Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 31 luglio 2021 | aggiornato alle 21:29 | 76908 articoli in archivio

Ripartiamo dal vino: Terre Alfieri Doc Nebbiolo Belgardo 2016 Cascina Vèngore

Il Belgardo Terre Alfieri Nebbiolo è caratterizzato da equilibrio, eleganza e persistenza. Si sposa alla perfezione con secondi di carne rossa, selvaggina e formaggi stagionati. È il vino ideale per un pasto speciale

24 giugno 2021 | 10:36

Ripartiamo dal vino: Terre Alfieri Doc Nebbiolo Belgardo 2016 Cascina Vèngore

Il Belgardo Terre Alfieri Nebbiolo è caratterizzato da equilibrio, eleganza e persistenza. Si sposa alla perfezione con secondi di carne rossa, selvaggina e formaggi stagionati. È il vino ideale per un pasto speciale

24 giugno 2021 | 10:36

La valletta di Vengore si apre scenograficamente a ventaglio, con pendii eletti per la coltura della vite. Un teatro della natura, anticamente fundus romano, favorito dalla sorgente perenne del Cucheirolo. In centro, la storica cascina in cui tre gradini di marmo attestano due millenni di presenze, insieme ad altri reperti di epoca romana (monete, cocci, un anello), a conferma di una tradizione millenaria di sapienze contadine tramandate di generazione in generazione. Nel silenzio perfetto di questo anfiteatro naturale, ogni spicchio di terra offre le condizioni ideali alla crescita delle uve delle Terre Alfieri. Oltre 60mila nuove viti, impiantate nel 2012 e in conversione bio dal 2016, si estendono nella piccola e protetta valle: un’area di 26 ettari, 16 dei quali coperti dai nuovi vigneti, 6 da prato e 4 da boschi, in un dialogo tra natura selvaggia e addomesticata dall’uomo tra Roero e Monferrato. Qui Daniele, Alessio e Luca lavorano instancabilmente la terra, rispettando la biodiversità e i ritmi naturali del tempo e delle stagioni e raccogliendo tutto ciò che la Natura dona loro, dalle fonti naturali di acqua che penetrano rocce ricche di minerali, ai boschi che offrono riposo agli uccelli fino ai grappoli che si trasformeranno in eleganti e prestigiosi vini.

Vino degustato: Terre Alfieri Doc Nebbiolo Belgardo 2016 Cascina Vèngore

Nel Feudo di Belgardo l’operosità contadina già in antichità lavorava con amore i vigneti di Vèngore per fa nascere il nettare più nobile dalla vigna del Nebbiolo. I vigneti si estendono per 2,67 ettari a Cisterna d’Asti (At). Il suolo è in prevalenza tufaceo, con densità di 4.280 ceppi per ettaro e sistema di allevamento a guyot. La fermentazione avviene per 8-10 giorni in vasche termocontrollate a 28°C, con successiva malolattica a 20°C. Segue un periodo di affinamento di 16 mesi in botte di rovere. Il vino presenta un colore rosso con riflessi granata, i profumi speziati richiamano note di liquirizia, cannella e vaniglia. Al palato si apprezzano equilibrio, eleganza e persistenza. Si sposa alla perfezione con secondi di carne rossa, selvaggina e formaggi stagionati. È il vino ideale per un pranzo speciale, una cena tra amici, un’occasione da ricordare, una serata in relax, per sorprendere gli ospiti. Il Belgardo Terre Alfieri Nebbiolo 2016 ha meritato 88 punti e la medaglia di bronzo di Decanter.

£$Ripartiamo dal vino$£ Belgardo 2016 Cascina Vèngore
Terre Alfieri Doc Nebbiolo Belgardo 2016 Cascina Vèngore


Per informazioni: www.cascinavengore.it


Paolo Porfidio è laureato in enologia e lavora come head sommelier al ristorante Terrazza Gallia, al settimo piano dell’Excelsior Hotel Gallia di Milano. Si è classificato primo nel sondaggio “Personaggio dell’anno 2019 - Premio Italia a Tavola” nella categoria Sala e Hotel. Grande è la sua popolarità nel mondo professionale e sui social network, tanto che nel sondaggio è risultato il candidato più votato in assoluto tra tutte le categorie. Di recente è stato nominato coordinatore di Aspi (Associazione sommellerie professionale italiana) Milano.

Paolo Porfidio al Terrazza Gallia
Paolo Porfidio al Terrazza Gallia



© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali