Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
domenica 17 dicembre 2017 | aggiornato alle 20:40 | 51828 articoli in archivio


Ci impongono nuove gabelle

13/05/2010
Commento alla notizia: I 'precursori” nei bar e nei ristoranti argine alle stragi del sabato sera?

carissimo dott. Lupini grazie per le informazioni che ci arrivano attraverso Italia a tavola. 
Ancora una volta il governo ci sta imponendo delle cose che non stanno ne in cielo ne in terra, ma non si rendono conto che i problemi sono altri?
Il mio è un piccolo ristorante in Sardegna , a Carloforte dove cerchiamo di dare il massimo sia dal punto di vista della qualità che nel rispetto delle Regole che lo stato ci impone , Risultato = locali vuoti mancanza di denaro? ......... Gabelle di ogni genere, conservanti, quali si e quali no, non lo sanno neanche loro, anche perchè non sono in grado di farsi un uovo Fritto. e poi quando arrivano nei ns locali pretendono anche di NON PAGARE o di pagare poco.
Sa quanto tempo stiamo aperti senza vedere un'anima?, Noi abbiamo anche i traghetti per cui una gabella in più. Sa che l'unico mese dove dobbiamo incassare per sopravvivere sono i "20 giorni di agosto" ? Sfido chiunque a gestire delle attività in questo modo. Io sono Carlofortina e sono nata sull'isola lo spirito di sopravvivenza non ci manca e la professionalità pure: che ci lascino in pace questi ladroni perchè la ns categoria è una delle poche che continua a pagare e a sopportare le cazzate di questi mangia...pane a tradimento per non dire altro .
La ringrazio anticipatamente e spero mi perdoni per lo sfogo ma non ne possiamo più.

Maria Ida Ferraro
Ristorante Daubobba Carloforte
Risposta:

Carissima Maria Ida

la sua lettera segnala uno stato di disagio ormai generalizzato a cui, complice anche la crisi - che nonostante le dichiarazioni ottimistiche si sta rivelando sempre più grave -, le istituzioni non sembrano proprio sapere dare risposte. Forse è proprio partendo da iniziative stupide come l'obbligo degli etilometri che il settore potrebbe fare sentire la sua voce, anche se temo che ancora una volta personalismi e impegni di lavoro porteranno solo a subire l'ennesima inutile normativa.

a.l.  

Clicca qui per accedere all'archivio
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548