Ros Forniture Alberghiere
Pentole Agnelli
Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
sabato 22 settembre 2018 | aggiornato alle 01:22 | 55715 articoli in archivio
HOME     VINO     GUIDE

Vini d'Italia 2019 del Gambero Rosso
Assegnati alla Liguria 7 Tre Bicchieri

Pubblicato il 17 settembre 2018 | 17:40

Sono inziate le anticipazioni della Guida Vini d'Italia 2019 del Gambero Rosso. A far parte dei Tre Bicchieri saranno alcuni prodotti regionali, per ora, di Valle d'Aosta, Canton Ticino, Abruzzo, Molise e Liguria.

Rispetto alle maggiori aziende nazionali, in materia di vini la Valle d’Aosta ha sempre mantenuto una media produttiva annua modesta, con poco più di due milioni e mezzo di bottiglie ricavate da circa 20mila ettolitri. A rendere unica la produzione di questa regione è invece la sua conformazione territoriale, che presenta poca omogeneità in tutte le aree comprese tra Donnas e Courmayeur.

(Vini d'Italia 2019 del Gambero Rosso Assegnati alla Liguria 7 Tre Bicchieri)

Lungo questo territorio la Valle d’Aosta offre un’ampia varietà di vitigni sia autoctoni che alloctoni, in perfetta armonia tra di loro. Qui vengono prodotti sia vini rossi corposi come il Syrah e il Fumin che delicati come il Pinot noir e il Petit rouge, oltre a una variegata gamma di bianchi che può contare il Prié blanc, il Petite arvine, lo Chardonnay e il Pinot grigio malvoisie.

La differenza all’interno di questa particolare produzione vinicola sta principalmente nella vera qualità di questa regione, la variabilità del microclima, dovuta specialmente alla posizione dei vigneti, alla loro giacitura e all’altitudine, che può variare dai 300 metri fino a oltre 1100 metri di quota.

La vendemmia dello scorso anno è stata un fallimento per la Valle d’Aosta, dal momento che era stata registrata una produzione di 10mila ettolitri contro i 21mila del 2016, rilevando quindi una perdita del 53%. In qualche cantina di produzione del Blanc di Morgex et de La Salle la perdita è stata addirittura del 98%.

Quest’anno sembra invece che la produzione vinicola della Valle d’Aosta abbia iniziato a riprendersi, come dimostra il fatto che nel palmarès dei premiati della Guida Vini d’Italia 2019 si assisterà al ritorno di cantine che hanno fatto la storia della regione, come la Maison Anselmet che presenta una selezione di due Chardonnay. Oltre a questi, tra i premiati per la valle d’Aosta si contano due Petite Arvine, un Fumin e un Moscato Passito.

All’interno dei Tre Bicchieri del Gambero Rosso sarà rappresentato anche il Canton Ticino, il lembo di terra a ridosso delle Alpi che si è consolidato soprattutto per la sua produzione di Merlot, vinificato sia in rosso che in bianco, che è il vero principe della regione.

Anche il Canton Ticino presenta rilevanti differenze per quanto riguarda la morfologia del territorio da nord a sud, che permette di ottenere una produzione variegata e molto interessante che comprende anche l’uva bondola, un autoctono a bacca rossa.

A entrare di diritto nella Guida Vini d’Italia 2019 del Gambero Rosso saranno per questa regione il Vinattieri ’15 e il Castanar ’13 di Andrea Ferrari, due bianchi eccellenza di questo territorio.

L’Abruzzo è sempre stato caratterizzato da un vino di qualità, prodotto a ridosso delle più alte cime appenniniche fino alle pianure che lambiscono il litorale adriatico, con le relative differenze agricole e geoclimatiche.

La produzione abruzzese consta così sia di aziende vinicole che di piccoli produttori, sia di una rete di cooperative che di cantine private di ogni tipo, uno scenario che naturalmente si riflette nella proposta commerciale del territorio, con una serie di interpretazioni abitualmente associate all’universo “naturale”.

Quindi protocolli bio, progetti di sostenibilità ambientale, fermentazioni spontanee, macerazioni sulle bucce anche per le uve bianche, maturazioni in cemento e terracotta, vinificazioni senza chiarifiche, filtrazioni o solfiti aggiunti.

Fra i Tre Bicchieri per la regione Abruzzo compaiono diverse opzioni adatte a un consumo quotidiano, con una selezione che vede in primo piano i Montepulciano d’Abruzzo, senza dubbio la denominazione più importante.

Il Molise è una regione in buona parte incontaminata, fieramente connessa alle sue radici rurali. Caratteristiche principali di questo territorio sono dunque biodiversità, salubrità ambientale e ricchezza paesaggistica.

Le  comunità molisane conservano una propria specifica identità, non confondibile e che marca inevitabilmente anche le produzioni vinicole. Ecco allora al loro interno rossi e rosati da Montepulciano e Aglianico oppure bianchi da Falanghina, Greco, Trebbiano e Malvasia, a cui si affiancano prodotti internazionali come Sauvignon e Chardonnay.

Per l’ennesima volta tocca alla Tintilia il ruolo di portabandiera per la regione nella Guida del Gambero Rosso, con la versione 2016 targata Di Majo Norante. Si segnalano comunque altre importanti realtà in crescita come Borgo di Colloredo, Claudio Cipressi e Tenimenti Grieco.

Anche la Liguria gode di una situazione enologica di perfetta salute, nonostante le vigne siano collocate nella maggior parte dei casi sulle montagne della regione, con cantine che vantano vigne di più di dieci ettari.

Attraverso un lavoro di secoli i vignaioli della regione hanno ricavato poggio su poggio, creando muretti di contenimento a secco con le pietre del posto, dove poter piantare viti e ulivi per il fabbisogno familiare.

Tutto questo si traduce in vini unici, dal carattere prettamente mediterraneo, nati da una viticoltura eroica che racconta le piccole realtà artigianali del territorio, dove ogni vendemmia è frutto di un duro impegno, nonostante i repentini cambiamenti climatici dell’ultimo periodo.  

Quest’anno saranno premiati sette di questi artigiani, di cui sei veterani e una new entry, che descrivono perfettamente il vino secondo la Liguria. Dai Colli di Luni giungono così tre Vermentini, il Fosso di Corsano di Terenzuola ’17, il Boboli ’17 di Giacomelli, che debutta nell’esclusivo club dei Tre Bicchieri, e il classico Etichetta Nera di Lunae Bosoni.

Tre Pigato di ottima qualità provengono invece da Ponente: il Bon in da Bon ’17 di BioVio, U Baccan ’16 di Bruna e il Via Maestra de La Ginestraia. Chiude la serie l’unico rosso, il Dolceacqua Beragna ’17 di Ka Mancinè.

TRE BICCHIERI 2019

Valle d'Aosta (6)

Sopraquota 900 - Rosset Terroir
Valle d'Aosta Chambave Muscat Fletrì '16 - La Vrille
Valle d'Aosta Chardonnay Cuvée Bois '16 - Les Crêtes
Valle d'Aosta Chardonnay Main et Cœur '16 - Maison Anselmet
Valle d'Aosta Fumin '16 - Lo Triolet
Valle d'Aosta Petite Arvine '17 - Elio Ottin

Canton Ticino (2)

Ticino Merlot Castanar '13 - Roberto e Andrea Ferrari
Ticino Merlot Vinattieri '15 - Vinattieri Ticinesi

Abruzzo (12)

Abruzzo Pecorino Giocheremo con i Fiori '17 - Torre dei Beati
Cerasuolo d'Abruzzo Piè delle Vigne '16 - Luigi Cataldi Madonna
Montepulciano d'Abruzzo '13 - Valentini
Montepulciano d'Abruzzo Colline Termane Zanna Ris. '13 - Illuminati
Montepulciano d'Abruzzo Mo' Ris. '14 - Cantina Tollo
Montepulciano d'Abruzzo Podere Castorani Ris. '14 - Castorani
Montepulciano d'Abruzzo Spelt Ris. '15 - La Valentina
Montepulciano d'Abruzzo Vign. Di Sant'Eusanio '16 - Valle Reale
Pecorino '17 - Villa Medoro
Trebbiano d'Abruzzo Castello di Semivicoli '15 - Masciarelli
Trebbiano d'Abruzzo Sup. Mario's 44 '16 - Tenuta Terraviva
Tullum Pecorino Biologico '17 - Feudo Antico

Molise (1)

Molise Tintilia '16 - Di Majo Norante

Liguria (7)

Colli di Luni Vermentino Boboli '17 - Giacomelli
Colli di Luni Vermentino Lunae Et. Nera '17 - Cantine Lunae Bosoni
Colli di Luni Vermentino Sup. Fosso di Corsano '17 - Terenzuola
Dolceacqua Beragna '17 - Ka' Manciné
Riviera Ligure di Ponente Pigato Bon in da Bon '17 - BioVio
Riviera Ligure di Ponente Pigato U Baccan '16 - Bruna
Riviera Ligure di Ponente Pigato Via Maestra '16 - La Ginestraia

guidevino vino wine iat italiaatavola Vini d'Italia Gambero Rosso Valle d'Aosta Canton Ticino Abruzzo Molise


ARTICOLI CORRELATI
Loading...
Mostra più articoli >

APPROFONDIMENTI
Loading...
Mostra più articoli >

ARTICOLI RECENTI
Loading...


COMMENTA
Esprimi liberamente il tuo commento scrivendo nella finestra, indica nome, cognome ed indirizzo e-mail e il campo alfanumerico di sicurezza.
 
 
 
 
 
 
Voglio ricevere le newsletter settimanali
Ai sensi del D.lgs. 196/2003, La informiamo che i dati personali da lei forniti sono necessari per poter procedere alla gestione della Sua segnalazione e saranno utilizzati, con strumenti informatici e manuali, esclusivamente per tali finalità. Letta l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003, cliccando sul tasto INVIA, autorizzo il trattamento dei miei dati personali, per le finalità e con le modalità ivi indicate.

Sky
Tomatopiu
Caricamento...
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548