Quotidiano di enogastronomia, turismo, ristorazione e ospitalità
lunedì 18 dicembre 2017 | aggiornato alle 12:07 | 51832 articoli in archivio


Il riconoscimento dell'Unesco doveva andare alla Cucina italiana

18/11/2010
Commento alla notizia: Dopo il sì dell'Unesco tuteliamo il Made in Italy a tavola

Buongiorno Sig. Alberto,
io faccio il cuoco e sono 13 anni che giro il mondo esportando e presentando i prodotti italiani. Le scrivo perché ho come l'impressione che si dica la "mezza verità" nel Suo articolo. C'è chi come Lei e il Ministro sta festeggiando perché la Dieta mediterranea è stata dichiarata dall'Unesco patrimonio dell'umanità ma sono incluse Spagna, Italia, Grecia e Marocco. Questa è una candidatura collettiva. La Dieta mediterranea è stata portata nel mondo dagli italiani e dalla cucina italiana, non dai marocchini, non dagli spagnoli. L'Italia avrebbe dovuto invece candidare la Cucina italiana, da sola, a patrimonio dell'Umanità. Oggi esultano perché siamo alla pari di Marocco, Grecia e Spagna, e l'Italia ha ricevuto il riconoscimento dell'Unesco. Riconoscimento ricevuto nello stesso giorno in cui la cucina francese, da sola, ha ottenuto lo stesso riconoscimento.
Grazie.

Roberto Molinari
cuoco
Risposta:

Caro Roberto,
Lei sottolinea una mezza verità. è vero che la Dieta mediterranea non è esclusiva dell'Italia, ma è indiscutibile che il nostro Paese ne è simbolicamente il portabandiera, al punto che le Cucine italiane si possono riconoscere sotto questo cappello. E uso non a caso il termine al plurale perché non esiste un'unica Cucina italiana. La nostra ricchezza sta proprio nella pluralità delle varianti regionali e dell'uso di prodotti di territorio. Se la Cucina francese ha ottenuto un riconoscimenti specifico è perché da tempo è codificata in un 'corpus unicum” da Marsiglia a Parigi. Un sistema che, come per tutta l'enogastronomia francese, ne aveva finora garantita la leadership internazionale, ma che negli ultimi tempi non ha saputo reggere la sfida portata dagli italiani e dalle loro Cucine.

a.l.
Clicca qui per accedere all'archivio
Edizioni Contatto Srl - via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg) - P.IVA 02990040160 - Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ® - Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548
Edizioni Contatto Srl
via Piatti 51, 24030 Mozzo (Bg)
P.IVA 02990040160
Mail & Credits - Sitemap - Policy - © ®
Registrazione Tribunale di Bergamo n. 8 del 25/02/2009 - Roc n. 10548