Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 08 dicembre 2022  | aggiornato alle 15:01 | 90102 articoli in archivio

Dal cuore delle Dolomiti l’eleganza dei Trentodoc Rotari

Azienda di punta del Gruppo Mezzacorona, Rotari è una cantina di moderna concezione perfettamente integrata nel territorio circostante, ideata e costruita nel rispetto dell’ambiente.

 
08 giugno 2020 | 08:53

Dal cuore delle Dolomiti l’eleganza dei Trentodoc Rotari

Azienda di punta del Gruppo Mezzacorona, Rotari è una cantina di moderna concezione perfettamente integrata nel territorio circostante, ideata e costruita nel rispetto dell’ambiente.

08 giugno 2020 | 08:53
 

Tra storia e leggenda, Rotari prende il nome dal valoroso re longobardo che nel VII secolo d.C. in Trentino Alto Adige combatté alcune delle battaglie più importanti per la conquista dell’Italia. Nel cuore delle Dolomiti, tra le valli e le colline del Trentino, la Cantina produce uno spumante elegante e contemporaneo forgiato dal clima montano. Aromi e profumi inconfondibili che raccontano un territorio, i suoi frutti e un metodo di produzione antico e rinomato.

AlpeRegis Pas Dosé - Dal cuore delle Dolomiti l’eleganza dei Trentodoc Rotari

Trentodoc AlpeRegis Pas Dosé Millessimato

Punta di diamante del Gruppo Mezzacorona, la Cantina Rotari è una delle più significative strutture di produzione di spumante metodo Classico in Italia. Il suo suggestivo tetto “a onda” evoca il susseguirsi dei vigneti coltivati a pergola trentina, tipico dell’ambiente che la ospita. La Cantina Rotari è all’avanguardia in tutto il processo produttivo, dalla preparazione del vino base al remuage, fino alla sboccatura e alla cura del prodotto. Il cuore della cantina è la sala di invecchiamento e affinamento: qui riposano le bottiglie di Rotari Trentodoc che attendono il giusto grado di maturazione per esprimere appieno tutti gli aromi e i profumi caratteristici di Rotari.

Nel cuore delle Dolomiti in Trentino si stagliano i vigneti di proprietà che danno vita agli spumanti Rotari Trentodoc. I venti freschi, il clima montano-mediterraneo, con gli influssi delle montagne a nord e del lago di Garda a sud, e le forti escursioni termiche rappresentano l’ambiente ideale per la coltivazione delle uve alla base di Rotari: Chardonnay e Pinot nero. La forma di allevamento più diffusa nei vigneti è la pergola doppia trentina. Oltre a conferire al territorio un aspetto armonico e inconfondibile, questo tipo di allevamento consente di ottenere un’ottima acidità e una buona struttura dei vini base, che daranno vita all’eleganza e raffinatezza degli spumanti Rotari Trentodoc.

I vigneti sono coltivati e seguiti con cura e dedizione dai soci agricoltori che li curano con attenzione quotidiana in ogni stagione, fino alla selezione e raccolta manuale delle uve. Agronomi esperti li affiancano in ogni decisione tenendoli aggiornati sui progressi tecnici in campagna: i primi a godere di un ambiente salutare e dell’utilizzo di tecniche pulite sono gli stessi agricoltori che vivono nel territorio. «Prendersi cura dell’ambiente che ci circonda - sottolinea la Cantina Rotari - è un impegno quotidiano. La nostra sensibilità ambientale ha radici profonde e, da sempre, siamo in prima linea per la tutela del territorio assieme alla nostra casa madre Mezzacorona».

I Rotari Trentodoc sono proposti in diverse tipologie: Cuvée 28; la gamma AlpeRegis con il Pas Dosé (clicca qui per vedere la video-degustazione), l’Extra Brut e il Rosé; il Rotari 40 (creato appositamente per il 2017 in occasione dei festeggiamenti del 40° della casa); infine Flavio, la super riserva con oltre 5 anni di invecchiamento, che rappresenta l’eccellenza di tutta la produzione spumantistica della Cantina Rotari.

Per informazioni: www.rotari.it

© Riproduzione riservata STAMPA

 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
       



Fumara

Val d'Oca