Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 22 gennaio 2022 | aggiornato alle 00:22 | 81208 articoli in archivio

Video degustazioni

Ripartiamo dal vino: Colli Tortonesi Timorasso Martin 2018 Franco M. Martinetti

Affinamento in barrique di rovere francese a grana fine per circa 12 mesi. Vino aristocratico e intrigante senza eguali, è perfetto in tavola in abbinamento al risotto con le rane

04 novembre 2021 | 09:30

Ripartiamo dal vino: Colli Tortonesi Timorasso Martin 2018 Franco M. Martinetti

Affinamento in barrique di rovere francese a grana fine per circa 12 mesi. Vino aristocratico e intrigante senza eguali, è perfetto in tavola in abbinamento al risotto con le rane

04 novembre 2021 | 09:30

Pluripremiati, presenti nei migliori ristoranti italiani e degli Stati Uniti, i vini di Franco M. Martinetti sono l’espressione di una quasi maniacale ricerca della perfezione. Dietro ognuno di essi c’è la volontà di creare vini di grande personalità, capaci di suscitare, in chi li degusta, un’emozione grazie a un profumo, un’immagine attraverso un aroma... Prodotti complessi, eleganti e squisitamente equilibrati, con una forte espressione di appartenenza al territorio d’origine, il Piemonte, ma capaci di soddisfare ai massimi livelli le aspettative più elevate della civiltà conviviale internazionale. Da viticoltore a vinicultore: un approccio al vino che Franco M. Martinetti ha da sempre affinato con pazienza, sapienza e meticolosità. Scegliere la vigna ideale in base a terreno, esposizione, età. Controllare sul campo la potatura e il diradamento dei grappoli. Fissare la data di inizio della vendemmia. Selezionare i grappoli. Decidere i tempi di fermentazione, di invecchiamento in legno e affinamento in bottiglia... Ogni tappa è seguita accuratamente, perché ogni dettaglio è fondamentale per chi aspira alla perfezione. Una continua tensione alla ricerca della qualità, frutto di autentica passione.

Vino degustato: Colli Tortonesi Timorasso Martin 2018 Franco M. Martinetti

Il Timorasso è un antico vitigno piemontese coltivato unicamente nel Tortonese. Se il suo profilo aromatico ha numerose note in comune con il più noto Riesling Renano, la grande struttura e la mineralità che lo accompagnano hanno reminiscenze di Borgogna. La vinificazione del Colli Tortonesi Timorasso “Martin” avviene per diraspatura e criomacerazione con le bucce per 36 ore, pigiatura soffice con pressa orizzontale, fermentazione del mosto in barrique. Segue la fase di affinamento in barrique di rovere francese a grana fine per circa 12 mesi.

Colli Tortonesi Timorasso Martin 2018 Franco M. Martinetti £$Ripartiamo dal vino:$£ Colli Tortonesi Timorasso Martin 2018 Franco M. Martinetti

Colli Tortonesi Timorasso Martin 2018 Franco M. Martinetti

Vino aristocratico e intrigante senza eguali, è perfetto in tavola in abbinamento al risotto con le rane. È così seducente che quando lo sorseggi ti sembra di avvertire su di te lo sguardo enigmatico del dio del vino nell’Antico Egitto: Osiride. Il critico enogastronomico Paolo Massobrio ha definito il Martin come «il miglior bianco d’Italia».

Rinasce il Saigon, elegante angolo di Vietnam a Milano

Franco M. Martinetti
via San Francesco da Paola 18 - 10123 Torino
Tel 011 8395937
www.francomartinetti.it

 



Paolo Porfidio è laureato in enologia e lavora come head sommelier al ristorante Terrazza Gallia, al settimo piano dell’Excelsior Hotel Gallia di Milano. Si è classificato primo nel sondaggio “Personaggio dell’anno 2019 - Premio Italia a Tavola” nella categoria Sala e Hotel. Grande è la sua popolarità nel mondo professionale e sui social network, tanto che nel sondaggio è risultato il candidato più votato in assoluto tra tutte le categorie. Di recente è stato nominato coordinatore di Aspi (Associazione sommellerie professionale italiana) Milano.

Paolo Porfidio al Terrazza Gallia

Paolo Porfidio al Terrazza Gallia

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali