Rational
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 22 novembre 2019 | aggiornato alle 06:19| 62165 articoli in archivio
Rational
Pentole Agnelli
HOME     VINO     AZIENDE e CANTINE
di Benedetta Gandini
Benedetta Gandini
Benedetta Gandini
di Benedetta Gandini

“1622” e “Nativo” completano
la linea bio di Tenute Pieralisi

“1622” e “Nativo” completano 
la linea bio di Tenute Pieralisi
“1622” e “Nativo” completano la linea bio di Tenute Pieralisi
Pubblicato il 06 novembre 2019 | 09:51

Dopo Re di Ras, Villaia e Caccialepre, in commercio dal 2016, la tenuta jesina completa la sua “linea” con lo spumante metodo classico dosaggio zero “1622” e il verdicchio classico “Nativo”.

Circondati dalle suggestive colline marchigiane e inebriati dall’odore tipico autunnale ci troviamo immersi nel cuore del territorio del Verdicchio dei Castelli di Jesi, più precisamente a Majolati Spontini (An). Qui, all’azienda agricola di proprietà della famiglia Pieralisi, il presidente Gennaro Pieralisi, l’amministratore delegato Andrea Pieralisi e lo staff composto dal direttore commerciale Davide Orrù e dall’enologo Simone Schiaffino, hanno presentato le ultime due etichette nate dopo un lungo percorso di conversione dell’azienda al biologico.

Alcune etichette dell'azienda agricola della famiglia Pieralisi (Con 1622 e Nativo Pieralisi completa la sua collezione Bio)
Alcune etichette dell'azienda agricola della famiglia Pieralisi

«Con queste due etichette – commenta Andrea Pieralisi – si conclude un lungo processo di riconversione dell'intera azienda e di tutti i nostri prodotti al biologico.  Certificazione, sulla quale abbiamo investito molto, certi che l’eccellenza faccia rima con genuinità».

Spumante Metodo Classico dosaggio zero "1622" (Con 1622 e Nativo Pieralisi completa la sua collezione Bio)
Spumante Metodo Classico dosaggio zero "1622"

Lo spumante metodo classico dosaggio zero “1622”, fiore all’occhiello dell’azienda, è dedicato al monaco benedettino fabrianese, Francesco Scacchi che per primo nel volume “De salubri potu dissertazio” datato appunto 1622, e quindi antecedente addirittura alla nascita di Dom Perignon, teorizzò i vantaggi della conservazione del vino delineando le basi della preparazione degli spumanti che conosciamo odiernamente. È composto da Verdicchio (85%) e Chardonnay (15%) allevate a Guyot e la produzione prevede 48 mesi di affinamento sui lieviti prima della sboccatura. L’idea, senza dubbio, è stata sin da subito quella di creare un prodotto d’élite per i palati più esigenti che cercano un’esperienza sensoriale a 360°; la produzione infatti sarà limitata a 5-6mila bottiglie.

Nella stessa giornata è stato anche presentato il “Nativo”, Verdicchio dei Castelli di Jesi doc classico. Il nome si rifà alla storica presenza del vitigno Verdicchio nella regione Marche; la peculiarità di questo “nettare di Bacco” è senza dubbio nella fermentazione spontanea con i lieviti indigeni che abbinato alle moderne tecniche di vinificazione permettono di avere un prodotto elegante, piacevole e fortemente legato al territorio.

L’azienda infine proseguendo sul fil-Rouge del successo ha recentemente ottenuto la Certificazione Etica, riconoscimento importante che segna la linea di demarcazione tra rispetto dell’azienda, rispetto del lavoro e rispetto in primis dei lavoratori.

Per informazioni: www.tenutepieralisi.it

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


vino wine cantina tenute pieralisi biologico bio verdicchio dei castelli jesi ancona marche chardonnay guyot Gennaro Pieralisi andrea pieralisi

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).