Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
lunedì 21 ottobre 2019 | aggiornato alle 05:14| 61545 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Feudo Arancio
HOME     VINO     AZIENDE e CANTINE

La tradizione del Sangiovese
interpretata da Jacopo Biondi Santi

La tradizione del Sangiovese 
interpretata da Jacopo Biondi Santi
La tradizione del Sangiovese interpretata da Jacopo Biondi Santi
Pubblicato il 06 marzo 2019 | 17:36

Custodire e tramandare la tradizione di famiglia, ma anche inseguire la voglia di sperimentare nuove strade, il tutto in un contesto imponente come il Castello di Montepò, fortezza medievale della Maremma toscana.

Questo il progetto che, negli anni Novanta, ha spinto Jacopo Biondi Santi a investire su una zona diversa da quella di famiglia e ad iniziare un complesso e articolato progetto di valorizzazione vitivinicola, nel rispetto delle tipicità autoctone e teso ad esaltare le grandi potenzialità dei terreni e del microclima della tenuta. Qui un’importante equipe di ricercatori, coordinata e presieduta da Jacopo Biondi Santi, ha raccolto migliaia di parametri che, analizzati e integrati, hanno permesso la conoscenza completa di ogni “particella” presa in esame, disegnando il quadro di tutti i terreni particolarmente votati alla produzione di uve prestigiose per vini di eccezionale finezza e qualità.

(La tradizione del Sangiovese interpretata da Jacopo Biondi Santi)

Il risultato è uno studio microclimatico e pedologico del territorio - uno dei più completi e avveniristici mai realizzati per un’azienda vitivinicola - che ha permesso l’esaltazione delle caratteristiche dei vitigni impiantati: Merlot, Cabernet Sauvignon e soprattutto il Sangiovese Grosso BBS-11 che rappresenta il risultato di 200 anni di selezione clonale nelle microzone della tenuta di Montalcino. Le trasformazioni clonali ottenute hanno permesso di legare indissolubilmente le qualità organolettiche dei vini alle microzone studiate, con il risultato di rendere unici i vini di Castello di Montepò.

(La tradizione del Sangiovese interpretata da Jacopo Biondi Santi)

Con la vendemmia 1991 nasce il Sassoalloro, ponte tra passato e futuro, capostipite innovativo e vigoroso di una nuova interpretazione del Sangiovese in purezza vinificato in modo innovativo, un vino di immediata prontezza, che mantiene la caratteristica longevità dei grandi vini toscani. Mentre nel 1993 l’assoluta fiducia nel Sangiovese porta Jacopo Biondi Santi a metterne alla prova le potenzialità, unendolo in un blend con Cabernet Sauvignon e Merlot, dando così vita allo Schidione. Nascono poi altre sperimentazioni come il Montepaone (100% Cabernet Sauvignon) e il Morione (100% Merlot) che vanno ad arricchire la gamma dei vini del Castello di Montepò, che comprende anche l’immancabile Morellino di Scansano, Annata e Riserva, e il Braccale, Igt di grande corpo, unione di Sangiovese e Merlot.

Per informazioni: www.biondisantimontepo.com

vino wine cantina Jacopo Biondi Santi Castello di Montepo territorio Sangiovese Maremma toscana vitigno innovazione tradizione

RESTA SEMPRE AGGIORNATO! Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp - Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram - Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail
SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).