Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 31 luglio 2021 | aggiornato alle 21:17 | 76908 articoli in archivio

Video degustazioni

Ripartiamo dal vino: Montepulciano d’Abruzzo Doc Riserva Plateo 2015 Agriverde

Plateo è un prodotto vivo, la sintesi perfetta del rapporto tra l’uomo, il luogo, la stagione, la cultura e il rispetto per l’ambiente. Viene prodotto solo nelle migliori annate con una limitatissima produzione

18 luglio 2021 | 09:30

Ripartiamo dal vino: Montepulciano d’Abruzzo Doc Riserva Plateo 2015 Agriverde

Plateo è un prodotto vivo, la sintesi perfetta del rapporto tra l’uomo, il luogo, la stagione, la cultura e il rispetto per l’ambiente. Viene prodotto solo nelle migliori annate con una limitatissima produzione

18 luglio 2021 | 09:30

La Cantina Agriverde affonda le sue radici nella storia di una delle famiglie di produttori più antiche d’Abruzzo: la famiglia Di Carlo, produttori vitivinicoli già nella prima metà dell’800. Lo testimonia una lettera originale tutt’oggi conservata in azienda, nella quale Camillo Di Carlo il 13 dicembre 1830 annunciava al padre la loro prima esportazione “verso le lontane terre della Savoia”. Da allora, la famiglia Di Carlo tramanda la passione per l’enologia di padre in figlio, una eredità umana e professionale che tutt’oggi rappresenta un prezioso testimone da lasciare in dote alle future generazioni. Nella seconda metà degli anni ’80 assume la guida delle cantine Giannicola Di Carlo, bio-agronomo. Con la sua direzione tutta la produzione viene convertita al metodo biologico e Agriverde viene certificata da Icea (Istituto di certificazione etico ambientale) già nel 1991, in concomitanza con la promulgazione della prima regolamentazione europea sull’agricoltura biologica (Reg. CEE 2092/91), una delle prime cantine biologiche in Italia.



Vino degustato: Montepulciano d’Abruzzo Doc Riserva Plateo 2015 Agriverde

Rosso rubino profondo con riflessi violacei e bordo granato. Al naso si esprime con grande eleganza con ampi profumi di frutta rossa matura e fini note speziate di cacao, vaniglia, chiodi di garofano, caffè e cannella. Al palato è un vino di grande struttura, eleganza, equilibrio e di lunga persistenza. I tannini sono raffinati e vellutati. Ideale in abbinamento ad antipasti a base di salumi e primi piatti a base di sughi e carne, tartufo e funghi porcini, ma anche con arrosti e cacciagione, formaggi stagionati e cioccolato fondente. Plateo è l’icona di Agriverde e della famiglia Di Carlo, frutto della storia, della tradizione, della passione ma soprattutto della continua sperimentazione in tutte le fasi di produzione, dalla vigna fino alla bottiglia. Un Montepulciano d’Abruzzo che grazie alle particolari condizioni geologiche e climatiche, grazie alle tecniche di lavorazione, alla sperimentazione e alla sapienza enologica di Riccardo Brighigna che ha saputo trasferire al Plateo l’esclusività e l’eccellenza di poter appagare le papille gustative e le aspettative dei palati più esigenti al mondo. Plateo 2015 è la prima annata con la denominazione “Riserva”. Poiché solo le migliori annate vengono destinate alla produzione del Plateo, ogni bottiglia esprime la massima potenza di frutto e sostanza estrattiva. Plateo è un prodotto vivo, la sintesi perfetta del rapporto tra l’uomo, il luogo, la stagione, la cultura e il rispetto per l’ambiente. Viene prodotto solo nelle migliori annate con una limitatissima produzione; queste prerogative rende questo vino unico ed esclusivo.

Montepulciano d’Abruzzo Doc Riserva Plateo 2015 Agriverde £$Ripartiamo dal vino:$£ Montepulciano d’Abruzzo Doc Riserva Plateo 2015 Agriverde
Montepulciano d’Abruzzo Doc Riserva Plateo 2015 Agriverde


Per informazioni: www.agriverde.it


Paolo Porfidio è laureato in enologia e lavora come head sommelier al ristorante Terrazza Gallia, al settimo piano dell’Excelsior Hotel Gallia di Milano. Si è classificato primo nel sondaggio “Personaggio dell’anno 2019 - Premio Italia a Tavola” nella categoria Sala e Hotel. Grande è la sua popolarità nel mondo professionale e sui social network, tanto che nel sondaggio è risultato il candidato più votato in assoluto tra tutte le categorie. Di recente è stato nominato coordinatore di Aspi (Associazione sommellerie professionale italiana) Milano.

Paolo Porfidio al Terrazza Gallia
Paolo Porfidio al Terrazza Gallia



© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali