Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
martedì 30 novembre 2021 | aggiornato alle 00:28 | 79851 articoli in archivio

Ripartiamo dal vino Aqua di Venus 2019 Ruffino

Elegante al naso, lungo e vibrante sul palato, con una mineralità delicata, Aqua di Venus seduce con il suo aspetto attraente e succulento. Il design della bottiglia richiamare la conchiglia da cui è nata Venere.

15 maggio 2020 | 09:32

Ripartiamo dal vino Aqua di Venus 2019 Ruffino

Elegante al naso, lungo e vibrante sul palato, con una mineralità delicata, Aqua di Venus seduce con il suo aspetto attraente e succulento. Il design della bottiglia richiamare la conchiglia da cui è nata Venere.

15 maggio 2020 | 09:32

Nel 1877, quando i cugini Ilario e Leopoldo Ruffino abbracciarono la loro passione per il vino fondando una piccola azienda vinicola nel comune di Pontassieve vicino a Firenze, la regione aveva già una tradizione secolare nella coltivazione di eccezionali uve per la produzione di vino. Ciò nonostante, da veri toscani, avevano la sicurezza che gran parte della potenzialità dell’area dovesse essere ancora valorizzata. La Toscana era uno scrigno di tesori: i terreni ricchi di minerali, la rinfrescante influenza del Mar Mediterraneo, le estati asciutte - che le uve preferiscono - e tutte quelle colline assolate e rigogliose. Come si diffuse la voce della bontà dei vini Ruffino, la cantina iniziò a prosperare. I cugini si affinarono con l’esperienza e presto Ruffino divenne sinonimo di vini eleganti ed equilibrati, come recitava il motto “Qui facciamo il vino ideale”. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, Ruffino acquistò la prima delle sue tenute toscane, la Villa di Montemasso nella zona del Chianti Classico. Continuò a investire in nuovi vigneti e diventò una delle prime cantine con vigneti estesi in tre delle aree d'Italia più rinomate per la produzione vinicola: Chianti Classico, Brunello di Montalcino e Vino Nobile di Montepulciano. Oggi, dopo oltre 140 anni dalla sua fondazione, Ruffino continua a esprimere la storia e la tradizione toscane in ogni bottiglia di vino prodotta.

Vino degustato: Toscana Igt Aqua di Venus 2019 Ruffino

Aqua di Venus è un vino rosé le cui uve provengono dalla costa toscana (Maremma). 34% Syrah, 33% Sangiovese, 33% Pinot Grigio: il Syrah conferisce corpo al vino, donando intense note fruttate, accenni speziati e morbidezza; il Sangiovese offre la complessità, le note floreali e la mineralità; il Pinot Grigio completa il vino con armonia, freschezza e tipiche note di cedro. Modellato dalla brezza del Mar Tirreno, prezioso e potente come una fragranza artigianale, sensuale come solo l’antica Dea dell’Amore può essere. La vicinanza al mare dona al vino rosé interessanti note minerali, offrendo carattere ed eleganza. Colore rosa cerasuolo, aroma elegante, complesso e seducente. Raffinate sfumature di ciliegia rossa, seguite dal carattere della Maremma con le sue mediterranee note aromatiche. Il bouquet chiude con sentori di fiori primaverili, cedro rinfrescante e una mineralità delicata. Al palato è profondo, delicato e fresco. I sapori richiamano le note eleganti di frutta fresca e fiori. Il finale è sapido, lungo e persistente, con erbe aromatiche e un magnifico retrogusto minerale. Aqua di Venus è un vino perfetto per un aperitivo ricercato, per un pasto fine e di gusto ma non troppo impegnativo, per occasioni informali ma “cool” (ad esempio vernissage, mostre, vacanze in barca, party in piscina, momenti trascorsi con gli amici in locali trendy-chic). La bottiglia è disegnata da Ruffino. Il suo design esclusivo vuole richiamare la conchiglia da cui è nata Venere, ma sta a significare più di questo: raffinatezza, texture distintiva, un marchio di garanzia d’eccellenza.

Ripartiamo dal vino Aqua di Venus 2019 Ruffino
Toscana Igt Aqua di Venus 2019 Ruffino

Per informazioni: www.ruffino.com


Paolo Porfidio è laureato in enologia e lavora come head sommelier al ristorante Terrazza Gallia, al settimo piano dell’Excelsior Hotel Gallia di Milano. Si è classificato primo nel sondaggio “Personaggio dell’anno 2019 - Premio Italia a Tavola” nella categoria Sala e Hotel. Grande è la sua popolarità nel mondo professionale e sui social network, tanto che nel sondaggio è risultato il candidato più votato in assoluto tra tutte le categorie.

Paolo Porfidio al Terrazza Gallia - Porfidio, da enologo a sommelier «Nel sondaggio vittoria inaspettata»
Paolo Porfidio al Terrazza Gallia

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali