Feudo Arancio
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
sabato 22 febbraio 2020 | aggiornato alle 23:36| 63605 articoli in archivio
Feudo Arancio
Pentole Agnelli
HOME     VINO     CONSORZI
di Stefano Calvi
Stefano Calvi
Stefano Calvi
di Stefano Calvi

Accordo in Oltrepò, Andrea Giorgi:
«Il futuro del territorio? Solo uniti»

Accordo in Oltrepò, Andrea Giorgi: 
«Il futuro del territorio? Solo uniti»
Accordo in Oltrepò, Andrea Giorgi: «Il futuro del territorio? Solo uniti»
Pubblicato il 21 febbraio 2019 | 15:59

Un accordo storico, quello firmato ieri, sotto l’egida della Regione Lombardia, per ricostruire il Consorzio dei vini dell’Oltrepò con l’apporto delle aziende di filiera che lo avevano abbandonato negli ultimi anni.

Un accordo che vede coinvolti i vertici del Consorzio Vini dell’Oltrepò Pavese ed il Distretto del Vino di Qualità. L’obiettivo è quello di provare ad aiutare un territorio sempre più svalutato, con tutti i problemi del caso: spopolamento, perdita di valore dei terreni e delle aziende stesse. Basti pensare che un ettaro di vigna qui, in media non supera i 30mila euro, metà della media lombarda, che arriva a 57mila euro, un decimo esatto del Trentino, dove si spendono 210mila euro e molto meno del Veneto dove, sempre in media e cioè tralasciando le zone più pregiate, si sborsano 134mila euro.

Andrea Giorgi (Accordo in Oltrepò, Andrea Giorgi:«Il futuro del territorio? Solo uniti»)
Andrea Giorgi

Non si fa aspettare il commento positivo del presidente Andrea Giorgi di Terre d’Oltrepò sull’accordo siglato tra il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese ed il Distretto del Vino di Qualità. Una svolta epocale per il territorio oltrepadano e per tutta la filiera del mondo vitivinicolo. «Terre d’Oltrepo è fiduciosa di questo passo in avanti. Ci siamo impegnati in questo risultato confidando nel fatto che solo uniti si può uscire dalla difficile situazione del nostro territorio».

L’attenzione del presidente ricade poi sulla centralità dell’unione tra le varie forze in campo. «Condivido il fatto - spiega Andrea Giorgi - che sono diversi interessi e diverse aziende, ma il futuro del nostro territorio si può costruire solo insieme, solo cercando di comprendere le diverse esigenze e collaborando pazientemente per una viticoltura soddisfacente sopratutto per i viticoltori».

Un messaggio chiaro che evidenzia quanto sia importante la coesione di un intero territorio per superare i temi negativi che hanno contraddistinto l’Oltrepò Pavese. L’obiettivo è quello di aiutare un territorio sempre più svalutato, con tutti i problemi del caso. Il presidente Giorgi commenta positivamente anche il percorso che ha portato a questo risultato. «In questi mesi - spiega - ci siamo impegnati nel Consorzio per buttarci alle spalle il passato. Compiuta l’unione del territorio è necessario dare un taglio netto con il passato per poter iniziare a ricostruire il futuro fatto di territorio, di qualità e remunerazione. Questo accordo è solo il primo passo di un cammino che deve procedere inesorabile».

Per informazioni: www.vinoltrepo.org

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


Oltrepo Consorzio Vini Oltrepo Terre dOltrepo Distretto del vino di qualita Andrea Giorgi territorio accordo vino wine consorzio

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits  -  Sitemap  -  Policy  -  PARTNER  -  EURO-TOQUES - Reg. Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch). - © ®