose e scelte tecnologiche consapevoli: pergola abruzzese a tendone e cordone speronato basso relativamente alla forma di allevamento prescelta. Basse le densità di produzione (circa 5mila ceppi per ettaro, ndr) per favorire una giusta maturazione delle uve e una resa vocata alla qualità».

«Per la vinificazione in bianco di Trebbiano, Pecorino, Cococciola - Marchesi de’ Cordano è l’unica azienda del Pescarese a vinificarla - Passerina e Pinot Grigio si è deciso di utilizzare una tecnica all’avanguardia, quella del raffreddamento delle uve appena raccolte con ghiaccio secco - ha sottolineato Vittorio Festa -. Dopo il raffreddamento vengono pressate sempre in ambiente controllato e in assenza di ossigeno attraverso l’utilizzo di gas inerti argo. Terminata questa prima fase ci si prende cura del mosto, sempre a temperatura controllata, fino alla fase dell’imbottigliamento».

Francesco D'Onofrio e Vittorio Festa (L'Abruzzo di Marchesi de' Cordano Vino di ricerca, tradizione e territorio)
Francesco D'Onofrio e Vittorio Festa

Per quanto riguarda la vinificazione in rosso, dopo la raccolta e la pressatura delle uve ha inizio la macerazione del mosto a contatto con le bucce. Il processo avviene a una temperatura controllata di 25° C per circa 20 giorni. Il vino comincia quindi l’affinamento in legno, una parte in botte grande da 25 hl e una in barrique.

I vini Marchesi de’ Cordano sono stati presentati il 16 gennaio a Milano al ristorante Sadler. Francesco D’Onofrio e Vittorio Festa hanno proposto i bianchi autoctoni e le interpretazioni del Montepulciano d’Abruzzo in abbinamento alle elaborazioni di cucina.

(L'Abruzzo di Marchesi de' Cordano Vino di ricerca, tradizione e territorio)

Con l’apertivo finger food sono stati serviti Santa Giusta Brut Metodo Classico e Aida Trebbiano 2017, vino elegante e raffinato. A seguire due annate (2017 e 2009) di Brilla Cococciola, caratterizzate da grande mineralità, freschezza e bouquet intenso. Hanno accompagnato Ravioli di pesce spada farciti di melanzana perlina con bagnetto giallo e zafferano ellenico. Gnocchi di funghi trombetta con astice, crauti, cumino e salsa allo speck hanno visto alternarsi un corposo e persistente Diamine Pecorino 2017 e Trinità Montepulciano Riserva 2013, tannico, elegante, dalla lunga persistenza. Altre declinazioni di Montepulciano con L’evoluzione della costoletta d’agnello farcita di tartufo nero e foie gras in crosta di pane e mandorle tostate. Serviti due campioni: Santinumi Riserva 2012 (avvolgente, complesso, seducente) e Trinità 2001, vino di corpo, morbido e dalla lunga persistenza.

(L'Abruzzo di Marchesi de' Cordano Vino di ricerca, tradizione e territorio)

Oltre al vino, da quattro generazioni la famiglia D’Onofrio produce sei tipologie di olio evo da cultivar Leccino, Gentile, Olivastro e Intosso, in purezza o blended. L’oleificio, in attività anche per conto terzi, accoglie sia impianti tradizionali con sei presse sia integrali di ultima generazione.

Per informazioni: www.cordano.it

vino wine cantina iat italiaatavola Abruzzo Marchedi de Cordaro ricerca tradizione territorio Montepulciano vitigni autoctoni


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Sky
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548