Rational
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 22 novembre 2019 | aggiornato alle 01:21| 62165 articoli in archivio
Rational
Pentole Agnelli
HOME     VINO     AZIENDE e CANTINE
di Emanuela T. Cavalca
Emanuela T. Cavalca
Emanuela T. Cavalca
di Emanuela T. Cavalca

Bollicine senza confine
Pommery “emigra” in Inghilterra

Bollicine senza confine 
Pommery “emigra” in Inghilterra
Bollicine senza confine Pommery “emigra” in Inghilterra
Pubblicato il 27 settembre 2019 | 14:31

La Maison francese ha stretto una collaborazione con una cantina dello Hampshire e ha acquistato 40 ettari di vitigni. Presentato anche un vino prodotto in California.

Sono i cambiamenti climatici a condizionare l’evoluzione della produzione agricola: ormai possiamo assaggiare ottimo olio evo del trevigiano e persino degli avocado siciliani. Anche le bollicine non conoscono confini, infatti grazie al clima sempre più temperato il Regno Unito si prepara ad un futuro di grande prospettiva enologica.

Pommery California (Bollicine senza confine Pommery emigra in Inghilterra)
Pommery California

Le maison di Champagne guardano sempre di più ai vigneti inglesi: quattro anni fa nel Kent è arrivato Taittinger, dopo è stata la volta di Vranken-Pommery, il cui chef de cave è il noto Thierry Gasco. La Maison francese, fondata nel 1976 da Paul-François Vranken, ha stretto una collaborazione con Hattingley Valley Winery dello Hampshire. Vranken-Pommery Monopole oggi è considerato il primo produttore di vino rosato al mondo e il secondo per champagne. Oltre alla partnership, la Maison francese due anni fa ha acquistato trenta ettari e un anno fa, altri dieci, che vedranno i frutti fra tre anni.

Nello spazio polifunzionale Pommery, alle spalle del Duomo di Milano, alla presenza di Brieuc Kremer, ceo di nomina recente, sono state presentate le due novità del gruppo, nate dalla partnership nel Regno Unito e in California: il Brut Louis Pommery England e il Brut Louis Pommery California. Lo sparkling wine, made in England, nasce da vigneti esclusivi, dove il gesso è l’elemento dominante nel terreno. È stato elaborato secondo il metodo classico champenoise, proviene da vitigni di Pinot Nero e Chardonnay e al palato risulta piacevole e fresco. Lo sparkling californiano nasce nel territorio unico di Napa Valley, che gli dà dei sentori fruttati persistenti. Il posizionamento del prezzo del primo si aggira intorno ai 40/45 euro, mentre California 30/35 euro, quest’ultimo è stato pensato soprattutto per un consumo locale.

Gli ospiti hanno potuto gustare altri prodotti della vasta gamma del Gruppo: tre vini che nascono in Provenza, grazie alla sapienza di Bruno Maillard, Chef de cave di Château La Gordonne. Il terroir e il microclima particolare offrono al vino profumi e intensità tutti da gustare. Si tratta di una vasta proprietà di 350 ettari a corpo unico, di cui 330 vitati, con un terreno argilloso- calcareo affacciato sul mare e un suolo sassoso che dona mineralità al vino. La Provenza si caratterizza per una cucina simile alla nostra, a base di pesce, aglio e ortaggi. In passato era una zona vinicola snobbata, perchè non era considerata rilevante, mentre ora è riconosciuta come patria del rosato.

Le vigne sono arrivate con gli antichi Romani, ma la “riscossa” è iniziata trent’anni fa. La Gordonne, azienda nata nel 1652, fa parte del Gruppo Vranken Pommery e gode di un microclima unico fatto di inverni miti ed estati calde e secche, un clima ideale per un ottimo rosé. Qui si coltivano con successo tutte le varietà tipiche della zona: Grenache, Syrah, Cinsault, Cabernet Sauvignon, Mourvèdre, Tibouren, Rolle, Sémillon e Syrah. Il colore del vino rosé dipende dal tempo della macerazione, dalla durata e dalla temperatura del contatto che si sviluppa nel tino tra il succo dell’acino d’uva, pressoché incolore, e la pellicola. Il rosé è probabilmente il vino più delicato e più difficile da realizzare. Il segreto del suo colore, dei suoi aromi, della sua eleganza, risiede precisamente in queste ore.

I rosati di Château La Gordonne costituiscono un’ampia gamma importante. La Chapelle Gordonne Rosé nasce dai vitigni Syrah, Grenache e Cabernet Sauvignon. Si presenta con un colore rosa molto pallido, dal sentore piacevole di pesca e lampone. La scelta stilistica è stata fatta, perché il rosé non invecchia bene e col tempo il suo colore vira. Per preservare gli aromi la vendemmia avviene di notte o di prima mattina, una pigiatura della prima parte del mosto e, per scelta del Gruppo, è stato “portato un po’ di champagne in Provenza”, così la sua fermentazione è controllata.

La Chapelle Gordonne Blanc è un Vermentino al 100 per cento (vitigno Rolle), che arriva in Italia in piccole quantità. La vendemmia viene fatta a mano e solo di notte per migliorarne la qualità, piacevolmente rotondo al palato, quando lo si sorseggia si percepisce una freschezza minerale, dovuta al terreno scistoso. Ideale da abbinare ai piatti di pesce, frutti di mare e carni bianche. Il terzo vino La Chapelle Gordonne Rouge ha un colore rosso rubino intenso, al naso ha sentori di frutti e al palato è molto elegante, ideale da abbinare con le carni rosse.

Per informazioni: www.champagnepommery.com

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


vino wine cantina pommery inghilettera maison francia champagne california usa bottiglia etichetta Brieuc Kremer Bruno Maillard

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).