Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
venerdì 24 settembre 2021 | aggiornato alle 19:38 | 78130 articoli in archivio

Il Sangiovese Bòggina è “Riserva” con la nuova annata 2019

L’azienda Petrolo guidata da Luca Sanjust produce vino di alta gamma in prevalenza da uva Sangiovese. E con l’annata 2019 il Doc Val d’Arno di Sopra Sangiovese Vigna Bòggina C Biologico diventa “Riserva”

01 aprile 2021 | 20:00

Il Sangiovese Bòggina è “Riserva” con la nuova annata 2019

L’azienda Petrolo guidata da Luca Sanjust produce vino di alta gamma in prevalenza da uva Sangiovese. E con l’annata 2019 il Doc Val d’Arno di Sopra Sangiovese Vigna Bòggina C Biologico diventa “Riserva”

01 aprile 2021 | 20:00

Luca Sanjust, terza generazione della famiglia Bazzocchi-Sanjust, è alla guida di Petrolo, storica realtà vinicola sulle ultime propaggini a Sud-Est dei monti del Chianti. La tenuta si estende su 272 ettari a un'altezza compresa tra i 250 e i 500 metri slm. Le proprietà sorgono nella Val d'Arno di Sopra, caratterizzata da un terreno con presenza di galestro, alberese e arenaria con argilla.

Tenuta Petrolo  Petrolo, vocazione territorio Val d’Arno di alta caratura

Tenuta Petrolo


La produzione vitivinicola aziendale sin dalla seconda metà degli anni ‘80 ha mirato esclusivamente a far nascere vini di carattere e di alto livello, fortemente legati al territorio grazie ai vitigni piantati in massima parte a Sangiovese. I vini di punta di Petrolo sono il Torrione, l’essenza di Petrolo, in prevalenza Sangiovese, il cru Galatrona, Merlot in purezza e simbolo dell’azienda, il cru Campo Lusso, Cabernet Sauvignon in purezza, e i cru di Bòggina.

Luca Sanjust Petrolo, vocazione territorio Val d’Arno di alta caratura
Luca Sanjust


Riserva per sempre

Con l’annata 2019 il Doc Val d’Arno di Sopra Sangiovese Vigna Bòggina C Biologico diventa “Riserva”, si evolve, cambia pelle. Circa 3.000 bottiglie che esaltano fragranza, solarità e profondità d’espressione del Sangiovese della vigna di Bòggina. “Rinasce” con una nuova etichetta derivata da un dipinto della pittrice-artista Sabina Mirri. Il Bòggina C “Riserva” (Bcr) da ora in poi sarà sempre “Riserva” e si affianca al Bòggina A (Doc Val d’Arno di Sopra Sangiovese Vigna Bòggina Biologico) e al Bòggina B (Igt Trebbiano Biologico).

Per informazioni: www.petrolo.it

© Riproduzione riservata

 
Voglio ricevere le newsletter settimanali