Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e accoglienza
giovedì 21 novembre 2019 | aggiornato alle 04:38| 62139 articoli in archivio
Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
HOME     VINO     CONSORZI
di Alberto Lupini
direttore
Alberto Lupini
Alberto Lupini
di Alberto Lupini

Alto Adige capitale dei bianchi
Via al progetto di zonazione

Alto Adige capitale dei bianchi 
Via al progetto di zonazione
Alto Adige capitale dei bianchi Via al progetto di zonazione
Pubblicato il 09 settembre 2019 | 18:40

Nel weekend il Consorzio vini ha presentato le sue novità - 200 - e ha anche tracciato un bilancio sullo stato di salute della propria attività che vivrà un momento di svolta con 86 zone che fungeranno da “cru”.

Il motivo della scelta è subito spiegato da Maximilian Niedermayr, presidente del Consorzio vini Alto Adige, durante l'Alto Adige Wine Summit: «L’idea è nata perché abbiamo visto che ultimamente per i consumatori è molto importante sapere da dove deriva il vino. Noi ormai da qualche abbiamo imboccato la strada della qualità, ma adesso è giunto il momento di fare un altro passo e abbiamo scelto la strada della zonazione».

(Alto Adige capitale dei bianchiVia al progetto di zonazione)
I vigneti a bacca bianca altoatesini sono sempre più apprezzati. UN grappolo di Pinot bianco

86 le nuove “aree” selezionate dal Consorzio che ricopriranno il 70% dell’area provinciale vitata. Sebbene non ci sia ancora certezza sull’esito che questa idea darà, il Consorzio ha voluto comunque puntare forte sulla scelta e lo testimonia, appunto, l’ampiezza dell’area destinata. I produttori sanno che ci saranno alcune zone che non daranno i risultati sperati, ma sanno anche che ce ne saranno altrettante che daranno soddisfazioni.

Maximilian Niedermayr (Alto Adige capitale dei bianchiVia al progetto di zonazione)
Maximilian Niedermayr

«All’interno di ogni zona - spiega il presidente - potranno lavorare più cantine. Abbiamo inserito solo due vincoli: da una parte la resa non potrà essere come quella della Doc, ma verrà diminuita del 25%; dall’altra la produzione dovrà essere 100% in purezza».

L'Alto Adige Wine Summit (Alto Adige capitale dei bianchiVia al progetto di zonazione)
L'Alto Adige Wine Summit

Un momento importante, per il Consorzio, ma per tutto il settore vinicolo in generale per via dei cambiamenti climatici. L’Alto Adige parte da una solida base che si fonda sulla forza dei “bianchi” ritenuti ormai i migliori grazie ad una favorevole posizione geografica e a un conseguente clima che è diventato perfetto. Ma in futuro cosa succederà? «Stiamo sentendo che la Terra si sta scaldando sempre di più - conclude Niedermayr - forse dovremo tornare ai rossi, o forse saliremo di quota con la coltivazione, oppure ancora affidarci a dei cloni che maturino più tardi. Ci sono diversi modi per affrontare il problema, vedremo quale sarà il più efficace».

Per informazioni: www.vinialtoadige.com

© Riproduzione riservata

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!
Iscriviti alle newsletter quotidiane e ricevile direttamente su WhatsApp
Ricevi in tempo reale le principali notizie del giorno su Telegram
Iscriviti alle newsletter settimanali inviate via mail

“Italia a Tavola è da sempre in prima linea per garantire un’informazione libera e aggiornamenti puntuali sul mondo dell’enogastronomia e del turismo, promuovendo la conoscenza di tutti i suoi protagonisti attraverso l’utilizzo dei diversi media disponibili”

Alberto Lupini


vino wine consorzio alto adige consorzio vini alto adige zonazione bianchi autoctoni vini capitale

SCRIVI UN COMMENTO    
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

ARTICOLI CORRELATI
Loading...

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >



Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160
& Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Italia a Tavola è il principale quotidiano online rivolto al mondo Food Service, Horeca, F&B Manager, ristorazione, pizzerie, pasticcerie, bar, turismo, benessere e salute. Il portale www.italiaatavola.net è strettamente integrato con tutti i mezzi del network: la rivista mensile cartacea e digitale Italia a Tavola, le newsletter quotidiane su Whatsapp e Telegram, le newsletter settimanali del lunedì e del sabato rivolte a professionisti ed appassionati, i canali video, il tg pomeridiano (Iat Live news) e la presenza sui principali social (Facebook, Twitter, Youtube, Instagram, Flipboard, Pinterest, Telegram e Twitch).